Conor O’Shea: “Ian McKinley diventerà un ottimo allenatore”

Nella prima puntata del “The Eddie Jones coaching podcast”, l’ex CT azzurro ha sfiorato anche temi legati all’Italia

ph. Sebastiano Pessina

Terminata l’esperienza alla guida della nazionale italiana con le dimissioni del novembre 2019, a poche settimane di distanza dalla conclusione della Rugby World Cup 2019 – dopo tre anni e mezzo trascorsi in qualità di capo allenatore della selezione azzurra -, dallo scorso febbraio Conor O’Shea è il Director of Performance Rugby della federazione inglese, sostanzialmente il responsabile della gestione e della direzione strategica del mondo dei rugbisti professionisti oltremanica. Una posizione che porta l’ex estremo dell’Irlanda a lavorare a stretto contatto con Eddie Jones, capo allenatore della nazionale inglese.

Leggi anche: Franco Smith conferma: “Roselli e Moretti alle Zebre”

Una coppia che nelle ultime settimane ha iniziato un’avventura “radiofonica”, con il lancio del nuovo podcast “The Eddie Jones Coaching Podcast”, nel corso dei quale O’Shea e Jones duettano, discutendo dei loro metodi di lavoro, della gestione del rapporto con la rosa dei giocatori, di come motivare una squadra nell’intervallo durante una partita, o dopo una sconfitta.

Durante la prima puntata (qui il link), oltremodo ricca di spunti d’interesse (ca va sans dire), di indicazioni preziose legate ali concetti suddetti e di aneddoti sfiziosi, Conor O’Shea ha sfiorato anche alcuni temi legati al suo passato italiano, articolando l’importanza del saper prima interpretare e poi gestire il momentum di una partita.

“Ian McKinley diventerà un grande allenatore. Ero seduto con lui e ricordo che iniziò a parlarmi di tutta una serie di sport differenti l’uno dall’altro, come rugby, tennis, golf, dando importanza, in ognuno di essi, alla capacità di leggere uno specifico momento di una gara e l’inerzia di una situazione, adattando di conseguenza la propria attitudine mentale, anche svariate volte nel corso di un evento”, ha spiegato O’Shea, indicando nel mediano di apertura del Benetton Rugby un possibile allenatore di valore, prima di dare un rapido sguardo, in tal senso, anche agli anni alla guida degli azzurri.

Leggi anche: Rugby quiz: metti alla prova le tue conoscenze ovali

“In Italia ho avuto tre anni splendidi. Ma quando non sei abituato a vincere, una delle cose più difficili da gestire è quando il momentum di una gara va contro di te. Inizi a rincorrerlo in fretta e furia, cercando di rimetterti in carreggiata il prima possibile. E a volte non dovresti. Come nel golf, non puoi pensare di ribaltare la situazione mentale negativa facendo cose incredibili, ma dovresti ripartire dalle cose più semplici. Ma a volte non è così facile per la nostra mente gestire tale situazione”, ha argomentato O’Shea, spiegando come sia complesso tenere sotto controllo le emozioni e le pulsioni mentali, quando la pressione si alza esponenzialmente.

Matteo Viscardi

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby Sevens: a Monaco si decidono le ultime partecipanti alle Olimpiadi

In palio due pass olimpici femminili e uno maschile

14 Giugno 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Australia: i convocati per la serie con la Francia

Sono 38 i giocatori scelti da Dave Rennie per Australia-Francia, con tanti giovani e una struttura di esperienza a fare da contraltare

13 Giugno 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup: gli Stati Uniti mettono sul tavolo una “tripla” candidatura

Il piano ambizioso degli americani che avanzano un progetto senza precedenti

11 Giugno 2021 Rugby Mondiale / Rugby World Cup
item-thumbnail

World Rugby Ranking: la situazione prima dei Test Match estivi

In vista di una finestra di fuoco

4 Giugno 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Kenki Fukuoka, ritirarsi da M.V.P. a 28 anni

Il forte trequarti giapponese ha disputato l'ultima partita della sua carriera, marcando ovviamente una meta decisiva per la vittoria nel campionato

27 Maggio 2021 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby: due modifiche al regolamento

I cambiamenti riguardano in particolare i calci di punizione in rimessa laterale

26 Maggio 2021 Rugby Mondiale