Accadeva ad Ovalia: articoli pagati (a caro prezzo) e scarpe dipinte…il rugby amatoriale

Nel 1971 l’ex capitano del Galles Brian Price si pentirà per aver scritto un pezzo. E la caccia alle streghe per quelle scarpe firmate…

scarpe rugby

ph. Richard Heathcote/Action Images

Nuova settimana e nuovo viaggio alla scoperta del mondo ovale.

 

3 dicembre

1972: il manager degli All Blacks Ernie Todd annuncia sanzioni disciplinari nei confronti di un giocatore dopo che durante una notte scoppia una rissa nell’hotel di Cardiff dove la squadra alloggia. Il giorno dopo il pilone Keith Murdoch viene rimandato a casa per aver steso un addetto alla sicurezza.

1988: a Roma l’Australia batte 55-6 l’Italia.

1994: a Lansdowne Road i Barbarians battono 23-15 il Sudafrica. Migliore in campo il terza linea inglese Neil Back. “Gli darei volentieri un passaporto sudafricano”, dirà a fine match il coach degli Springboks Kitch Christie.

2011: l’ultima internazionale di Shane Williams al Millennium di Cardiff, è coronata da una meta all’ultimo minuto contro l’Australia. Per il folletto gallese sarà la marcatura numero 58 in 87 caps con i Dragoni.

 

4 dicembre

1870: Edwin Ash e Benjamin Burns pubblicano una lettera sul Times in cui suggeriscono a “coloro che giocano secondo le regole di Rugby di incontrarsi e istituire un proprio codice che differenzi il loro gioco dagli altri, istituzionalizzando le differenze”. Il 26 gennaio successivo si tiene a Londra una riunione tra 21 club, che daranno vita alla Rugby Football Union. I club fondatori sarebbero dovuti essere 22, ma i rappresentanti dei Wasps si presentarono il giorno sbagliato in un pub sbagliato.

1971: l’ex capitano del Galles Brian Price, ritiratosi due anni prima per un problema al ginocchio, torna in campo on Francia con il Vichy. La federazione gallese chiede ai colleghi francesi di bandire il giocatore. Il motivo? Dopo aver annunciato il ritiro e prima di tornare in campo aveva ricevuto denaro per scrivere un articolo per un quotidiano. Nel 1973 Prince chiederà di poter allenare a Newport. E la federazione non darà il nulla osta.

2007: il SANZAR annuncia la sperimentazione di nuove regole a partire dal Super 14 (oggi Super Rugby) 2008. Le novità vanno verso l’aumento dei minuti di gioco e una generale maggiore spettacolarizzazione. Tra le modifiche: i trequarti devono stare a cinque metri dalla mischia ordinata, più calci liberi al posto di calci di punizione.

 

5 dicembre

1931: Danie Craven fa il suo esordio internazionale nella partita vinta 8-3 a Swansea contro il Galles. In carriera collezionerà 16 caps con gli Springboks, ma è soprattutto fuori dal campo che farà sentire la propria voce. Dr.Rugby, come verrà soprannominato, avrà un ruolo di primissimo piano nella fondazione della federazione sudafricana (SARU), nata nel 1992 dall’unione del South African Rugby Board e della South African Rugby Union, allineata su posizioni anti apartheid.

1998: il record di 17 vittorie internazionali consecutive del Sudafrica si interrompe a Twickenham, dove l’Inghilterra batte 13-7 gli Springboks. Ma a fine match nonostante la vittoria coach Clive Woodward avverte: “C’è un abisso tra noi e l’Emisfero Sud, che riguarda non tanto i giocatori quanto piuttosto la struttura del gioco”.

 

6 dicembre

1997: a Twickenham finisce 26-26 la sfida tra Inhgilterra e Nuova Zelanda. 21 punti All Blacks portano la firma di Andrew Mehrtens (una meta, quattro punizioni e due conversioni). In meta per i padroni di casa andranno David Rees Crossed, Lawrence Dallaglio e Richard Hill.

2004: Alastair Campbell entra nello staff dei Lions come consulente di comunicazione e attività media. A volerlo fortemente a bordo è coach Clive Woodward, che verrà anche criticato per la decisione. “Il tour dei Lions è un enorme evento mediatico, ci sarà tantissima pressione tra media e tifosi…Dobbiamo avere una precisa strategia per gestirla”.

2007: per la prima volta in sessant’anni la sfida del Varsity Match tra Oxford e Cambridge non si tiene il martedì, come da tradizione.

 

7 dicembre

1982: la federazione inglese impone ai giocatori in campo nel Varsity Match di quell’anno di oscurare ogni logo e marchio dalle proprie scarpe. L’ufficio media federale fornirà le squadre di pennarelli neri per adempiere al compito. Nel mirino della RFU il rischio che alcuni giocatori venissero pagati per indossare un determinato marchio.

2003: Percy Montgomery rientra dai sei mesi di squalifica e con i suoi Dragons di Newport batte 24-15 Ulster a Rodney Parade nel match di Heineken Cup. Era stato squalificato per aver colpito un giudice di linea: inizialmente dovevano essere 24 i mesi di stop, poi ridotti a sei.

2007: Warren Gatland, neo coach del Galles, la tocca piano in conferenza stampa dopo aver preso le redini di una squadra eliminata ai gironi iridati per mano delle Fiji. “Metteremo i giocatori sotto enorme pressione in allenamento. Li faremo a pezzi fisicamente e mentalmente”. Nel 2008 il Galles conquisterà il Sei Nazioni con tanto di Grand Slam.

 

8 dicembre

1970: Gerald Davies, attuale Chairman del Pro12, guida Cambridge nel Varsity Match contro Oxford.

1982: i vertici della federazione inglese si svegliano leggendo sui giornali che almeno 50 tra i più famosi giocatori inglesi sono pagati per indossare scarpe Adidas. La RFU minaccia di squalificare a vita gli atleti eventualmente coinvolti e chiede all’Adidas i nomi. L’azienda tedesca non collabora e le sue pubblicità sono rimosse da Twickenham.

2001: la federazione argentina dà l’ok a pagare i propri giocatori che militano nei tornei domestici.

 

9 dicembre

1978: gli All Blacks completano il primo Grande Slam delle Home Unions negli ultimi 73 anni. L’ultimo step è la vittoria per 18-9 contro la Scozia sotto la pioggia di Murrayfield.

 

 

Puntate precedenti: settimana 1, settimana 2, settimana 3, settimana 4, settimana 5, settimana 6, settimana 7, settimana 8, settimana 9, settimana 10, settimana 11, settimana 12, settimana 13, settimana 14, settimana 15, settimana 16, settimana 17, settimana 18, settimana 19settimana 20, settimana 21, settimana 22, settimana 23, settimana 24, settimana 25,settimana 26, settimana 27, settimana 28, settimana29, settimana 30, settimana 31,settimana 32, settimana 33, settimana 34, settimana 35, settimana 36, settimana 37, settimana 38,settimana 39, settimana 40, settimana 41, settimana 42, settimana 43, settimana 44,settimana 45, settimana 46, settimana 47, settimana 48.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Autumn Nations Series: programma e dirette tv del primo weekend

Due partite per aprire le danze

25 Ottobre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: i leoni perdono quota, Zebre in coda

Il nuovo aggiornamento della nostra speciale graduatoria

25 Ottobre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: tonfo del Benetton, Tolosa sempre in vetta

I Leoni, complici le due sconfitte in URC, scendono nella classifica guidata dai rossoneri. Il Bordeaux di Mori spicca il volo, scende Montpellier

19 Ottobre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

Quando i Dragoni rimasero senza fiato

I tour europei nell'emisfero sud di oggi non sono più quelli di un tempo. Per referenze chiedere al Galles. E pure a qualcun altro.

16 Ottobre 2021 Terzo tempo
item-thumbnail

Rugby in diretta: il palinsesto del weekend del 15 e 16 ottobre

Tre partite del Top10 e due dello United Rugby Championship da seguire sugli schermi italiani, ecco il programma completo

14 Ottobre 2021 Terzo tempo