Speciale Rugby World Cup: cartoline mondiali – Victor Matfield

Il prototipo dell’atleta veloce ed esplosivo, da 12 anni l’incubo dei tallonatori di tutto il mondo

ph. Paul Harding/Action Images

ph. Paul Harding/Action Images

Nome: Victor
Cognome: Matfield
Ruolo: Seconda Linea
Edizioni RWC disputate: 2003 – 2007 – 2011
Presenze RWC: 14
Punti RWC: 0

20 ottobre, finale della RWC 2007, il Sudafrica affronta l’Inghilterra che vuole difendere il titolo. Primo calcio di spostamento degli Springboks, prima touche per gli inglesi, primo pallone rubato da Matfield; così, giusto per chiarire le gerarchie in campo. Alla fine del match le touche rubate dal sudafricano saranno ben 7, valendogli ancora una volta la fama di incredibile guastatore delle rimesse avversarie e soprattutto il titolo di Man of the Match della finale. Se il Barone Rosso era definito “il terrore dei cieli” durante la Grande Guerra, allo Stade de France Victor Matfield dimostrò di avere la stoffa necessaria per meritarsi tale soprannome lasciando nel più totale sconforto i vari Kay, Shaw, Easter e tutto il resto del pack albionico durante le rimesse laterali.

 

Lo Springbok è un’animale elegante, agile, scattante: l’highlander Matfield è il prototipo dell’atleta veloce ed esplosivo, doti che lo hanno reso l’incubo dei tallonatori di tutto il mondo negli ultimi 12 anni.

 

Victor non mise a tabellino un singolo punto durante la campagna mondiale del 2007. Per essere precisi la sua ultima segnatura, prima dei mondiali, è datata 2004. Si è dovuto attendere il 2009 prima di poter mettere a referto suoi punti per la causa degli Springboks, ma questo non limita in nessun modo l’immenso apporto al team verdeoro.

Tre edizioni della RWC sono tante per qualunque giocatore, ma non per Victor: dopo 2 anni di ritiro è tornato in campo e si sta preparando per la quarta campagna mondiale. Durante l’ultima spedizione europea di novembre è infatti diventato il più anziano capitano degli Springboks a 37 anni e 202 giorni.
I numeri 2 avversari sono avvisati!

 

 

Matteo Zardini 

 

Leggi le altre cartoline mondiali: Jonny Wilkinson – John Kirwan – François Pienaar e Nelson Mandela – Mario Ledesma – David Campese – Shane Williams – Serge Blanco – Brian O’Driscoll – Gavin Hastings – Brian Lima – Nicky Little – Takudzwa Ngwenya

 

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sam Burgess: “Mike Ford ha sabotato Stuart Lancaster nel 2015”

L'ex nazionale inglese, tornato al rugby league, ha raccontato la sua esplosiva versione dei fatti sulla Rugby World Cup 2015

4 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Inghilterra v Galles, Rugby World Cup 2015

A Twickenham il delitto perfetto ad opera di Dan Biggar e soci, commento speciale di Tom Shanklin e David Flatman

29 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Georgia v Namibia, Rugby World Cup 2015

Rivivi l'intrigante sfida del Mondiale inglese

10 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Rugby World Cup 2015: polverizzati i numeri delle precedenti edizioni

Pubblicato il report sull'impatto economico degli ultimi Mondiali. E le cifre sono da record

24 Maggio 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Joubert e la fuga dopo Scozia-Australia: l’ho fatto per tutelare il contesto, non me stesso

Il fischietto sudafricano torna sulla controversa uscita dal campo al termine del quarto di finale iridato

15 Aprile 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

2015, un anno mondiale: 12 cartoline per rivivere la Rugby World Cup

Trionfi di squadra e record personali, amicizie, abbracci e spettacolo. Cosa ci lascia l'evento che ha dominato l'anno ovale

31 Dicembre 2015 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015