Inghilterra: Eddie Jones non chiude la porta in faccia né a Cipriani né a Ashton

Il tecnico della nazionale non sembra così sicuro di volersi privare delle prestazioni dei due trequarti

ph. Sebastiano Pessina

Nel bene o nel male alla fine si passa sempre e comunque dalle scelte di Eddie Jones. Una constatazione con cui il rugby d’Oltremanica ha dovuto saper fare i conti in questi anni e che si appresta a vivere nuovamente nella decisione del ct circa il “Caso Cipriani”.
Dopo l’arresto e la querelle che ne è seguito, il nome del trequarti è stato nominato un po’ da tutti in Inghilterra con l’opinione pubblica e gli addetti ai lavori che accusavano o difendevano il giocatore in forza al Gloucester a seconda delle situazioni.
Ora però a parlare è stato Eddie Jones, che si è così espresso circa una possibilità di continuare a vedere Cipriani con la maglia della Rappresentativa della Rosa: “Con Danny e il suo club abbiamo avuto una bella chiacchierata – esordisce nella sua intervista con i media britannici – lo giudicheremo per quello che farà sul campo. Volete sapere se ha ricevuto da me un ultimo avvertimento? Non proprio, ma come ogni giocatore si deve disciplinare. Il tempo che intercorre fra una sessione di allenamento e l’altra deve essere speso meglio”.

Una possibile assoluzione emerge quindi dalle parole del tecnico, a patto che il rendimento rimanga di alto livello. Stessa condotta riconducibile anche alla decisione su Chris Ashton: “Stiamo osservando ciò che sta facendo in allenamento. Abbiamo mandato uno dei nostri collaboratori, negli ultimi due giorni, a lavorare con lui. Aspetteremo e vedremo – continua parlando del rendimento dell’utility back – ha una grande attitudine, è eccezionale, vuole migliorare e lavorare sodo: è un buon elemento. Non avrebbe potuto fare di più per impressionarci. “

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Nominato il nuovo amministratore delegato del Sei Nazioni, succederà a Ben Morel da aprile

Si tratta di Tom Harrison, ex capo dell'England and Wales Cricket Board (ECB) ed ex dirigente di IMG Media e ESPN STAR Sports

27 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Il Sei Nazioni chiude la porta al Sudafrica: “Nessuna espansione in questo momento”

Il CEO di Six Nations, Ben Morel, ha messo le cose in chiaro

25 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: Inghilterra, problemi di infortuni. Ben 4 cambi rispetto ai primi convocati

Il ct Steve Borthwick deve gestire un'infermeria già molto piena

24 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Galles: Gatland vuole riconsiderare la regola dei 60 cap

L'allenatore del Galles stringe i tempi per discutere la regola sul numero di presenze necessarie a un giocatore che milita all’estero per essere conv...

24 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Gatland: “Con l’Italia bisognerà costruire di 3 punti in 3 punti”, e glissa sul cucchiaio di legno…

Il tecnico del Galles ha risposto alle nostre domande in conferenza stampa

23 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Inghilterra, torna d’attualità la staffetta Smith-Farrell

Steve Borthwick deve decidere se metterli in campo insieme o preferire uno all'altro, Kevin Sinfield dà un indizio

19 Gennaio 2023 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni