Australia, Will Genia richiama il movimento ad essere più unito

Il veterano, ritiratosi dalla carriera internazionale, fotografa quello che sta avvenendo nella sua nazione a livello ovale

genia australia

ph. Sebastiano Pessina

In Australia il rugby sta vivendo un momento di caos incredibile. All’interno della Federazione e fra le parti coinvolte è un tutti contro tutti in merito ai provvedimenti da prendere per cercare di tenere in piedi, con grandi sforzi e sacrifici, il movimento.

Nell’occhio del ciclone c’è il CEO Raelene Castle che, nonostante la scelta di tagliarsi lo stipendio, rischia addirittura il licenziamento a causa di numerosi contrasti con colleghi, giocatori e media.

In sua difesa è intervenuto però uno dei grandi nomi del rugby wallabies, quel Will Genia che ritiratosi dall’attività internazionale al termine della Rugby World Cup 2019 per andare poi a giocare in Giappone non le ha mandate a dire: “Sono incredibilmente triste per due aspetti – ha affermato – il primo è legato alle difficoltà economiche di chi si occupa di rugby nel nostro Paese, il secondo invece riguarda le faide che si stanno verificando in questi giorni. Vedo gente attaccarsi, puntare il dito contro Raelene Castel, anzichè collaborare per cercare di risolvere i problemi”.

Poi prosegue parlando di campo: “Qui vedo solo gente pronta a buttarsi l’un con l’altra sotto un treno, proprio il contrario di quelle che sono le immagini più significative del nostro sport.
Da ritirato voglio dire invece che notavo un certo entusiasmo invece per l’arrivo di Dave Rennie – che ora è a rischio, ndr –  e del suo coaching staff: la vicenda Folau è stata messa definitivamente alle spalle, un nuovo gruppo di lavoro valido. Si stavano mettendo in atto cose giuste per la nazionale e per il set-up delle franchigie nel Super Rugby”.

Nell’ultima assemblea generale, Rugby Australia ha dichiarato un debito di circa 5.343.472,42 milioni di euro.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Gli Springboks organizzano una lotteria di beneficenza con i cimeli della Rugby World Cup 2019

I campioni del mondo voglio aiutare il loro Paese in questo momento di difficoltà

25 Maggio 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

I Pumas lavorano già per la RWC 2023

Mario Ledesma ha stilato una lista di 59 giocatori per far parte del nuovo ciclo mondiale della nazionale argentina

24 Maggio 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Michael Cheika: “Avrei dovuto lasciare i Wallabies prima”

In un'intervista al Times l'ex coach dell'Australia ha detto che avrebbe dovuto lasciare la nave già nel 2018

24 Maggio 2020 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

La squadra tongana intrappolata in Nuova Zelanda

Da oltre due mesi ci sono 29 rugbysti bloccati nella zona di Auckland, ecco la loro incredibile storia

23 Maggio 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Sam Whitelock ammette: “Mi sarebbe piaciuto fare il capitano degli All Blacks”

Il veterano spiega le sue ragioni rispetto alla mancata nomina. A essere scelto è stato Sam Cane

22 Maggio 2020 Emisfero Sud
item-thumbnail

Rugby mercato sempre ricco di novità

Un Campione del Mondo cambia squadra, contratti rinnovati in Premiership e una partenza pesante da Glasgow

21 Maggio 2020 Emisfero Nord