Accadeva ad Ovalia: gli Invincibili Lions e la nascita della Federazione Italiana Rugby

Tra il 1927 e il 1928 viene costituita la FIR. E poi prosegue il controverso tour Springboks del 1981…

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Nuova settimana e nuovo appuntamento alla scoperta del calendario ovale.

 

23 luglio

1955: i Lions espugnano l’Ellis Park per 13-16, nel primo test della serie contro il Sudafrica. A farsi notare è l’allora giovanissimo trequarti irlandese Tony O’Reilly che mette a segno tre mete nella stessa partita.

1966: a Canterbury i Lions si impongono sulla Nuova Zelanda vincendo 6-8 in una delle partite più dure e sporche della storia del gioco. I Lions a fine partita accuseranno gli All Blacks, in particolare il manager D.J.O’Brien. Lo scozzese Jim Telfer per le sue dichiarazioni perderà addirittura la fascia di capitano della selezione britannica e irlandese.

1994: durante la seconda partita della serie fra Sudafrica e Nuova Zelanda, che gli Springboks perdono 13-9 a Wellington, il pilone Johan Le Roux morde l’orecchio di Sean Fitzpatrick venendo squalificato per 20 mesi dalla sua stessa federazione sudafricana. L’arbitro in campo non si era reso conto dell’accaduto.

 

24 luglio

1981: continua il difficile tour del Sudafrica in Nuova Zelanda, che deve fare i conti con le forti proteste anti apartheid. Ad Hamilton gli allenamenti degli Springboks sono sorvegliati dalla polizia, che alza delle barricate per permettere il regolare svolgimento delle sedute.

2004: a Christchurch la meta di Doug Howlett allo scadere regala agli All Blacks la vittoria per 23-21 contro il Sudafrica, dopo che il primo tempo si era chiuso sul 21-12 per gli Springboks.

2008: l’ala di Leicester Seru Rabeni riceve una squalifica di nove settimane dopo aver ammesso di essere sceso in campo in tre tornei Seven nonostante stesse scontando una squalifica di 14 settimane per  eye-gouging.

 

25 luglio

1981: il match tra Waikato e Sudafrica è cancellato per le fortissime proteste anti apartheid, che la polizia non riesce a contenere. 300 manifestanti invadono il campo scatenando l’ira dei 25.000 spettatori che lanciano bottiglie per allontanarli. 50 persone sono arrestate e il match cancellato.

 

26 luglio

1927: il pioniere del rugby italiano Stefano Ballandi costituisce il Comitato di Propaganda, diretto da Pietro Mariani, preludio della nascita della Federazione Italiana Rugby.

1928: esattamente un anno dopo, il Comitato si riunisce a Roma e dà vita alla Federazione Italiana Rugby.

1961: l’Australia inizia il suo terzo tour in Sudafrica con un pareggio per 14-14 contro South West Africa a Windhoek.

1981: il Primo Ministreo in pectore della Nuova Zelanda Duncan MacIntyre vaglia la possibilità di ritirare il visto ai giocatori del Sudafrica per interrompere il tour, che deve fare i conti con le sempre più crescenti proteste.

2003: Joe Rokocoko è il primo giocatore a realizzare un hat-trick (tre mete) in un match del Tri Nations. Accade in Australia, dove i Wallabies escono sconfitti con un pesantissimo 50-21. Le parole del tecnico dei kiwi John Mitchell a fine match? “C’è ancora spazio per migliorare e tanto lavoro da fare in certe componenti del nostro gioco”.

 

27 luglio

1908: la SS Victoria parte da Auckland con a bordo la selezione anglo-gallese che prosegue il tour in Australia. Percy Down cade in mare mentre si sporge per salutare, mentre il centro inglese Henry Vassall non si presenta dopo aver fatto festa tutta notta. Si imbarcherà il giorno successivo.

1974: gli Invincibili Lions concludono il tour del Sudafrica con un pareggio per 13-13, nell’ultimo Test contro gli Springboks. Nel mirino delle polemiche finisce l’arbitro Max Baise, che non assegna due mete alla selezione. Definirà quelle decisioni “le peggiori” della propria carriera.

1981: la federazione neozelandese annuncia che il controverso tour del Sudafrica deve proseguire, nonostante le condanne del mondo politico.

 

28 luglio

2001: la carriera di Eddie Jones come tecnico dell’Australia inizia con la sconfitta 20-15 al Loftus Versfeld contro il Sudafrica.

 

29 luglio

1967: il giocatore dell’Inghilterra Danny Hearn rimane seriamente infortunato nel tentativo di placcare Ian MacRae in cui subisce un durissimo colpo al collo durante un match contro gli All Blacks. Hearn rimarrà paralizzato e inizierà ad allenare. Diventerà poi grande amico di MacRae.

2007: Mike Catt, ora nello staff tecnico della Nazionale azzurra, si ritira dal rugby internazionale dopo 75 caps e quattro partecipazioni alla Coppa del Mondo.

2010: Phil Vickery è costretto a lasciare il rugby su consiglio dello staff medico per un problema al collo. Campione del mondo nel 2003 con l’Inghilterra, ha collezionato 73 caps con il quindici della rosa e 5 con i Lions. A livello di club ha giocato con Gloucester e Wasps.

 

Puntate precedenti: settimana 1, settimana 2, settimana 3, settimana 4, settimana 5, settimana 6, settimana 7, settimana 8, settimana 9, settimana 10, settimana 11, settimana 12, settimana 13, settimana 14, settimana 15, settimana 16, settimana 17, settimana 18, settimana 19settimana 20, settimana 21, settimana 22, settimana 23, settimana 24, settimana 25,settimana 26, settimana 27, settimana 28, settimana29

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Ed Slater e la convivenza con SLA

L'ex giocatore di Gloucester ha raccontato com'è venuto a conoscenza della malattia e come si sta preparando ai prossimi mesi

9 Agosto 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Gli All Blacks scenderanno al quinto posto nel ranking mondiale

Il Sudafrica raggiunge la Francia al secondo posto, squadre appaiate

7 Agosto 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Le squadre vincitrici del Trofeo Italiano Beach Rugby 2022

Crazy Crabs e Sabbie Mobili le squadre che si sono aggiudicate il titolo maschile e femminile

31 Luglio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Il lavoro da sogno di Eddie Jones? Allenare la squadra per la quale è tifoso sin da piccolo

Il coach dell'Inghilterra è rimasto in Australia e ha visitato il camp di allenamento della squadra che guida la NRL

28 Luglio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Un libro che non è una storia ma “Filosofia del rugby”

Riflessione filosofica e narrazione sportiva al tempo stesso. Comprensibile anche a chi non è esperto delle due discipline

23 Luglio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Scott Robertson e Ronan O’Gara torneranno ad allenare insieme a novembre

Dopo l'esperienza in comune ai Crusaders il neozelandese e l'irlandese lavoreranno ancora fianco a fianco

22 Luglio 2022 Terzo tempo