Tendai Mtawarira giocherà a Washington DC nel 2020

L’ex pilone degli Springboks disputerà la Major League Rugby con l’Old Glory DC, al debutto nel torneo nordamericano

tendai Mtawarira

ph. Reuters

Il campione del mondo Tendai Mtawarira giocherà nella Major League Rugby 2020, il campionato professionistico nordamericano nato nel 2018. Il pilone sudafricano è stato ingaggiato dall’Old Glory DC, la squadra di Washington DC che debutterà nel torneo proprio a partire dal prossimo anno.

Il 34enne, reduce dalla vittoria nella Rugby World Cup con gli Springboks, sarà uno dei nomi illustri nella MLR per la nuova stagione insieme a Mathieu Bastareaud, Ma’a Nonu, Steffon Armitage e Juan Manuel Leguizamon. È la conferma che per ora il torneo nordamericano ha le potenzialità per attrarre anche grandi giocatori, seppur nella parte finale della carriera.

Mtawarira, soprannominato The Beast, ha lasciato gli Sharks e la nazionale dopo 159 presenze con la franchigia di Durban e 117 con gli Springboks. Classe 1985, Mtawarira è stato per anni uno dei piloni più apprezzati e conosciuti a livello internazionale e ha avuto un ruolo importante nella conquista del Mondiale in Giappone nei mesi scorsi. “Voglio ringraziare sinceramente la società per aver reso possibile tutto questo – ha detto Mtawarira – Non vedo l’ora di poter lasciare il segno sia dentro sia fuori dal campo, per aiutare a far diventare l’Old Glory la miglior squadra della lega”.

L’Old Glory, in breve

Fondato nel 2018 da Chris Dunlavey e Paul Sheehy, che stando alla breve storia riportato sul sito della società si sarebbero conosciuti la prima volta proprio nell’ambasciata sudafricana a Washington, dove avevano partecipato all’annuncio del Test Match tra Galles e Sudafrica nella capitale statunitense.

Entrambi hanno poi partecipato all’organizzazione di quella partita (che non rimarrà negli annali per la sua bellezza) e, rimanendo in contatto, hanno poi fondato l’Old Glory DC. La società è caratterizzata da un partnership con la Federazione scozzese, allo scopo di mettere in piedi un sistema di interazioni tra coach e giocatori.

Nel 2020, come detto, la squadra giocherà per la prima volta nella MLR, i cui partecipanti saliranno a 12. L’Old Glory è stata inserita nella Eastern Conference insieme ai New England Free Jacks, al New Orleans Gold, al Rugby United New York, al Rugby ATL e ai Toronto Arrows (qui per il sito ufficiale del torneo).

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Ellis Genge: “I diamanti grezzi sono nelle aree svantaggiate”

Il pilone dei Bristol Bears critico sul sistema di identificazione dei talenti nel rugby inglese

11 Aprile 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

I dubbi di Rob Baxter sul mondiale per club

Il Director Of Rugby di Exeter ha evidenziato delle perplessità sul nuovo torneo fra Emisfero Nord e Sud

11 Aprile 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Jacob Umaga: “Vorrei indossare la maglia delle Samoa”

Il trequarti del Benetton vuole seguire le orme di suo padre in Nazionale

11 Aprile 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Louis Rees-Zammit: “Mai fatto nulla di così duro come il ritiro pre-Mondiale col Galles”

Il gallese non rimpiange i massacranti ritiri con Warren Gatland: "Il football americano mi si addice di più, ecco perché"

11 Aprile 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby: in fase sperimentale una palla più piccola per il gioco femminile

Lo studio è partito dal Women's Six Nations Festival U18, da poco concluso in Galles

10 Aprile 2024 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Offese online agli arbitri: ecco la prima condanna e il plauso di World Rugby

La federazione mondiale ha accolto positivamente l'intervento delle autorità a contrasto degli abusi via web

9 Aprile 2024 Rugby Mondiale