La corsa ai playoff nel Super Rugby ad una giornata dalla fine

Sette squadre già qualificate, ma solo i Crusaders sicuri aritmeticamente del posto nel tabellone. In tre per l’ottavo slot

ph. Paul Hackett/Action Images

Nel prossimo fine settimana si giocherà l’ultima giornata della stagione regolare del Super Rugby 2018, a cui seguiranno i playoff che si protrarranno fino alla finale del 2 prossimo 2 agosto. Sette delle otto squadre che disputeranno la seconda fase del torneo sono già decise, mentre la 19esima giornata metterà a disposizione l’ottavo per il quale sono ancora tre le franchigie in corsa all’ultima curva. Il weekend conclusivo, inoltre, metterà tutti i tasselli al proprio posto nel tabellone della fase ad eliminazione diretta, dove solo i Crusaders hanno già la testa di serie numero 1 garantita. Prima di addentrarci nei possibili incroci, riepiloghiamo il regolamento del Super Rugby:

  • si qualificano come teste di serie le vincitrici delle tre conference, a prescindere dal punteggio, e la squadra con più punti tra tutte le altre 12

  • completano il tabellone le altre quattro squadre con il punteggio più alto nella classifica globale, senza considerare le conference

Chi potrebbe affrontare chi

Nella parte alta del tabellone, i Crusaders già sicuri del primo posto avranno il quarto di finale all’AAMI Stadium di Christchurch. I rossoneri affronteranno l’ottava qualificata: al momento sarebbero i Rebels, che però saranno impegnati nella difficile trasferta di Dunedin contro gli Highlanders; i favoriti sembrano piuttosto gli Sharks, a loro volta attesi alla prova della verità in casa contro i Jaguares, la vera rivelazione dell’anno (a maggior ragione considerando i risultati dei Pumas). Ancora in corsa anche i Brumbies, che però dovrebbero vincere con il punto di bonus in casa dei Waratahs e sperare che i Rebels perdano senza bonus difensivo e che gli Sharks non vincano.

Waratahs, Lions e Jaguares si giocano le teste di serie numero 2 e 3, da cui potrebbe dipendere un possibile incrocio con una neozelandese come gli Highlanders. Gli australiani dovranno vincere per tenere dietro la prima classificata della conference sudafricana: in vantaggio i Lions non solo per i tre punti da gestire in graduatoria rispetto agli argentini, ma anche per l’avversario da affrontare (i Bulls in casa).

Praticamente certo il derby neozelandese tra Hurricanes e Chiefs nell’altro quarto di finale, da cui poi uscirà l’avversaria in semifinale tra i Crusaders e l’ottava classificata (difficilmente non saranno i rossoneri). Le due franchigie si affronteranno proprio venerdì 13 in un’anteprima di quanto accadrà tra quattordici giorni: in regular season si giocherà a Hamilton, in casa dei Chiefs, ma nei playoff il campo sarà molto probabilmente il Westpac Stadium di Wellington.

I Chiefs dovrebbero vincere con il bonus offensivo e recuperare gli Hurricanes nella differenza punti (al momento i Chiefs sono +91, i Canes a +135). A loro volta, la squadra di Waikato può dormire sonni tranquilli per quanto riguarda il quinto posto per gli stessi motivi (gli Highlanders, sesti, hanno una differenza punti addirittura negativa a -14).

Già qualificate come teste di serie
Crusaders, Waratahs

Già qualificate ai playoff
Lions, Jaguares, Hurricanes, Chiefs, Highlanders

Ancora in corsa per entrare nei playoff
Rebels, Sharks, Brumbies

– Il programma dell’ultima giornata e le classifiche del Super Rugby

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Sudafrica: Duane Vermeulen ha firmato con i Bulls

Il forte numero 8 torna nel Super Rugby

30 ottobre 2018 News
item-thumbnail

Quade Cooper tornerà a giocare nel Super Rugby nel 2019

E farà di nuovo coppia con Will Genia, come ai tempi dei Reds, anche se questa volta ai Melbourne Rebels

23 ottobre 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby: Tony Brown sarà il coach dei Sunwolves

Il tecnico si impegnerà nella stagione 2019 alla guida della franchigia nipponica

27 settembre 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Ma’a Nonu ai Blues, ancora una volta

A 36 anni il centro ex All Black riparte dalla franchigia di Auckland, dove ha giocato nel 2012 e nel 2014

13 settembre 2018 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Il sistema di conference del Super Rugby non è al servizio del Rugby Championship

Australia e Sudafrica faticano a chiudere il gap con gli All Blacks anche perché le loro franchigie giocano poco contro le neozelandesi

1 settembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Coach Mida: tutto quello che Scott Robertson tocca diventa oro

La carriera del capo allenatore dei Crusaders ha un tasso di successo impressionante, e il futuro sembra serbargliene altro. Lui, però, vuole rimanere...

13 agosto 2018 Emisfero Sud / Super Rugby