Super Rugby: i Crusaders non cambieranno nome al momento

La franchigia neozelandese ritiene che la questione necessiti di un fisiologico tempo per rifletterne

L’attacco terroristico avvenuto a Christchurch ha scosso e non poco le coscienze in Nuova Zelanda. Dal canto suo anche il rugby, uno dei capisaldi della cultura neozelandese, ha vissuto anch’esso un momento di sconforto; con i Crusaders in particolare che, essendo la squadra della città in questione, si sono posti delle domande rispetto al loro stemma.

Riflessioni
La franchigia campione in carica nel Super Rugby ha la sua base non lontana dalla moschea dove è avvenuto il triste episodio. Nel suo simbolo più riconoscibile dei Crusaders, campeggia appunto un cavaliere armato di spada che al petto possiede una croce simile a quella indossata dai guerrieri cattolici durante le Crociate. Una cosa questa che ha agitato l’opinione pubblica negli scorsi giorni, a cui l’head coach Scott Robertson ha così risposto: “Consulteremo la comunità musulmana, ma non ora. Lo faremo quando lo riterremo corretto. Capitelo e rispettatelo”.

L’idea del club
“Quello che rappresentiamo è l’opposto di quello che è successo a Christchurch venerdì scorso – fanno sapere dalla dirigenza del club – la nostra crociata è per la pace, l’unità, l’inclusione e lo spirito di comunità “. Si legge in una nota: “Stiamo cercando di capire, considerando anche tutte le valutazioni e i feedback che stiamo ricevendo, quale sia il momento giusto per questo tipo di riflessione e non riteniamo che sia adesso”.

Le parole di Whitelock
Mentre il ministro dello sport neozelandese Grant Robertson ritiene questa “un’azione responsabile e che andava intrapresa”, uno dei capitani dei Crusaders come Sam Whitelock ha voluto chiudere temporaneamente la cosa prima di ritornare a pensare al campo: “Penso che questa sia una cosa più grande del rugby. La cosa che vogliamo fare è essere rispettosi di tutti e trovare una soluzione che sia conciliante”.

Di Michele Cassano

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Gli infiniti viaggi dei Sunwolves

Quanti aerei cambiano i nipponici per le trasferte del Super Rugby? Lo ha riassunto in un tweet Harumichi Tatekawa

18 giugno 2019 Foto e video
item-thumbnail

Cosa è successo nell’ultima giornata del Super Rugby 2019

Alla fine la Nuova Zelanda ha portato ancora quattro squadre ai playoff. E poi la vittoria allo scadere degli Sharks, il ritorno dei Bulls e molto alt...

16 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby 2019: il tabellone dei playoff

Le vittorie di Bulls, Chiefs, Highlanders e Sharks hanno definito i quarti di finale, che inizieranno il prossimo weekend

15 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Malcolm Marx rinnova il contratto e si prende un periodo sabbatico dopo la RWC

Il nuovo contratto tutelerà il giocatore concedendogli sei mesi di pieno recupero

14 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Nehe Milner-Skudder dovrà essere operato per la terza volta

Sempre alla spalla, la stessa già operata nel 2016 e nel 2017. Il trequarti non gioca dallo scorso novembre

11 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Cos’è successo nella penultima giornata di Super Rugby

Jaguares e Brumbies hanno vinto le rispettive Conference. Ancora da decidere gli ultimi slot per i playoff

9 giugno 2019 Emisfero Sud / Super Rugby