Benetton, Gianmarco Lucchesi: “Punto a migliorarmi. Cercherò di rubare i segreti del mestiere ai miei colleghi”

L’azzurrino ha parlato ai microfoni di Ben TV, tra percorso personale e prossima stagione

Gianmarco Lucchesi – Benetton Rugby

Gianmarco Lucchesi, tallonatore toscano classe ’00, sarebbe stato uno dei talenti azzurri (ne parleremo, nel dettaglio, i prossimi giorni) più attesi al Mondiale Junior che avrebbe dovuto svolgersi, queste settimane, proprio in Italia, con una serie di giocatori talentuosi, in rampa di lancio, che avrebbero illuminato la scena, che invece non avremo la fortuna di osservare da vicino.

Leggi anche: Leoni: la differenza tra Permit Player ufficiali e ‘Giocatori invitati’

Ai microfoni di Ben TV, Lucchesi ha raccontato, dettagliatamente, il suo lungo percorso ovale, che l’ha condotto in una dozzina d’anni dal minirugby dei Lions Amaranto, sino alla Ghirada.

Ho fatto tutte le trafile giovanili dei Lions Amaranto, dai 7 anni fino all’Under 16, per poi andare a giocare al Granducato Rugby, con cui ho disputato il campionato nazionale Under 16, prima del periodo in Under 18, team con cui abbiamo raggiunto le finali. Dopo quell’esperienza, nel periodo in cui ero al cdfp di Prato, sono approdato a Remedello dove ho fatto due anni di Accademia, e dopo una stagione di recupero da un problema a caviglia, quest’anno ho conquistato la nazionale Under 20, nelle sfide del Sei Nazioni”, ha spiegato Lucchesi – ancora in attesa di capire ufficialmente con quale team di Top12 sarà tesserato -, che è già proiettato sull’importantissima stagione con il Benetton Rugby.

Leggi anche: Leoni: annunciati i primi 3 invitati

“Devo sfruttare questa opportunità nel migliore dei modi, migliorando sia fisicamente – per raggiungere il livello di fitness richiesto dal Pro14 -, che tecnicamente, soprattutto sulla tecnica di ruolo. Sotto questo profilo, ho già parlato con Hame (Faiva, ndr) e Tomas (Baravalle, ndr), miei colleghi di reparto. Penso siano due persone che mi daranno una mano in questo percorso, soprattutto per l’esperienza. Sono due giocatori di altissimo livello: cercherò di rubare loro i segreti del mestiere”, ha concluso il giovane Leone, indicando tutti gli aspetti su cui sta già lavorando intensamente agli ordini dello staff guidato da Kieran Crowley.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telgram.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Benetton, Zatta furioso: “Contro Munster puniti da 2-3 fischi discutibili”

Il presidente biancoverde: "Vedo il bicchiere mezzo pieno, non do insufficienze a ragazzi che non giocavano da tanto"

item-thumbnail

Benetton, Zanon: “Troppi palloni puliti concessi a Munster”. Lazzaroni: “Playoff alla nostra portata”

Due dei protagonisti del match hanno analizzato la sconfitta in conferenza stampa

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Certe decisioni cambiano le partite. Sono inc…ato, ma orgoglioso dei ragazzi”

Il tecnico biancoverde: "Izekor il mio player of the match, ma tutti hanno fatto una grande partita"

item-thumbnail

URC, il Munster chiude la striscia positiva del Benetton: 30-40 a Monigo

I Leoni giocano bene in attacco, ma alla distanza vengono schiacciati fisicamente dagli avversari. Punto di bonus offensivo all'80'

item-thumbnail

URC: la preview di Benetton-Munster

Match significativo per la graduatoria di United Rugby Championship

item-thumbnail

URC, Benetton: la formazione per la sfida contro Munster

Bellini-Mendy-Smith l'elettrico triangolo allargato, si rivedono Gallo, Steyn e Piantella