La formazione dell’Italia del rugby contro il Galles, con Ioane e Varney titolari – Autumn Nations Cup

Azzurri con una cerniera mediana giovanissima (39 anni in due) e tanta continuità rispetto a quanto già visto nel torneo

La formazione dell'Italia del rugby contro il Galles

La formazione dell’Italia del rugby contro il Galles, con Stephen Varney e Monty Ioane titolari ph. Sebastiano Pessina

Franco Smith, capo allenatore della Nazionale azzurra, ha selezionato ufficialmente la formazione dell’Italia del Rugby contro il Galles, per la partita di sabato 5 al Parc y Scarlets di Llanelli, valida come finale per il quinto posto conclusivo, nell’Autumn Nations Cup, inedito torneo autunnale che ha preso il posto, per questo 2020, dei canonici Test Match internazionali di fine anno.

Due cambi, ma oltremodo significativi, nel XV di partenza scelto dall’head coach sudafricano, che lancia dal primo minuto Monty Ioane – ala australiana equiparata (da poco sono passati i tre anni di residenza a Treviso), al debutto in magia azzurra – e Stephen Varney, mediano di mischia classe ’01 di Gloucester, alla prima dal 1′, rispettivamente al posto di Matteo Minozzi (acciaccato, con Jacopo Trulla che scala ad estremo) e Marcello Violi, tra i più deludenti nella notte di Parigi.

Confermato in blocco, invece, il resto della squadra visto in Francia, con un unico cambio tra gli 8 della panchina – dove trovano nuovamente spazio Michele Lamaro e Cristian Stoian, che hanno bagnato il loro esordio allo Stade de France -, con il numero 9 delle Zebre Rugby Guglielmo Palazzani al posto di Varney (entrato nei XV al posto del suddetto Violi).

Gioventù al potere

Gli azzurri si presentano così al Parc y Scarlets con ben 10 giocatori nati a partire dal ’97, con una cerniera mediana (Varney-Garbisi) giovanissima, da 39 anni in due. Smith, coerentemente con quanto detto in tempi recenti, dà fiducia all’ossatura della compagine italiana di queste settimana, puntando nuovamente sulla coppia in mezzo al campo Canna-Zanon, e confermando Trulla e Sperandio in un triangolo allargato che accoglie per la prima volta Monty Ioane, sul cui possibile contributo abbiamo tracciato un quadro chiaro negli scorsi mesi.

Invariato il pacchetto degli avanti, che – nella notte deficitaria di Parigi -, almeno nel primo tempo, aveva fornito una prestazione dignitosa – soprattutto nelle fasi di conquista -, salvo poi spegnersi a sua volta alla distanza.

Leggi anche: Rugby in diretta, il palinsesto tv e streaming del weekend dal 4 al 6 dicembre

“Vogliamo concludere nel migliore dei modi il torneo. Abbiamo una nuova opportunità di poter scendere in campo e cercare di mostrare il nostro valore. Il Galles è una squadra esperta e non ha bisogno di presentazioni. Il focus deve essere incentrato sulla nostra prestazione”. ha dichiarato Franco Smith, commentando le sue scelte sui canali stampa ufficiali della federazione.

Leggi anche: Nazionale Italiana Rugby, le schede biografiche degli Azzurri

La partita Galles-Italia, in programma sabato 5 dicembre, alle ore 17.45, al Parc y Scarlets di Llanelli e valida come finale per il quinto posto dell’Autumn Nations Cup, sarà visibile in diretta tv su Canale 20 e in diretta streaming su SportMediaset.it e sull’app di SportMediaset.

La formazione dell’Italia per la sfida contro il Galles (qui la formazione dei dragoni)

15 Jacopo TRULLA (Kawasaki Robot Calvisano, 2 caps)
14 Luca SPERANDIO (Benetton Rugby, 7 caps)
13 Marco ZANON (Benetton Rugby, 3 caps)
12 Carlo CANNA (Zebre Rugby Club, 46 caps)
11 Montanna IOANE (Benetton Rugby, esordiente)
10 Paolo GARBISI (Benetton Rugby, 4 caps)
9 Stephen Lorenzo VARNEY (Gloucester Rugby, 2 caps)
8 Braam STEYN (Benetton Rugby, 43 caps)
7 Johan MEYER (Zebre Rugby Club, 8 caps)
6 Maxime MBANDA’ (Zebre Rugby Club, 24 caps)
5 Niccolò CANNONE (Benetton Rugby, 7 caps)
4 Marco LAZZARONI (Benetton Rugby, 10 caps)
3 Giosuè ZILOCCHI (Zebre Rugby Club, 9 caps)
2 Luca BIGI (C) (Zebre Rugby Club, 31 caps)
1 Danilo FISCHETTI (Zebre Rugby Club, 7 caps)

A disposizione: 
16 Leonardo GHIRALDINI (Svincolato, 106 caps)
17 Simone FERRARI (Benetton Rugby, 33 caps)
18 Pietro CECCARELLI (Brive, 13 caps)
19 Cristian STOIAN (Fiamme Oro Rugby, 1 cap)
20 Michele LAMARO (Benetton Rugby, 1 cap)
21 Guglielmo PALAZZANI (Zebre Rugby Club, 40 caps)
22 Tommaso ALLAN (Benetton Rugby, 59 caps)
23 Federico MORI (Kawasaki Robot Calvisano, 4 caps)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021, Italia: i 6 azzurri rilasciati ai club per il weekend

Tutti potenzialmente in campo, tra Top14 e Pro14

4 Marzo 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021: tre cambi e un nuovo invitato tra i convocati dell’Italia del rugby per la sfida al Galles

La partita con i dragoni è in programma sabato 13 marzo all'Olimpico di Roma

2 Marzo 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021, Italia: il bollettino medico riguardante Lazzaroni, Traorè e Varney

Tre gli azzurri usciti malconci dalla sfida all'Irlanda

28 Febbraio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021, Italia: è sempre la stessa storia

La partita contro l'Irlanda è un'altra pesante sconfitta dalla quale l'Italia può trarre poco per il futuro

28 Febbraio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni, l’Italia secondo Smith: “È dura per tutti, ma per imparare a camminare dobbiamo prima gattonare”

La conferenza stampa del CT azzurro dopo la sconfitta dell'Olimpico contro l'Irlanda

27 Febbraio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2021: l’Irlanda domina a Roma, Italia sconfitta 48-10

Sei mete dei verdi, per gli azzurri marcatura pesante di Meyer

27 Febbraio 2021 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni