La Francia contro World Rugby e l’espulsione da 20 minuti: “Non è vero che i rossi uccidono le partite”

Il vicepresidente della FFR Jean-Marc Lhermet: “Su 160 partite giocate in Tier 1 dal 2021, 30 hanno visto cartellini rossi: la squadra numericamente inferiore ha perso nel 60% dei casi, il che è molto lontano da quello che ci viene detto”

La Francia contro World Rugby e l'espulsione da 20 minuti: "Non è vero che i rossi uccidono le partite"

La Francia contro World Rugby e l’espulsione da 20 minuti: “Non è vero che i rossi uccidono le partite”

Non si placano le polemiche sul cartellino rosso da 20 minuti, utilizzato ormai da qualche anno nel Super Rugby: le federazioni SANZAAR (Nuova Zelanda, Australia, Argentina e Sudafrica) sarebbero favorevoli a un suo utilizzo a livello mondiale, e sarebbero disposte ad appoggiare una possibile proposta di World Rugby, che vorrebbe lanciare una sorta di “prova globale” del rosso da 20 minuti in tutto il mondo. Dall’altra parte, però, alcune federazioni europee si oppongono fermamente, tra queste c’è la Francia, che ha fatto sapere in maniera chiara la sua posizione tramite il vicepresidente della FFR Jean-Marc Lhermet.

Leggi anche: All Blacks: Scott Robertson si affida ai ‘suoi’ Crusaders per ampliare le opzioni in mediana

“Le grandi nazioni del Sud spingono per il cartellino rosso dei venti minuti, sostenendo che l’espulsione di un giocatore abbia un impatto troppo grande sul risultato finale e rischia di far perdere interesse alla gente. Abbiamo consultato il sindacato dei giocatori, il sindacato degli allenatori, gli arbitri. La posizione francese è abbastanza unanime: siamo contrari a questo sviluppo, e lo sono anche altre nazioni del nord” ha dichiarato Lhermet al Midi Olympique.

“Su 160 partite giocate in Tier 1 dal 2021, 30 hanno visto cartellini rossi: la squadra numericamente inferiore ha perso nel 60% dei casi, il che è molto lontano da quello che ci viene detto, cioè che i rossi definitivi falsano le partite. L’impatto del cartellino rosso non è quindi sistematico. La loro tesi secondo cui lo spettacolo verrebbe ucciso da un cartellino rosso non ci sembra fondata” ha proseguito il vicepresidente.

Leggi anche: Dan Biggar: “Un futuro da coach? Ogni allenatore che guardo sembra più vecchio di 10 anni”

Lhermet si è poi concentrato anche su un altro tema importante, quello del cartellino rosso come deterrente per i contrasti pericolosi: “Da quando i gesti scorretti, i placcaggi pericolosi e i contrasti in aria vengono puniti con sanzioni più alte, sono quasi scomparsi. Ecco, temiamo che la banalizzazione del cartellino rosso porti alla fine a far ripresentare questo tipo di comportamenti”.

Anche a livello di immagine e filosofia dello sport, secondo Lhermet eliminare l’espulsione definitiva sarebbe dannoso: “Nella mente delle persone un cartellino rosso significa espulsione definitiva. Rischiamo quindi di perdere il grande pubblico lungo la strada. Da un punto di vista più filosofico, e all’interno dello sport di squadra per eccellenza, ci dispiace anche che venga meno l’impatto collettivo di un cartellino rosso: storicamente, la colpa di un giocatore ha sempre avuto un impatto sulla squadra. nella sua interezza”

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Farrell ha dato del “tuffatore” (e non solo) a un avversario. E per RugbyPass il rugby ha un problema con le simulazioni

Il mediano inglese si è arrabbiato tantissimo per una simulazione di Bevan Rodd durante Saracens-Sale, apostrofandolo duramente, e secondo Andy Goode ...

24 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: Leinster perde la vetta, il Benetton la top 20

L'ultimo aggiornamento della classifica prima delle finali delle Coppe europee

22 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

Ugo Gori: “Dopo il ritiro aprirò una gelateria. L’Italia può rompere il tabù del tour estivo. Benetton fantastico”

Il mediano di mischia appende gli scarpini al chiodo: "La cucina è la mia seconda passione, vorrei fare anche lo chef a domicilio. Gli Azzurri rispett...

17 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: i Saracens entrano nella top10, Benetton guadagna 7 posizioni

Leinster sempre al comando, fuori dalla Top10 La Rochelle

15 Maggio 2024 Terzo tempo
item-thumbnail

European OnRugby Ranking: cambio al vertice, il Benetton va giù

Le semifinali europee hanno un grosso influsso sulla classifica settimanale dei club

9 Maggio 2024 Terzo tempo