Due rinnovi importanti in casa Zebre

Joshua Renton e Jamie Elliot resteranno a Parma anche nella prossima stagione

ph. Luca Sighinolfi

Con la stagione ancora sospesa, e nonostante l’assenza di certezze su un’eventuale ripresa del Pro 14 nelle prossime settimane, le Zebre continuano a muoversi guardando al futuro. Sono infatti ufficiali le conferme di due giocatori stranieri che si sono messi in luce nelle ultime edizioni del campionato celtico: il mediano di mischia Joshua Renton e il versatile trequarti inglese Jamie Elliot, i quali rimarranno a Parma almeno fino al 30 giugno 2021. Una doppia firma che, dopo l’annuncio dell’arrivo di Antonio Rizzi da Treviso, va a delineare sempre di più il roster dei multicolor.

Leggi anche: La rosa delle Zebre Rugby per la stagione 2020/21

Partiamo da Renton che, originario della regione di Otago, lì ha mosso i primi passi su un campo da rugby. Nel 2015, dopo aver fatto parte l’anno precedente dei Baby Blacks nel Mondiale U20, raggiunse l’accordo con gli Highlanders, potendo dunque affacciarsi al mondo del Super Rugby. 8 le presenze per lui con la maglia della franchigia di Dunedin, avendo anche la prestigiosa opportunità di sfidare i British & Irish Lions durante la loro tournée del 2017 nella terra neozelandese. È dell’autunno 2018 la sua firma con le Zebre, con le quali giocando in Pro14 e Challenge Cup ha raccolto 31 presenze, segnando anche 3 mete. Queste le sue parole sul rinnovo che lo vedrà ancora protagonista con la franchigia federale: “Sono entusiasta di firmare per un altro anno con le Zebre, squadra che mi ha concesso l’opportunità di competere in un torneo di assoluto rilievo come il Guinness PRO14. Finora è stata una bella esperienza anche fuori dal campo: i miei compagni di squadra si sono mostrati accoglienti e disponibili nei miei confronti fin dal mio arrivo. Nelle Zebre vedo un potenziale di gioco in costante crescita, specie dopo alcune belle vittorie ottenute recentemente, per cui non vedo l’ora di tornare ad allenarmi e a dare continuità al buon lavoro svolto sin qui”.

Leggi anche: Uno sguardo d’insieme sul mercato delle Zebre

È diverso, ma non meno prestigioso, il cammino di Jamie Elliot, che è cresciuto nell’academy dei Northampton Saints arrivando a 18 anni a debuttare (trovando subito la meta) con la prima squadra. Era il novembre 2011, e i Saints sono stati la sua casa per otto stagioni, nelle quali ha messo insieme ben 155 presenze, segnando in totale 24 mete nel massimo campionato inglese. Anche lui, al pari di Renton, è sbarcato a Parma nel 2018: aveva iniziato la stagione coi Bedford Blues della Championship prima di ricevere la chiamata italiana. Con la divisa zebrata sono 34 i suoi caps, e 7 le marcature pesanti, 4 delle quali nella stagione interrotta 2019/20. Le parole di Jamie Elliott: “Per me è stata una decisione facile, come squadra stiamo crescendo e trovando sempre più affiatamento dentro e fuori dal campo. Mi piace la vita in Italia e il gioco delle Zebre, è un modo di interpretare il rugby molto espansivo che mi permette di mettermi in mostra come giocatore. Spero che in Italia siano tutti al sicuro in questo particolare momento difficile e non vedo l’ora di rivedere i miei compagni di squadra e di tornare a giocare con il mio club”.

Leggi anche: Franco Smith conferma che Roselli e Moretti andranno alle Zebre

Su questo duplice rinnovo, che arricchisce di fosforo e talento il roster delle Zebre, è intervenuto il team manager della franchigia Andrea De Rossi: “Sono due giocatori che ricoprono ruoli diversi in campo, ma che hanno avuto un percorso di crescita molto simile. Elliott si è messo in mostra nel massimo campionato inglese come ala, ma devo dire che una volta arrivato alle Zebre ha dimostrato di essere un giocatore estremamente duttile, oltre che molto serio e professionale. Si è inserito fin da subito nello spogliatoio e il suo rinnovo non è mai stato messo in dubbio. Lo stesso discorso vale per Renton, anch’egli capace di ricoprire più posizioni in campo, come quella di mediano d’apertura come già successo quest’anno. E’ dotato di una buona tecnica, oltre che di una spiccata rapidità di gioco e personalità, per cui ci è piaciuto fin da subito. Al suo arrivo in Italia ha dimostrato inoltre di possedere una grande leadership ed è anche per questo motivo che è stato facile trovare insieme l’accordo sul rinnovo. Ci fa piacere che entrambi abbiano manifestato la volontà di continuare il loro percorso con le Zebre”.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Video: OnRugby Relive, la larga vittoria delle Zebre a Newport – Pro14 ’19/’20

Rivivi il brillante successo dei Multicolor contro i Dragons

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il momento di Federico Mori, tra Nazionale, popolarità ed una famiglia di campionissimi

Abbiamo parlato con il giovane azzurro, nella cui crescita c'è anche lo zampino dello zio Fabrizio, fuoriclasse dell'atletica leggera

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Paolo Pescetto: “C’è competitività nel ruolo d’apertura. Vorrei acquisire leadership e ritmo”

L'ambientamento, gli obiettivi per il futuro e gli idoli di infanzia: il trequarti parla a cuore aperto

1 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Come funziona con i Permit Player delle Zebre Rugby?

Le differenze pratiche e semantiche rispetto ai Leoni

30 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

A che punto sono gli infortunati delle Zebre?

Ne abbiamo parlato con Rocco Ferrari, responsabile medico della franchigia ducale

29 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Alessandro Fusco: “Al lavoro su velocità, capacità decisionale e comprensione del gioco”

Il mediano di mischia ha voglia di misurarsi con la realtà del Pro14

25 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby