Speciale Rugby World Cup 2015: gli stadi – City of Manchester Stadium

Lo stadio con il campo più grande d’Inghilterra accoglie un match della Coppa del Mondo

original

City of Manchester Stadium/Etihad Stadium 
Capacità: 47.800
Sportcity, Rowsley St, Manchester

 

Sabato 10 ottobre alle 20:00 (ora locale) sul terreno del City of Manchester Stadium si disputerà la trentaseiesima partita di England 2015, match della Pool A fra Inghilterra e Urguguay.

 

Il City of Manchester Stadium (Etihad Stadium dal 2011, anno nel quale la compagnia aerea di bandiera degli Emirati Arabi Uniti si è assicurata la naming sponsorship per ben 10 anni) è la casa del Manchester City. Vanta diversi soprannomi “Eastlands”, “COMS” acronimo della sua originaria denominazione, “The Blue Camp”.

 

I lavori di costruzione iniziarono fra il dicembre del 1999 e il gennaio 2000 per ospitare i Giochi del Commonwealth del 2002, mentre il progetto originario risale al 1990 quando la città si candidò ad accogliere alcune manifestazioni delle Olimpiadi estive del 2000 (la XXVII edizione si tenne poi a Sidney in Australia). L’inaugurazione avvenne il 25 luglio 2002 con l’apertura della 10 giorni di Giochi riservati ai paesi dell’Impero britannico, alla presenza della Regina Elisabetta. Quattro i record registrati in quell’evento che ebbe per protagonisti gli atleti britannici Jonathan Edwards (già medaglia d’oro olimpica a Sidney nel 2000 e d’argento ad Atlanta nel 1996) e Paula Radcliffe (poi primatista mondiale di maratona a Londra nel 2003 e campionessa del mondo di specialità nel 2005) che sul campo del City of Manchester Stadium fecero registrare nuovi primati per i Giochi, rispettivamente nel salto triplo e nei 5000 metri piani femminili. Più interessante per noi appassionati di ovale è ricordare che lo stadio fu teatro della finale di Rugby Seven che vide confrontarsi la Nuova Zelanda (che conquistò l’oro) con le Fiji.

 

Nell’agosto del 2003 il Manchester City si trasferì nell’arena che venne riconvertita per il calcio, non senza suscitare qualche polemica. Lo stesso Edwards e Sebastian Coe (successivamente Presidente del Comitato Organizzatore delle Olimpiadi Londra 2012), visto il successo dei Giochi del Commonwealth, rivendicarono per la struttura una destinazione votata anche all’atletica.

I nuovi inquilini investirono alcuni milioni di sterline per rendere lo stadio più adatto alle nuove esigenze, la trasformazione comportò la rimozione della pista di atletica e l’abbassamento delle tribune così da avvicinare gli spettatori al terreno di gioco aumentando la capienza di 10.000 posti. Alle otto grandi torri cilindriche (che accolgono le rampe elicoidali attraverso le quali si raggiungono i posti più in alto) sono agganciati i cavi in acciaio che reggono la spettacolare copertura di foggia toroidale. Sui 4 angoli del “tetto” ci sono delle paratie che, quando lo stadio è vuoto, vengono aperte per arieggiare il prato.
L’arena è a forma di catino. Le due tribune principali, pressoché identiche, sono costituite da 3 livelli, fra il secondo e il terzo sono alloggiati gli executive boxes. Le due curve, da due anelli, sono completate da una fila di executive boxes appena sotto la copertura. Il secondo ordine di posti aggetta lievemente rispetto al primo rendendo la visuale eccellente ed emozionante. Ad arricchire la spettacolare struttura, due grandi schermi collocati sulla diagonale fra le due curve. Da notare che il campo è il più grande del campionato britannico. Un’altra peculiarità dello stadio è l’assenza di tornelli. L’accesso viene regolato attraverso una smart card che agevola e velocizza l’entrata (oltre 1.200 spettatori/minuto). Ben sei ristoranti (di cui due con vista panoramica) completano il City of Manchester Stadium. Il Memorial Garden è situato sul lato destro della tribuna intitolata a Colin Bell (West Stand), è accessibile gratuitamente e contiene un tributo al giocatore Marc-Vivien Foé prematuramente scomparso il 26 giugno 2003. Il match inaugurale del nuovo corso calcistico si è svolto il 10 agosto 2003: l’amichevole Manchester City-Barcellona vinto dai padroni di casa 2-1. Il 14 maggio del 2008 lo stadio è stato teatro della finale di Coppa UEFA fra Zenit San Pietroburgo e gli scozzesi Rangers. La partita finì 2-0 per il club russo.

 

Memorabili alcuni concerti svoltisi nella struttura, la cui capienza in queste occasioni è salita sino a 60.000 spettatori (ricordiamo quelli dei locali Oasis ─ i fratelli Gallagher, fra l’altro, sono notoriamente tifosi del City ─, dei Take That, dei Red Hot Chili Peppers, degli U2, di James Brown, di Rod Stewartart…).

 

Lo stadio si trova a sud est di Manchester in una zona denominata Sportcity che accoglie altri impianti come la Regional Athletics Arena, il Velodromo di Manchester e il National Squash Centre.

Per raggiungere lo stadio
A 5 minuti a piedi dall’impianto (sul lato nord) c’è la fermata Etihad Campus, linea est della Metrolink. Si può prenderla (in direzione Droylsden) dalle stazioni Victoria e Piccadilly (da qui impiegherete circa 8 minuti) come da Market Street o Piccadilly Gardens. La fermata Velopark (lato sud-est) è situata in prossimità dell’ingresso riservato alla tifoseria ospiti, ma attenzione perché a noi piace trattenerci allo stadio per una birra e, in occasione dei match di calcio chiude poco dopo la fine dell’incontro. I viaggi si intensificano in occasione delle partite di football, con partenze ogni 6 minuti. La Metrolink ha diverse linee con fermate dotate di parcheggi vicino alle autostrade. Suggeriamo di consultare il sito della thetrainline.com per ricavare tutte le informazioni.
Se optate per il treno, la stazione più vicina (15 minuti a piedi dallo stadio) è Ashburys (5 minuti di viaggio da Manchester Piccadilly).
Da Piccadilly Gardens potete salire sui mezzi delle linee 216 e 231 o prendere uno dei bus che percorrono la circonvallazione, numero 53, che effettuano corse regolari. Al ritorno da Ashton New Road partono delle navette speciali.

 

Per saperne di più sulle Fanzones.

 

Francesca Lupoli

 

Scopri gli altri stadi che ospiteranno i match della Rugby World Cup England 2015: Twickenham – WembleyOlympic Stadium – Elland Road – Sandy Park – Millennium – Villa Park – St James’ Park – Kingsholm – Leicester City Stadium – Stadium MK – Brighton Community Stadium

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Cinque anni fa il miracolo di Brighton, quando il Giappone sconfisse il Sudafrica

La partita più incredibile nella storia dei Mondiali di rugby

19 Settembre 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Sam Burgess: “Mike Ford ha sabotato Stuart Lancaster nel 2015”

L'ex nazionale inglese, tornato al rugby league, ha raccontato la sua esplosiva versione dei fatti sulla Rugby World Cup 2015

4 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Inghilterra v Galles, Rugby World Cup 2015

A Twickenham il delitto perfetto ad opera di Dan Biggar e soci, commento speciale di Tom Shanklin e David Flatman

29 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Georgia v Namibia, Rugby World Cup 2015

Rivivi l'intrigante sfida del Mondiale inglese

10 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Rugby World Cup 2015: polverizzati i numeri delle precedenti edizioni

Pubblicato il report sull'impatto economico degli ultimi Mondiali. E le cifre sono da record

24 Maggio 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Joubert e la fuga dopo Scozia-Australia: l’ho fatto per tutelare il contesto, non me stesso

Il fischietto sudafricano torna sulla controversa uscita dal campo al termine del quarto di finale iridato

15 Aprile 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015