Schmidt e la IRFU rispondono a O’Connor: “Il sistema funziona”

Il coach della nazionale: “Un anno fa durante il 6 Nazioni Leinster ha conquistato 19 punti su 20, quest’anno nove”

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Stefo 28 Aprile 2015, 08:49

    Come detto nelle scorse settimane MOC probablmente cerca l’alibi e non e’ corretto, pero’ che ci possa essere una certa maggior flessibilita’ e si possano rivedere certe cose per me ci sta…riprendo l’esempio della sfida col Glasgow perche’ per me simbolo dell’eccessiva rigidita’ del sistema, 6-7 titolari non schierabili perche’ si giocava la settimana dopo la fine del 6N….in una partita contro la prima della classe e che sapeva di dentro o fuori magari un 3 giocatori di quei 6-7 potevano anche liberarglieli.

    • maxjan28 28 Aprile 2015, 10:01

      E’ solo ed esclusivamente questione di priorità. La priorità evidentemente era vincere il 6 Nazioni a qualsiasi costo..

  2. BeerMan 28 Aprile 2015, 08:59

    1 vittoria su 5 partite di pro12 disputate nel periodo del 6N sono certamente poca roba per il Leinster,comunque in generale penso che il calendario del 6N possa essere leggermente rivisitato…detto cio’ speriamo in una stagione migliore l’anno prossimo

  3. Alberto da Giussano 28 Aprile 2015, 09:25

    Come volevasi dimostrare.

  4. malpensante 28 Aprile 2015, 09:39

    Per 10 punti Mattin perse la cappa.

  5. Mr Ian 28 Aprile 2015, 11:13

    Che il sistema funzioni non penso ci siano dubbi…sui punti conquistati durante la finestra 6N potremmo parlarne, dipende anche dai calendari e dalle squadre che hai incontrato…

  6. Stefo 28 Aprile 2015, 11:23

    Comuqnue per una volta muovo un paio di critiche a Schmidt, primo si e’ vero i punti non presi nella finestra internazionale pesano ma e’ un po’ deflettere la richiesta, MOC non si riferisce ai giocatori presi dalla Nazionale durante il 6N ma i vari stop e stop and go fuori dalle finestre internazionali…che sia piu’ libero ggi che ieri e’ alquanto discutibile, di sicuro non e’ piu; libero questanno visto che col Mondiale da preparare si fa molta piu’ attenzione, lui per primo. Secondo ricorda che “e’ frustrante” avere a che fare con questo…forse dovrebbe ricordare che qualche lamentela sia sulle regole degli stranieri che il welfare programme l’ha fatta anche lui quando era dall’altro lato della barricata.
    Di positivo nelle sue parole c’e’ il discorso del continuo confronto e tentativo di migliorare la situazione.

    • malpensante 28 Aprile 2015, 14:25

      Ecco, le regole per gli stranieri sembrano fatte da Dondi ai tempi belli di Nitoglia estremo e Dingo ala. Ma quelle erano regole all’italiana: se non piove, se non c’è troppo caldo, se non è di feriale, se non è festa, ecc. 🙂

      • Stefo 28 Aprile 2015, 14:37

        Ah beh perche’ qua?Applicate a salti e ormai nel cesso…Te’o e Smith son gia’ qua cosi’ come Bleyendaal che il Munster lista tra i centri (d’altra parte ad apertura c’era gia’ Gopperth quindi in teoria non poteva venir firmato Bleyendaal) ma il Munster firma Saili…Discorso simile c’e’ Krichner come fa l’Ulster a firmare Ludik?Non si era poi detto che quando va via uno la stessa provincia non puo’ coprire lo stesso ruolo con un altro straniero?Muller va arriva Van der Merwe…

  7. vinicio 28 Aprile 2015, 11:51

    Io continuo a pensare che la decisione della IRFU di bloccare quei giocatori per la partita vs Glasgow fosse pienamente corretta. Ancora più corretta, se analizzata con il senno di poi, visto che Leinster fallirà i playoff per più di 5 punti…
    è bene ricordare che si trattava di una partita dopo le sfide con Galles e Scozia e prima del 1/4 di Champions Cup.
    Partite tutte vinte e che hanno portato al 6N…

Lascia un commento

item-thumbnail

URC: la formazione dei Bulls che attende il Benetton Rugby

Nortje capitano di una squadra che schiera Kurt-Lee Arendse e Willie Le Roux nel triangolo allargato

item-thumbnail

Carr, flanker dei Bulls: “Il Benetton non muore mai, piazzeremo tutto”. Moodie: “Non li sottovaluteremo”

I sudafricani elogiano i biancoverdi alla vigilia dei quarti. Il director of rugby White: "Il Benetton è una squadra testarda e piena di giocatori del...

item-thumbnail

URC, Edimburgo: la formazione per la trasferta a Treviso

Duhan van der Merwe sarà il pericolo pubblico numero uno in una squadra infarcita di internazionali scozzesi

item-thumbnail

URC: i movimenti di mercato delle franchigie irlandesi

Munster e Ulster si muovono e annunciano i primi ingressi in rosa in vista della prossima stagione

item-thumbnail

Leinster: il terza linea Rhys Ruddock annuncia il ritiro

Il flanker dell'Irlanda saluta il rugby dopo quasi 15 anni di fedeltà alla squadra di Dublino

item-thumbnail

URC: Simon Zebo si ritira a fine stagione

Dopo 14 anni di carriera lascia un personaggio eclettico del rugby irlandese: 35 caps internazionali, oltre 150 presenze con il Munster