Galles: Callum Sheedy al potere, North di ritorno nella formazione anti-Italia

Kieran Hardy dividerà la cabina di regia con il mediano di apertura dei Bristol Bears

George North Galles Autumn Nations Cup

George North torna in formazione per Galles-Italia – ph. Sebastiano Pessina

Per la ultima partita della Autumn Nations Cup 2020 contro l’Italia, che assegnerà un quinto posto la cui legittimità è francamente di poco interesse, ma che opporrà due squadre che attraversano una dolorosa ricostruzione, il Galles rivoluziona la propria cabina di regia.

Saranno infatti Kieran Hardy e Callum Sheedy a prendere il controllo delle operazioni per la gara contro gli Azzurri, dopo aver debuttato dal primo minuto congiuntamente nella partita contro la Georgia.

Leggi anche: Verso Galles-Italia, Shane Williams: “Mi aspetto una vittoria gallese di 15 punti”

Hardy, 25 anni, cresciuto negli Scarlets e tornato a Llanelli nel 2018 dopo un paio di stagioni nel Championship inglese, conquisterà il suo secondo cap.

Sheedy, anch’egli classe ’95, ha fatto una lunga gavetta ai Bristol Bears prima di riuscire a conquistarsi la maglia numero 10 del club arrivato terzo nella Premiership dello scorso anno, nella quale ha avuto un ottimo rendimento. Ha debuttato con il Galles contro l’Irlanda nel primo match della Autumn Nations Cup e a livello giovanile ha rappresentato sia l’Irlanda che il Galles, oltre ad essere apparso per l’Inghilterra in un match senza caps contro i Barbarians nel 2019, insieme al compagno di nazionale Johnny Williams.

Niente Dan Biggar e niente Leigh Halfpenny nei 23 di Pivac, con Liam Williams scelto per indossare la maglia numero 15 per la prima volta in questo torneo e Josh Adams e Louis Rees-Zammit confermati alle ali (ma a quanto pare con i numeri di maglia invertiti rispetto a 7 giorni fa).

C’è invece il ritorno di George North, che sostituisce Nick Tompkins con la maglia numero 13. Sarà il 98esimo cap del giocatore, finora escluso dalle formazioni di Pivac nella Autumn Nations Cup e che non gioca centro da Galles-Italia 42-0, prima partita del Sei Nazioni 2020.

L’altro gradito ritorno è quello di Justin Tipuric, che si aggiudica il posto in terza linea dopo aver recuperato dalla concussion subita contro la Georgia. Ne fa le spese Shane Lewis-Hughes, mentre è confermato per il suo terzo cap James Botham, uno dei migliori del match contro l’Inghilterra.

La grande novità del pacchetto di mischia è la prima presenza da titolare per il tallonatore degli Ospreys Sam Parry, che sarà affiancato da Nicky Smith e Tomas Francis.

Tornano a fare coppia in seconda linea il capitano Alun Wyn Jones (per quell’affare dei caps tocchiamo quota 143 con il Galles, 152 totali) e il Wasp Will Rowland.

La panchina di Pivac è piena di qualità: Elliot Dee, Leon Brown, Cory Hill, Aaron Wainwright e Gareth Davies sono cambi importanti per l’ultima mezz’ora di partita. Con loro anche Ioan Lloyd, il numero 10 classe 2001 che milita nei Bristol Bears ed ha già esordito in nazionale contro la Georgia.

“Sabato è un’altra opportunità di continuare a costruire e vedere i risultati del grande lavoro in allenamento – ha detto il tecnico Wayne Pivac – abbiamo fatto esordire otto nuovi giocatori in questo torneo e alla fine della partita ciascuno di loro avrà avuto più di una apparizione. Fin dall’inizio volevamo che questa finestra internazionale si occupasse di dare opportunità ai giocatori e lo abbiamo fatto.”

La formazione degli Azzurri sarà resa invece pubblica giovedì pomeriggio alle 16:30.

Galles: 15 Liam Williams, 14 Josh Adams, 13 George North, 12 Johnny Williams, 11 Louis Rees-Zammit, 10 Callum Sheedy, 9 Kieran Hardy, 8 Taulupe Faletau, 7 Justin Tipuric, 6 James Botham, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Will Rowlands, 3 Tomas Francis, 2 Sam Parry, 1 Nicky Smith.
A disposizione: 16 Elliot Dee, 17 Wyn Jones, 18 Leon Brown, 19 Cory Hill, 20 Aaron Wainwright, 21 Gareth Davies, 22 Ioan Lloyd, 23 Jonah Holmes

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rassie Erasmus: “Pur di giocare contro i Lions siamo disposti a qualsiasi cosa”

Il responsabile tecnico degli Springboks esprime il suo punto di vista sulla vicenda

18 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

British & Irish Lions: petizione popolare, con richiesta di rinvio del tour al 2022

I tifosi si schierano dalla parte della storia itinerante della selezione, senza dimenticare l'indotto turistico sudafricano

13 Gennaio 2021 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Joel Stransky: “Cancellare il tour dei Lions sarebbe un disastro”

Lo storico numero 10 degli Springboks vede un futuro nero per l'atteso scontro tra Sudafrica e Lions

item-thumbnail

British & Irish Lions: e se il Tour del 2021 contro il Sudafrica si disputasse “in casa”?

La clamorosa ipotesi è al vaglio: da valutare ci sono incastri economici, logistici, sanitari, finanziari e tecnici

item-thumbnail

Gareth Anscombe è tornato ad allenarsi dopo 17 mesi d’assenza

Il trequarti gallese sembra vedere la luce infondo a un tunnel fatto di buio e di infortuni

item-thumbnail

Tour dei Lions a rischio rinvio? Si decide entro febbraio

Tante implicazioni in vista dello scontro coi Campioni del Mondo. Ecco il nuovo possibile calendario se i Lions non giocassero quest'estate