Speciale Rugby World Cup 2015: gli stadi – Twickenham

Scopriamo la storia del più grande stadio al mondo dedicato al rugby

ph Sebastiano Pessina

ph Sebastiano Pessina

Twickenham
Capacità: 81.605
Rugby Road – Twickenham – Middlesex

 

Situato a ovest, nell’omonimo distretto del quartiere di Richmond upon Thames, è il più grande impianto sportivo del Regno Unito dopo quello di Wembley e il più grande stadio dedicato al rugby del mondo.

Può contenere 81.605 spettatori e sarà teatro di 10 match della Rugby World Cup England 2015: 5 di pool e 5 a eliminazione diretta, incluse la partita inaugurale e la finale. Il 19 settembre alle 20:00 (ora locale) sul suo campo, scenderanno Francia e Italia.

Nel 1907 Billy Williams, membro del RFU Committee, propose l’acquisto di un appezzamento di terreno di 10,25 acri nella località di Twickenham. Il costo dell’operazione è di 5.572 sterline, 12 scellini e sei pence, il tutto per comprare un campo di cavoli (da qui uno dei soprannomi dello stadio, “Billy’s Cabbage Patch”). Le perplessità, però, erano tante. Innanzitutto il luogo pareva troppo lontano da Londra e il costo eccessivo. A questo punto entrò in azione William Cail, ex presidente della Federazione e suo tesoriere, che racimolò 6.000 sterline grazie alla vendita di proprietà e all’emissione di obbligazioni. Negli anni subito successivi, altre 10.000 sterline furono impiegate per completare la costruzione dell’impianto. La scelta di Cail si rivelò giusta. Infatti, negli anni precedenti alla realizzazione dello stadio, la RFU aveva guadagnato nella migliore delle giornate 1.940 sterline per un incontro internazionale, mentre nel solo 1924, arrivò a intascarne 2.957 nella partita con l’Irlanda, 3.679 in quella con la Francia, 4.465 incontrando il Galles e ben 5.509 in occasione del match giocato con la Scozia.
La realizzazione di “Fortress Twickenham” (altro soprannome dettato dalle 19 vittorie casalinghe consecutive ottenute dalla squadra allenata da Clive Woodward dal 1999 al 2004), dunque, è stata prima di tutto una felice intuizione economica che, ancora oggi, riempie copiosamente le casse della Federazione inglese.
Nel 1932 venne poi completata una nuova Tribuna Ovest da cui vennero ricavati gli uffici della Federazione, tanto che oggi l’impianto è conosciuto dai locali tifosi come “HQ” (head quarter, quartier generale).

 

Quattro sono state le finali di Heineken Cup giocate su questo campo (2000 vittoria Northampton sul Munster, 2004 Wasps su Toulouse, 2007 Wasps nel derby con i Tigers e 2011 Leinster su Ulster), mentre ogni anno a Twickenham si giocano le finali di Premiership e, dal 1921, il tradizionale Varsity Match fra le squadre di rugby delle università di Oxford e di Cambridge, partita che si svolge il secondo martedì di Dicembre.
Il 2 novembre del 1991 nell’arena si tenne la finale della Coppa del Mondo tra i padroni di casa e l’Australia con quest’ultima che s’impose 12-6. L’impianto fu anche usato per le partite dell’Inghilterra giocate nella pool A dello stesso evento. Twickenham ha ospitato alcuni match del Mondiale gallese del 1999 tra cui le due semifinali. Il 2 maggio prossimo accoglierà la finale della prima edizione della Champions Cup.

The World Rugby Museum è una sorta di pellegrinaggio laico a cui nessun appassionato di rugby può sottrarsi. Un’orgia di cap, palloni, maglie e trofei che non lascia indifferente nessuno. Il museo si trova all’interno dello stadio, nell’East Stand. Per accedere i prezzi sono: adulti 8 sterline, 7 per studenti e over 60, 6 sterline per i bambini sotto i 16 anni.

Poco più di 9,5 km lo separano dall’aeroporto di Heathrow, 48 da Gatwick e 64 dal Luton, poco meno di 160 km da Stansted e 32 dal London City Airport. Dal centro è facilmente raggiungibile in poco più di 40 minuti. Dalle stazioni di Waterloo e Reading partono tantissimi treni a lunga percorrenza che fermano a Twickenham (la railway station è molto vicina allo stadio). La District Line porta a Richmond, da qui per raggiungere lo stadio è possibile proseguire a piedi (circa 15 minuti di passeggiata), prendere un trenino, oppure optare per uno degli affollatissimi shuttle bus gratuiti approntati dalla RFU nei giorni dei match. Mentre la Piccadilly Line porta a Hounslow (circa 35 minuti a piedi dall’impianto) dove si può scegliere l’autobus (281, H20, H22) o la navetta dalla RFU che muove anche da questa stazione.

Per saperne di più sulle Fanzones della città.

 

Francesca Lupoli

 

Scopri gli altri stadi che ospiteranno i match della Rugby World Cup England 2015: Wembley – Olympic Stadium – Elland Road – Sandy Park – Millennium – Villa Park – City of Manchester Stadium – St James’ Park – Kingsholm – Leicester City Stadium – Stadium MK – Brighton Community Stadium

 

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Cinque anni fa il miracolo di Brighton, quando il Giappone sconfisse il Sudafrica

La partita più incredibile nella storia dei Mondiali di rugby

19 Settembre 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Sam Burgess: “Mike Ford ha sabotato Stuart Lancaster nel 2015”

L'ex nazionale inglese, tornato al rugby league, ha raccontato la sua esplosiva versione dei fatti sulla Rugby World Cup 2015

4 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Inghilterra v Galles, Rugby World Cup 2015

A Twickenham il delitto perfetto ad opera di Dan Biggar e soci, commento speciale di Tom Shanklin e David Flatman

29 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Georgia v Namibia, Rugby World Cup 2015

Rivivi l'intrigante sfida del Mondiale inglese

10 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Rugby World Cup 2015: polverizzati i numeri delle precedenti edizioni

Pubblicato il report sull'impatto economico degli ultimi Mondiali. E le cifre sono da record

24 Maggio 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Joubert e la fuga dopo Scozia-Australia: l’ho fatto per tutelare il contesto, non me stesso

Il fischietto sudafricano torna sulla controversa uscita dal campo al termine del quarto di finale iridato

15 Aprile 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015