Benetton Rugby, il post Ulster visto da Federico Ruzza: “Non dobbiamo attaccarci all’arbitro. Avevamo la vittoria in mano”

L’avanti ha fotografato la partita contro Ulster e le prospettive dei Leoni in vista della volata playoff

ph. Ettore Griffoni

Un pareggio che sa di beffa, ma profuma anche di grande consapevolezza. Al ritorno da Belfast, abbiamo intercettato Federico Ruzza per farci spiegare come è stata la partita del Benetton – vista dentro – in casa di Ulster (ormai due giorni fa). Il seconda linea si è cosi espresso.

Iniziamo con una domanda classica: quali impressioni ti porti dentro, rispetto agli 80′ di gioco?
E’ stata una partita intensa e molto dura a livello fisico. Ulster è una squadra molto diretta: hanno un pack molto forte.
L’obiettivo era quello di tenere il pallone il più a lungo possibile togliendolo a loro, che sono una formazione che calcia molto poco e sviluppa tanto gioco alla mano. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, limitandoli a un solo vero ingresso nei nostri ventidue, mentre nella ripresa sono stati un po’ più pericolosi; ma valuto comunque positivamente la nostra prestazione.

Hai parlato proprio del secondo tempo. Nella parte finale della partita siete stati parecchio sollecitati in difesa eppure non avete mostrato crepe, nonostante una comprensibile stanchezza
Abbiamo sempre cercato di fare della difesa uno dei nostri punti di forza, pur non avendo il possesso abbiamo dimostrato che con organizzazione e territorialità (intesa come disposizione, ndr) siamo riusciti a tenere distanti i nostri avversari.

Veniamo all’episodio che ha fatto agitare gli animi in coincidenza dell’ottantesimo: ci racconti il tuo punto di vista?
L’arbitro ha cercato durante la gara di limitare al minimo le cosiddette “perdite di tempo”, che possono essere quelle nei cambi, una chiacchiera con i piloni prima di una mischia, il trasferimento prima di una touche, facendo bloccare il cronometro ogni qualvolta lo richiedesse, ma non c’è nulla contro di noi. Non dobbiamo attaccarci a queste cose: avevamo la vittoria in mano e non portarla a casa ci ha dato fastidio, poi si sa che a caldo le reazioni possono essere anche un po’ eccessive.
Dobbiamo invece analizzare quello che di positivo è successo ed è stato tanto. Siamo andati in casa dell’Ulster, dove solo una squadra è passata quest’anno, e siamo stati a un passo dal vincere. E’ chiaro che ci siano delle cose da migliorare, ma dobbiamo focalizzarci su quello di buono che abbiamo fatto.

Nei prossimi cinquanta giorni si potrà decidere molto delle vostre sorti nel Pro14: nonostante le assenze inevitabili che ci saranno, vi sentite più consapevoli delle vostre conoscenze?
Sicuramente. Quello che ci dà maggiore fiducia, in ogni caso, sono le prestazioni. A volte il risultato può anche non arrivare, però se lavori bene sarai sempre più vicino a raggiungere la vittoria: è tutto una conseguenza. E’ chiaro che alcuni risultati portino più entusiasmo, ma non dobbiamo focalizzarci solo su quello.
In futuro affronteremo partite determinanti, la rosa però ha dimostrato di essere pronta e competitiva a tutti i livelli e chi sarà chiamato a scendere in campo lo farà al massimo delle sue possibilità. Le assenze non saranno di certo un problema.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Champions Cup: Benetton a secco, il Lione vince 28-0

Leoni sempre in affanno in Francia e mai efficaci nelle occasioni avute in attacco: padroni di casa a segno con quattro mete

7 Dicembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Champions Cup: la formazione del Benetton Rugby per la gara contro Lione

Quattordici potenziali azzurri nei quindici di partenza scelti da coach Kieran Crowley, che lancia Antonio Rizzi dal primo minuto

6 Dicembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby verso il Lione, Quaglio: “In Francia consapevoli dei nostri punti di forza”

Il pilone azzurro prova a fotografare la prossima partita dei Leoni contro la formazione transalpina

4 Dicembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, l’analisi di Zani: “Dobbiamo imparare a gestire la pressione”

Il pilone fissa il punto da cui ripartire in vista delle prossime gare, fra Champions Cup e Pro14

3 Dicembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Dopo Benetton-Cardiff: le parole di Crowley, Sgarbi e Cannone

Focus sugli errori che hanno permesso ai Blues di rimontare nel finale. Il capitano: "Il morale deve rimanere alto"

1 Dicembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: Benetton punito allo scadere, i Cardiff Blues vincono 28-31

Grossa occasione sprecata dai Leoni, che vengono rimontati da 28-17 nell'ultimo quarto d'ora. Quinta sconfitta in sette partite

30 Novembre 2019 Pro 14 / Benetton Rugby