Accadeva ad Ovalia: maggio mese di finali, Lions, chiamate bizzarre, esordi e ghiaccio

Nel 1929 debutta l’Italia, 5 anni prima l’ultimo oro olimpico. E poi la vicenda Overmach e il numero 99….

ph. Andrew Budd/Action Images

ph. Andrew Budd/Action Images

Nuova settimana e nuovo appuntamento con la rubrica che vi porta alla scoperta del calendario ovale.

 

14 maggio

1870: a Nelson in Nuova Zelanda si gioca il primo match tra due club. Nei giorni precedenti i giornali locali cercarono di spiegare al pubblico la differenza tra rugby e football, ma a quanto pare i 200 presenti non capirono un granché…

2005: Martin Johnson gioca la sua ultima partita di Premiership in maglia Leicester dopo 139 presenze con i Tigers. Ma la finale di Twickenham vede trionfare i Wasps di Dallaglio, che si impongono 39-14.

 

15 maggio

1974: si inaugura con la vittoria contro Western Transvaal uno dei più vittoriosi tour dei Lions di sempre. La selezione, che schiera tra gli altri i gallesi Phil Bennett, JPR Williams e Gareth Edwards, vincerà 21 delle 22 partite disputate con un unico pareggio, nel quarto Test contro il Sudafrica. Era il tour della famosa “giocata 99”. Cos’era? Guardate il video…

1976: l’Irlanda gioca la sua prima partita di sempre in terra neozelandese, vincendo contro South Canterbury a Timaru.

1989: il talentuoso mediano di mischia Jonathan Griffiths non si presenta al raduno della nazionale gallese in partenza per un tour in Nord America. Poche ore più tardi apparirà in una conferenza stampa dove farà sapere di aver firmato un contratto con una squadra di League. “E’ inaccettabile questo comportamento”, dirà il presidente della WRU David East.

2002: una sentenza di appello interrompe il bando di due anni dell’Overmach Parma dalle coppe europee. Questi i fatti: due volte la sfida di Parker Pen European Shield tra la squadra italiana e il Pontypridd in programma in terra ducale viene annullata per ghiaccio e l’European Rugby Cup Ltd’s decide di spostarla a Gloucester invece che in uno dei tanti campi italiani disponibili. L’Overmach, che avrebbe perso il fattore campo, non si presenta e scatta la sospensione dalle coppe con multa di 6.000 sterline.

 

16 maggio

1968: per la prima volta il titolo del massimo campionato francese è assegnato per differenza mete, dopo che la finale tra Lourdes e Tolone finisce 9-9 anche dopo il tempo supplementare.

2001: Richard Pool-Jones, terza linea al tempo 1 cap con l’Inghilterra, dichiara al Daily Express che la sua decisione di lasciare il proprio paese per trasferirsi a Biarritz è stata causata…dall’attrice Emmanuelle Beart. “Vederla farsi una doccia, immersa in quel paesaggio, mi ha fatto capire che quello era il mio posto”. Detto fatto, contatta tutti i club francesi e strappa un contratto a Biarritz.

2009: Leciester batte 10-9 i London Irish in una delle più combattute finali di Premiership.

 

17 maggio

1930: dopo 36 giorni di viaggio i Lions sbarcano in Nuova Zelanda per il tour nel paese kiwi. La selezione vince 6-3 il primo match contro gli All Blacks, ma perderà i tre successivi.

1997: Frano Botica, 7 caps con gli All Blacks tra il 1986 e il 1989, dopo essere divenuto eleggibile per la Croazia guida la sua nuova nazionale al successo per 43-24 contro la Lettonia.

1998: grazie alla vittoria in casa Harlequins, Newcastle vince il suo primo e unico titolo di Premiership. John Hall è proprietario sia dei Falcons che dello United (football), che il giorno dopo perderà la finale di FA Cup.

2000: nel corso della sfida tra Galles e Scozia, i Dragoni schierano i neozelandesi Shane Howarth e  Brett Sinkinson, mentre la Scozia il giocatore inglese David Hilton. Entrambe le squadre non avevano presentato la giusta documentazione sull’eleggibilità dei tre e di fatto la IRB dichiara illegale l’utilizzo dei due giocatori. Nessuna punizione però, perché si crede alla buona fede dell’errore.

 

18 maggio

1924: gli Stati Uniti battono la Francia 17-3 e si aggiudicano a Parigi l’ultima medaglia olimpica della palla ovale. La folla non la prende bene e il direttore di gara Albert Freethy deve essere scortato fuori dal campo dai gendarmi.

1957: Wilson Whineray e Colin Meads debuttano in maglia All Blacks.

1963: l’Inghilterra gioca il suo primo match in Nuova Zelanda. A Wellington i padroni di casa cadono 14-9.

1977: il tour dei Lions in Nuova Zelanda è inaugurato dalla vittoria per 41-13 contro Wairarapa-Bush con  hat-trick di JJ Williams. Ma il match verrà ricordato per il terribile a pugno al pilone dei Lions Nigel Horton e per la pioggia mista a grandine. Il direttore di gara dichiarerà che se non ci fossero stati così tanti spettatori avrebbe sospeso la partita: molti giocatori non riuscirono a slacciare le scarpe congelate e per toglierle dovettero tagliarle.

1999: per la prima volta la Professional Rugby Players’ Association assegna i riconoscimenti di fine stagione ai giocatori. Il premio di Young Player of the Year va un certo Jonny Wilkinson…

2002:  Jeff Wilson, 60 caps e 44 mete con gli All Blacks, annuncia il suo ritiro dal rugby.

 

19 maggio

1957: allo Stadio Nazionale di Bucarest 95.000 spettatori (secondo L’Equipe) assistono alla sconfitta della Romania per 18-15 contro la Francia.

2001: a Parigi Leicester batte 34-30 lo Stade Francais in un’avvincente finale di Heineken Cup. Tutti i punti dello Stade arrivarono dal piede di Dominguez, che però non bastò. La partita verrà ricordata anche per questo brutto gesto di Martin Johnson.

2012: a Twickenham Leinster strapazza 42-14 Ulster e solleva al cielo l’Heineken Cup. Per la squadra di Joe Schmidt era il terzo successo in quattro anni.

1992: le tre maggiori federazioni dell’Emisfero Sud unite nel SANZAR annunciano il lancio di due nuove competizioni, Tri-Nations International Championship e Super 12 (poi Super Rugby).

 

20 maggio

1929: a Barcellona la nazionale italiana gioca il suo primo match di sempre, contro una selezione catalana.

1982: un giudice di Croydon condanna il giocatore amatoriale Chris Gingell a sei mesi di reclusione per aver tirato un pugno ad un avversario nel corso di un’amichevole, causando la rottura di mascella, zigomo e naso. Sorpresa dalla severità la vittima stessa: “Sono cose che accadono”, dichiarò.

2006: al Millennium Stadium Munster batte Biarritz 23-19 di fronte a 74,534  spettatori e si aggiudica la sua prima Heineken Cup, dopo le sconfitte in finale del 2000 contro Northampton e del 2001 contro Leicester.

2007: un anno più tardi va in scena a Twickenham la prima finale tutta inglese della massima competizione europea. 81,076 assistono alla vittoria dei Wasps per 25-9 contro Leicetser. Due mete delle vespe arrivarono grazie alla cosiddetta giocata furba in touche.

2011: gli Harlequins di Conor O’Shea, nuovo allenatore dell’Italia, battono lo Stade Francais 19-18 e si aggiudicano la Challenge Cup.

 

Puntate precedenti: settimana 1, settimana 2, settimana 3, settimana 4, settimana 5, settimana 6, settimana 7, settimana 8, settimana 9, settimana 10, settimana 11, settimana 12, settimana 13, settimana 14, settimana 15, settimana 16, settimana 17, settimana 18, settimana 19.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Andrea Masi e la sua battaglia per il passaporto inglese

L'ex azzurro ci ha spiegato nel dettaglio tutte le difficoltà nell'ottenimento dell'ambito documento

13 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Rugby in diretta: il palinsesto tv e streaming dal 13 al 16 febbraio

Si parte e si arriva col PRO D2, in mezzo Super Rugby, Top 12 e soprattutto le sfide di Zebre e Treviso nel Pro 14

12 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Slow Motion #63: La meta di Mattia Bellini è una promessa azzurra

La marcatura al 79' di Francia-Italia è paradigmatica di quello che vuole fare l'Italia con il pallone in mano

11 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

80° minuto: il miglior XV della seconda giornata di Sei Nazioni

Carlo Canna si conferma fra i migliori per la seconda settimana consecutiva

11 Febbraio 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Un senzatetto al Sei Nazioni: il gesto di un tifoso gallese

Un gruppo di tifosi gallesi era rimasto con un biglietto in più per la partita contro gli Azzurri, e hanno pensato di fare un bel regalo

9 Febbraio 2020 Foto e video
item-thumbnail

I complimenti di Joe Marler a Mohamed Haouas

ll pilone degli Harlequins ha portato una birra al giovane avversario negli spogliatoi, rifiutando di scambiare la maglia: "E' il tuo primo cap, tieni...

7 Febbraio 2020 Terzo tempo