Test match: Il rugby internazionale torna in campo a partire dal 24 ottobre

World Rugby ha approvato la proposta di calendario per la parte finale del 2020

Test match: si riprende ad ottobre – ph. Sebastiano Pessina

Il rugby internazionale riapre i battenti: dal 24 ottobre tutte le principali squadre nazionali del mondo ovale ritorneranno ad affrontarsi per un autunno caldissimo.

World Rugby ha infatti approvato la deroga alla Regulation 9, l’insieme delle norme che regolano il calendario internazionale, e ha annunciato il ritorno dei test match a partire dal prossimo autunno, con due finestre internazionali separate fra emisfero nord ed emisfero sud.

Emisfero boreale

I fine settimana del 24 e del 31 ottobre vedranno la conclusione del Sei Nazioni 2020. Rimangono da giocare Irlanda-Italia del quarto turno e tutte e tre le partite del quinto: Italia-Inghilterra, Galles-Scozia, Francia-Irlanda. Con l’Inghilterra e la Francia prime a pari punti e l’Irlanda con due partite ancora da disputare, i giochi sono apertissimi per la conquista del trofeo.

La classifica provvisoria del Sei Nazioni 2020

Il 7 novembre verrà osservato un turno di stop, con le sei compagini europee che torneranno poi in campo a partire dal 14 fino al 6 dicembre. Ci sarà spazio per quattro test match per ciascuna nazionale.

Emisfero australe

Nel sud del mondo, invece, c’è da giocare il Rugby Championship. Nonostante le preoccupazioni per la partecipazione del Sudafrica al torneo, per il momento la finestra individuata per disputare il torneo va dal 7 novembre al secondo fine settimana di dicembre.

Gli organizzatori hanno chiesto alla Nuova Zelanda di disputare l’intera competizione sul territorio del paese, in modo da inserire gli atleti all’interno di una bolla protetta per il mese che il Championship richiederà per essere concluso.

Il rugby di club, intanto

La scelta di giocare da fine ottobre a inizio dicembre è stata fatta per permettere al Pro14, alla Premiership e alle coppe europee di portare a termine la stagione 2019/2020 nei modi che ogni competizione riterrà opportuni, ma con i club che avranno a disposizione le proprie rose al completo.

Ciononostante la decisione del Consiglio di World Rugby di aprire una finestra internazionale così ampia avrà un impatto significativo sulla stagione 2020/2021 dei maggiori campionati europei. Con il Top 14 destinato a ripartire il prossimo 5 settembre e ad andare avanti per tutta la finestra internazionale, e il Pro14 che ha individuato nel 3 ottobre una possibile data d’inizio della prossima annata, saranno numerose le giornate in cui i club dovranno fare a meno dei propri giocatori internazionali.

Il nuovo calendario internazionale

Lo spostamento e l’ampliamento della finestra internazionale 2020 è un’eccezione e non diventerà la regola.

Nonostante l’intenzione dei vertici di World Rugby di modificare lo svolgimento della stagione dei test match, negli ultimi mesi non si è riusciti a trovare per il momento una convergenza di interessi che permetta di rivoluzionare il calendario delle squadre nazionali.

Rimane uno dei fronti sui quali si lavorerà nei prossimi mesi.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Rugby World Cup 2021: i gironi del prossimo Mondiale

Ad Auckland, Dan Carter, Farah Palmer e Jacinda Ardern, tra gli altri, hanno dato vita al sorteggio per il torneo neozelandese

19 Novembre 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Rugby World Cup 2021, stasera il sorteggio dei gironi: le fasce

In diretta streaming, da Eden Park, sui canali social di World Rugby

19 Novembre 2020 Campionati Italiani / Rugby Femminile
item-thumbnail

World Rugby Ranking: rivoluzione nella classifica mondiale

Il primo weekend di Autumn Nations Cup e la sorpresa nel Tri Nations hanno cambiato le carte in tavola

15 Novembre 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

World Rugby Awards: il miglior giocatore del decennio

E la miglior giocatrice. E il miglior giocatore di Sevens. E le migliori mete. Tutte le nominations

15 Ottobre 2020 Rugby Mondiale
item-thumbnail

Leonardo Ghiraldini lavorerà a stretto contatto con World Rugby

L'azzurro, assieme ad altri 13, è stato nominato dall'International Rugby Players per lavorare con la federazione mondiale

14 Ottobre 2020 Rugby Mondiale