Accadeva ad Ovalia: Scozia-Italia e quella notte di Saint-Étienne

La Coppa del Mondo 2007 è quella dei rimpianti azzurri, ma anche quella delle clamorose eliminazioni di Galles e Irlanda

ph. Robert Pratta/Action Images

ph. Robert Pratta/Action Images

Nuova settimana e nuovo viaggio alla scoperta del calendario ovale.

 

24 settembre

1949: i Wallabies battono gli All Blacks 9-16 ad Auckland e vincono per la prima volta una serie sul suolo neozelandese.

2007: il Chiropratico colpisce ancora. Brian Lima vede concludersi la sua quinta Coppa del Mondo a causa di una squalifica di tre settimane per un placcaggio durissimo su Jonny Wilkinson. Di seguito il devastante impatto del samoano.

 

25 settembre

1937: primo tour vittorioso nella storia del Sudafrica in casa degli All Blacks. Nel terzo ed ultimo match della serie, gli Springboks battono la Nuova Zelanda 6-17 ad Auckland.

 

26 settembre

2001: il Canada cancella il test match contro la Scozia previsto per il successivo 18 novembre a causa di uno sciopero dei propri giocatori, indetto in seguito all’esonero del coach Dave Clarke. Secondo i nazionali, l’allontanamento dell’allenatore non avrebbe garantito un gioco alla squadra.

2007: la Georgia conquista la prima vittoria nella sua storia in Coppa del Mondo, dominando contro la Namibia a Lens per 30-0. Per i caucasici mete di Akvsenti Giorgadze, Irakli Machkhaneli e Davit Kacharava, più quindici punti di Merab Kvirikashvili.

 

27 settembre

2000: Nick Mallett rassegna le dimissioni da allenatore del Sudafrica. L’annuncio, che coglie di sorpresa l’intera nazione, arriva in seguito alle accuse di avidità da parte di Mallett verso la Federazione per la vendita dei biglietti del Tri Nations a 43 dollari l’uno. Si conclude un regno di tre anni, in cui Mallett aveva condotto gli Springboks a diciassette vittorie consecutive.

2011: non senza fatica, l’Italia vince la sua seconda partita alla Coppa del Mondo neozelandese battendo gli Stati Uniti per 27-10 a Nelson. Le mete di Parisse, Orquera e Castrogiovanni (più una di punizione) consentono gli azzurri di vincere anche con il bonus. Di seguito gli highlights del match.

 

28 settembre

1975: Gerald Bosch eguaglia il record del maggior numero di punizioni battute in un test match, guidando con sei penalty il suo Sudafrica alla vittoria contro la Francia a Pretoria per 33-18

1997: Jeremy Guscott entra nella leggenda dei Lions. Con un drop nei minuti finali, il centro del Bath regala alla selezione britannica il secondo successo sul Sudafrica (15-18) e dunque la vittoria nella serie. “Ogni volta che lo rivedo – dichiarò successivamente Guscott – non riesco a ricordare di essere lì”. Di seguito il video del drop.

2002: nelle qualificazioni alla Coppa del Mondo 2003, l’Italia supera non senza fatica la Romania a Parma per 25-17. In un match scandito da due mete a testa (di Lo Cicero e Vaina per gli azzurri), a fare la differenza sono i calci dalla piazzola di Gert Peens.

 

29 settembre

2007: una delle più grandi sorprese nella storia della Coppa del Mondo. A Nantes, nell’ultimo match dei gironi, il Galles viene sconfitto 34-38 dalle Fiji che superano proprio i Dragoni in classifica accedendo ai quarti di finale. Decisiva la meta al 77′ di Nicky Little. Di seguito gli highlights del match.

2007: l’Italia vive probabilmente la delusione più grande nel suo cammino in Coppa del Mondo. A Saint-Etienne, la Scozia batte gli azzurri per 18-16 dopo una partita tirata fino alla fine e segnata dall’errore di David Bortolussi al 76′ dalla lunga distanza per la nazionale di Berbizier. È anche l’ultimo cap in maglia azzurra per Alessandro Troncon. Di seguito gli ultimi dieci minuti del match.

2012: gli All Blacks conquistano la prima edizione del Rugby Championship (per la prima volta allargato all’Argentina) battendo proprio i Pumas con un netto 54-15 a Buenos Aires. Di seguito gli highlights della sfida.

 

Compleanni: Matt Giteau (1982)

 

30 settembre

1979: a Sochacewz, nel turno di Coppa Europa, l’Italia batte a domicilio la Polonia per 3-13. Del trequarti Manrico Marchetto l’unica meta azzurra, a cui si sono aggiunti i punti al piede di Fabio Trentin.

1989: l’Italia riceve lo Zimbabwe a Treviso e gli azzurri vincono agilmente per  33-9, con le mete di Luigi Capitani, Marcello Cuttitta (doppietta), Renato de Bernardo, Pietro Reale ed una meta di punizione.

1990: nel match valido per le qualificazioni alla Coppa del Mondo 1991, l’Italia ha la meglio sulla Spagna a Rovigo vincendo 30-6 dopo un primo chiuso soltanto sul +3. Ci pensano le mete di Massimo Giovanelli ed Edgardo Venturi (più il piede di Luigi Troiani) a scavare il solco decisivo.

2007: dopo il Galles, la Rugby World Cup francese dà il benservito anche all’Irlanda. I Verdi vengono eliminati dopo la sconfitta nell’ultima giornata contro un’inarrestabile Argentina, capace di chiudere al primo posto il girone davanti ai padroni di casa della Francia. I Pumas battono O’Driscoll&co. per 15-30, grazie anche a tre drop de ‘el Mago’ Hernandez.

2007: l’avventura di Gareth Jenkins sulla panchina del Galles si conclude dopo la disfatta mondiale contro le Fiji.

 

Puntate precedenti: settimana 1, settimana 2, settimana 3, settimana 4, settimana 5, settimana 6, settimana 7, settimana 8, settimana 9, settimana 10, settimana 11, settimana 12, settimana 13, settimana 14, settimana 15, settimana 16, settimana 17, settimana 18, settimana 19settimana 20, settimana 21, settimana 22, settimana 23, settimana 24, settimana 25,settimana 26, settimana 27, settimana 28, settimana29, settimana 30, settimana 31,settimana 32, settimana 33, settimana 34, settimana 35, settimana 36, settimana 37, settimana 38

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Andrea Masi e la sua battaglia per il passaporto inglese

L'ex azzurro ci ha spiegato nel dettaglio tutte le difficoltà nell'ottenimento dell'ambito documento

13 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Rugby in diretta: il palinsesto tv e streaming dal 13 al 16 febbraio

Si parte e si arriva col PRO D2, in mezzo Super Rugby, Top 12 e soprattutto le sfide di Zebre e Treviso nel Pro 14

12 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #63: La meta di Mattia Bellini è una promessa azzurra

La marcatura al 79' di Francia-Italia è paradigmatica di quello che vuole fare l'Italia con il pallone in mano

11 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

80° minuto: il miglior XV della seconda giornata di Sei Nazioni

Carlo Canna si conferma fra i migliori per la seconda settimana consecutiva

11 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Un senzatetto al Sei Nazioni: il gesto di un tifoso gallese

Un gruppo di tifosi gallesi era rimasto con un biglietto in più per la partita contro gli Azzurri, e hanno pensato di fare un bel regalo

9 Febbraio 2020 Foto e video
item-thumbnail

I complimenti di Joe Marler a Mohamed Haouas

ll pilone degli Harlequins ha portato una birra al giovane avversario negli spogliatoi, rifiutando di scambiare la maglia: "E' il tuo primo cap, tieni...

7 Febbraio 2020 Terzo tempo