Accadeva ad Ovalia: luci e ombre azzurre ai Mondiali e la nascita della Rugby Football Union

Nel 1972 il disastro aereo delle Ande. E poi la nascita di King Carlos e il tuffo di Manu Tuilagi…

bergamasco rugby

ph. Action Images

Nuova settimana e nuovo viaggio alla scoperta del calendario ovale.

 

8 ottobre

1863: già la fondazione della Football Association nelle settimane precedenti aveva dato il là alla scissione rugby-football. Ma la vera e propria rottura avviene in questo giorno, quando Blackheath abbandona la FA affermando che il cambio di regole avrebbe portato alla scomparsa del gioco. Curiosità: il Blackheath Football Club, fondato nel 1858, era noto con il semplice nome di The Club in quanto fu il primo a permettere l’iscrizione non solo agli studenti della relativa scuola ma anche agli esterni. E’ l’unico club assieme al Civil Service FC ad aver partecipato in modo attivo alla fondazione sia della FA che della Rugby Football Union.

1957: l’ala sudafricana Tom van Vollenhoven, minatore con 7 caps in maglia Springboks, accetta l’offerta del St Helens, club inglese di League. Diventerà una delle leggende del St Helens.

1991: l’Italia affronta l’Inghilterra nel match della fase a gironi della RWC 1991. Gli Azzurri di coach Fourcade vengono sconfitti 36-6 in un match in cui verranno fischiate 37 punizioni a favore degli inglesi.

2006: a L’Aquila l’Italia batte 83-0 il Portogallo (13 mete, tre delle quali marcate dall’esordiente Stanojevic) e grazie alla vittoria della settimana successiva contro la Russia guadagna la qualificazione alla RWC 2007.

2011: si giocano in Nuova Zelanda due quarti di finale tutti europei della Coppa del Mondo. A Wellington il Galles batte 22-10 l’Irlanda, mentre ad Auckland la Francia piega 19-12 l’Inghilterra.

 

9 ottobre

1980: il Sudafrica gioca il primo match di sempre (non ufficiale) in Paraguay. Ad Asunción gli Springboks battono 84-6 un Invitation XV.

2011: Manu Tuilagi finisce nei guai dopo essersi tuffato da un traghetto nel porto di Auckland dopo la sconfitta contro la Francia ai quarti giocato il giorno prima. Quello stesso giorno, nel quarto di finale tra Nuova Zelanda e Argentina Mils Muliaina raggiunge quota 100 caps con gli All Blacks.

 

10 ottobre

1864: nasce a Newport la leggenda gallese Arthur Gould. Tra il 1885 e il 1897 giocherà 27 Test Match con la maglia del Galles.

1965: nel corso del suo tour in Italia, Richmond batte Milano 21-6 (che nel secondo tempo resta con un uomo in meno).

1999: in una delle partite più deludenti della sua storia iridata, l’Italia è battuta 28-25 da Tonga a Leicester nella seconda sfida della fase a Gironi. Dopo un primo tempo chiuso sul 18-12, nella ripresa gli Azzurri vengono rimontata dagli isolani con la meta di Fatani e il drop decisivo dalla lunghissima distanza di Saketi Tu’ipoluto.

2000: giorno storico in Sudafrica, dove Alistair Coetzee (attuale head coach degli Springboks) diventa il primo allenatori nero di una squadra di Currie Cup, gli Eastern Province.

2003: l’Australia campione in carica inizia la nuova Rugby World Cup con una vittoria per 24-8 contro l’Argentina davanti agli 81.000 tifosi di Sydney.

2007: dopo la sconfitta contro la Francia ai quarti di finale, l’ala All Blacks Doug Howlett è trattenuto dalla polizia per aver provocato rumori e disturbo fuori dall’Hilton Hotel di Heatrow, Londra. Il giocatore è accusato inoltre di aver danneggiato due auto in sosta. Nota a margine: Howlett e altri sei compagni di squadra pagarono un conto di 12.500 sterline al bar dell’hotel.

 

11 ottobre

1920: la Fédération Française de Rugby (FFR) viene istituita per governare il rugby Oltralpe, prima di quel giorno gestito a livello centrale. Nel 1934 la federazione francese si fece promotrice dell’istituzione della FIRA per favorire lo sviluppo della palla ovale in paesi come Italia, Germania e Romania.

1996: l’IRB annuncia che nei Test Match sarebbero stati permessi sei cambi invece di quattro, ma soprattutto per la prima volta sarebbero stati permessi i cambi per motivo tattico.

2000: nel suo primo Annual Report l’IRB annuncia ricavi per oltre 50 milioni di Euro che permettono di aumentare i finanziamenti alle federazioni.

2003: l’Italia esordisce alla Coppa del Mondo nella sfida contro gli All Blacks. A Melbourne gli Azzurri vengono sconfitti 70-7: a segno per i tutti neri vanno due volte Howlett, Rokocoko e Spencer, più una meta a testa per Reuben Thorne, Brad Thorn, Justin Marshall, Leon MacDonald e Dan Carter. L’unica metta azzurra venne marcata da Matthew Phillips.

 

12 ottobre

1979: nasce a Carlisle Steve Borthwick, 57 caps in carriera con l’Inghilterra e che a livello di club indosserà la maglie di Bath e Saracens. Attualmente è allenatore della mischia dell’Inghilterra.

2003: l’Inghilterra inizia la campagna iridata poi rivelatasi trionfale con un netto 84-6 contro la Georgia a Perth. 12 le mete realizzate dalla squadra di Clive Woodward.

 

13 ottobre

1972: il disastro aereo delle Ande colpisce il mondo di Ovalia. Il volo 571 della Fuerza Aérea Uruguaya, decollato da Montevideo con direzione Santiago del Cile e durante il tragitto costretto a far tappa una notte a Mendoza per le avverse condizioni climatiche, si schianta sulla Cordigliera delle Ande a causa delle difficili condizioni meteorologiche di un errore di calcolo della rotta. A bordo, l’intera squadra uruguaiana dell’Old Christians Club. Dei 45 tra passeggeri e membri dell’equipaggio, 29 morirono (all’istante dell’impatto, conseguenze delle ferite, freddo, denutrizione e altri ancora per una valanga che si abbatté sulla carcassa dell’aereo nei giorni successivi) e 16 vennero tratti in salvo a fine dicembre dopo un’incredibile storia di sopravvivenza. Decisiva la spedizione intrapresa da due sopravvissuti alla ricerca di aiuto.

1974: nel match annuale che vede di fronte le due squadre, la Francia è sconfitta 15-10 a Bucarest contro la Romania.

2001: nell’edizione annuale del Sei Nazioni le partite interne dell’Irlanda contro le altre tre Home Union vengono posticipate di diversi mesi a causa dell’epidemia di afta epizootica che colpì il Regno Unito. Il  match tra Irlanda e Galles venne giocato il 13 ottobre di quell’anno a Cardiff: risultato vittoria esterna per 36-3 dell’Irlanda.

2007: nella semifinale iridata l’Inghilterra batte 14-9 la Francia e conquista la seconda finale Mondiale consecutiva.

 

14 ottobre

1975: nasce a Levin Carlo Spencer. ‘King Carlos’ collezionerà 35 caps in maglia All Blacks prima di volare a nord per giocare con Northampton.

1978: nel primo match tra le due squadre, Inghilterra e Argentina pareggiano 13-13 a Twickenham. Decisivo per i Pumas è il calcio all’ultimo di Hugo Porta.

2007: il Sudafrica batte l’Argentina 3713 e guadagna l’accesso alla finale della Rugby World Cup 2007 grazie alle quattro mete marcate.

 

Puntate precedenti: settimana 1, settimana 2, settimana 3, settimana 4, settimana 5, settimana 6, settimana 7, settimana 8, settimana 9, settimana 10, settimana 11, settimana 12, settimana 13, settimana 14, settimana 15, settimana 16, settimana 17, settimana 18, settimana 19settimana 20, settimana 21, settimana 22, settimana 23, settimana 24, settimana 25,settimana 26, settimana 27, settimana 28, settimana29, settimana 30, settimana 31,settimana 32, settimana 33, settimana 34, settimana 35, settimana 36, settimana 37, settimana 38,settimana 39, settimana 40.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

FIR Camp: al via le iscrizioni per la prima edizione dei campus estivi federali

Un trittico di appuntamenti nato con la finalità di crescere come atleti e come individui

21 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #37: Avanti, siam ribelli

I Rebels segnano una meta pazzesca contro i Lions, nonostante la rocambolesca sconfitta finale

20 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il postino placca sempre due volte, ep. 4: come si analizza una partita?

Lo abbiamo chiesto a Nicola Gatto, video analyst del Benetton, e abbiamo cercato di capire come funziona nel mondo del Top 12

20 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il vero valore dello sport nella carezza di Médard e nelle lacrime di Parisse

Breve riflessione su due episodi accaduti sabato all'Olimpico

18 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Il postino placca sempre due volte, ep. 3: attacco e difesa

Torna la rubrica con le domande dei lettori: oggi ci occupiamo dello schieramento dei giocatori in fase offensiva e difensiva

13 marzo 2019 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #36: l’insostenibile leggerezza dell’Earls

Con un meccanismo perfetto da orologio di grande marca, l'Irlanda manda in meta la sua velocissima ala

11 marzo 2019 Terzo tempo