Benetton Rugby: otto giocatori salutano il club biancoverde

Un pezzo di storia dei “Leoni” dice addio alla franchigia di Treviso

Nasi Manu benetton rugby

Nasi Manu – ph. Fotosportit

Un pezzo di storia del Benetton Rugby saluta la Ghirada. E’ ufficiale: 8 giocatori lasciano il club biancoverde per intraprendere nuove avventure ovali, fuori e dentro dal campo.

Come anticipato da Onrugby negli scorsi giorni, si tratta di Dean Budd (seconda linea, 8 stagioni, 115 presenze, 70 punti), Marco Fuser (seconda linea, 8 stagioni, 119 presenze, 35 punti), Nasi Manu (terza linea, 3 stagioni, 14 presenze, 0 punti), Ian McKinley (mediano di apertura, 4 stagioni, 67 presenze, 223 punti), Tito Tebaldi (mediano di mischia, 4 stagioni, 65 presenze, 54 punti), Alessandro Zanni (seconda linea, 11 stagioni, 136 presenze, 55 punti), a cui aggiungere Engjel Makelara (tallonatore, 3 stagioni, 25 presenze, 5 punti) e Antonio Rizzi (mediano di apertura, 2 stagioni, 24 presenze, 62 punti)

Zanni rimarrà in società entrando a tutti gli effetti a fare parte dello staff dei preparatori fisici della prima squadra, nelle vesti di assistente, cosa che farà anche con le giovanili biancoverdi.

La franchigia di Treviso specifica – inoltre – che degli otto elementi sopra indicati alcuni, in accordo fra la società e il giocatore stesso, potrebbero essere coinvolti nell’eventuale ripresa della stagione 2019/2020 che dovrebbe portare alla conclusione del Pro14.

Leggi anche: Top12: rugbymercato, come cambiano le rose del torneo (in aggiornamento)

Il messaggio della società
Il presidente Amerino Zatta ha voluto congedarsi con questo messaggio dai giocatori: Grazie a tutti per il proprio apporto dimostrato in campo durante la permanenza tra le nostre fila, un contributo importante che ha permesso al club di crescere anno dopo anno. Un ringraziamento particolare va a Budd, Fuser e Zanni, i quali hanno trascorso una fetta considerevole della loro carriera vestendo i nostri colori ed aiutando il club a raggiungere i propri obiettivi. Dispiace doversi salutare così, al termine di una stagione interrotta a causa della difficile situazione che stiamo attraversando ma auguro a tutti il meglio per un futuro ricco di soddisfazioni”.

A fargli eco è il direttore sportivo Antonio Pavanello: “Ringrazio tutti i giocatori che si apprestano a lasciare il club per gli anni trascorsi a Treviso e per il contributo fornito alla società al fine del raggiungimento degli obiettivi stagionali, augurando loro uno splendido prosieguo. Una menzione particolare è per Alessandro, Dean e Marco i quali hanno disputato oltre 100 presenze con la maglia biancoverde. In particolare per Zanni si aprirà un nuovo capitolo all’interno della nostra famiglia. Lo accompagneremo lungo il suo percorso di studi, inserendolo all’interno dello staff dei preparatori fisici della prima squadra e delle giovanili dando a lui la possibilità di imparare tanto e consci dell’importante esperienza che potrà mettere a disposizione del gruppo. Infine un saluto speciale va anche a Nasi che sin dal suo arrivo ha sempre dimostrato essere un vero “Leone” dentro e fuori dal campo nonostante la vita l’abbia messo di fronte ad una dura sfida che da uomo forte ha superato”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news. Dai uno sguardo anche alla nostra pagina Instagram, sempre ricca di spunti

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Benetton sfiderà una nazionale dell’est in amichevole?

Potrebbe assumere contorni decisamente internazionali il pre-campionato dei Leoni, che intanto continuano a lavorare a Treviso

item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Lorenzo Cannone a OnRugby: “Voglio ritagliarmi spazio”

Tra il Sei Nazioni appena terminato e il futuro al Benetton: Lorenzo Cannone si racconta a OnRugby

item-thumbnail

Benetton Rugby: sono due i capitani per la stagione 2021/22

Una fascia in coabitazione per i biancoverdi che affidano il ruolo a un trequarti e a un avanti

item-thumbnail

L’entusiasmo di Leonardo Marin, il nuovo Azzurrino del Benetton

A soli 19 anni il numero 10 della nazionale under 20 va a ingrossare le fila delle aperture a disposizione di Marco Bortolami, mentre sembrava destina...

item-thumbnail

Benetton, Tomas Albornoz: “Questa è una grande squadra”

Il numero 10 argentino si racconta, descrivendo il suo gioco e parlando di cosa è stato importante per scegliere l'Italia