Pro14: il Benetton Treviso a caccia della quinta vittoria consecutiva

La vittoria di Edimburgo non deve distrarre i Leoni, attesi ad una trasferta delicata contro i Dragons. Kick-off alle 16:30

benetton

ph. Ettore Griffoni

Il Benetton Treviso si ritrova nella stessa scomoda situazione di una settimana fa. Edimburgo non sembra dare cenni di cedimento e, anzi, continua a giocare addirittura al rilancio, vincendo consecutivamente contro Leinster e Ulster e agganciando proprio i nordirlandesi al terzo posto della Conference B, a +12 dal Benetton. Uno scenario forse inaspettato in Ghirada, che alza l’asticella della missione biancoverde nel voler riprendere gli scozzesi in classifica e accedere allo spareggio per un posto in Champions Cup.

D’altronde, fin dall’inizio era chiaro come i veneti non fossero padroni del proprio destino, e a suon di vittorie Edimburgo non sta facendo altro che spegnere le speranze di rimonta trevigiane, soprattutto se il calendario segna soltanto sette giornate al termine della stagione regolare.

In ogni caso, non per questo il Benetton si presenta a Newport senza altri obiettivi che non riguardino la vittoria di giornata. Innanzitutto, i I Leoni possono aspirare a battere il numero di successi ottenuti in un singolo torneo, ovvero i 10 ottenuti nell’annata di grazia 2012/2013 con Franco Smith in panchina.

A cascata, ci sono anche un altro paio di record alla portata degli attuali biancoverdi: per esempio, il maggior numero di vittorie consecutive nella Celtic League, eguagliato domenica scorsa contro gli Scarlets a quota quattro come già accaduto nella stagione 2011/2012, ma la corsa per tornare a vincere due partite all’estero nello stesso campionato come non accade sempre dal 2012/2013 (vittorie a Edimburgo e Llanelli).

Esulando dai numeri, alla base di tutto per i Leoni c’è la voglia di confermarsi agli stessi livelli di sette giorni fa. Kieran Crowley non può che affidarsi agli stessi (o quasi) capaci di marcare cinque mete agli Scarlets campioni in carica, consapevole dell’amalgama che può venire a crearsi in un gruppo più ristretto e in situazioni di emergenza, con dodici giocatori assenti per gli impegni con la Nazionale (più altri otto per infortuni).

– Leggi anche: l’intervista a Luca Sperandio

Il coach neozelandese dunque ripropone la coppia di centri Morisi-Iannone (entrambi molto positivi nel far girare l’attacco, soprattutto il primo) e il bi-centurione Alberto Sgarbi in terza linea insieme a Barbini e all’inamovibile Douglas. Una formazione dal tasso tecnico abbondante, confidente nell’allargare il pallone e nel tentare giocate più rischiose che possano impreziosire un piano di gioco rimasto invariato nonostante i tanti cambiamenti forzati del periodo, e che l’asse Tebaldi-Banks ha ben interpretato domenica.

Anche se con diverse incognite in panchina, legate soprattutto alle condizioni fisiche di alcuni singoli come Zani, Fuser e Minto, diventa difficile non considerare il Benetton come il naturale favorito della sfida del Rodney Parade. In classifica, Treviso e Dragons sono divisi da diciotto punti, con i gallesi in grado di racimolare due successi contro i sette degli italiani.

Pur essendo allettanti, le premesse raccontano anche un’altra storia, ovvero delle cinque sconfitte consecutive del Benetton sul campo di Newport, alcune delle quali anche piuttosto nette come il 33-15 del 2016 e il 26-8 dello scorso gennaio. La squadra allenata da Bernard Jackman, inoltre, si presenta all’incontro in buona forma, avendo fermato sul 15-15 la capolista Glasgow nella scorsa giornata, a dimostrazione di come anche una delle trasferte più abbordabili del campionato possa trasformarsi in un tunnel senza uscita.

Per l’occasione, il coach irlandese lancia dal primo minuto l’ala diciottenne Rio Dyer, confermando ancora l’ex Springboks Zane Kirchner come mediano d’apertura e Hallam Amos – tra i maggiori pericoli per gli ospiti – a estremo. Rispetto alla bella partita giocata contro i Warriors c’è anche un altro cambio, con Lewis Evans al posto di James Benjamin in terza linea.

Calcio d’inizio alle ore 16:30, diretta streaming su Eurosport Player.

Le formazioni

Dragons: 15 Hallam Amos, 14 Rio Dyer, 13 Adam Warren, 12 Jack Dixon, 11 Jared Rosser, 10 Zane Kirchner, 9 Dan Babos, 8 Lewis Evans, 7 Aaron Wainwright, 6 Harri Keddie (c), 5 Rynard Landman, 4 Joe Davies, 3 Lloyd Fairbrother, 2 Liam Belcher, 1 Sam Hobbs
A disposizione: 16 Ellis Shipp, 17 Gerard Ellis, 18 Leon Brown, 19 Henri Williams, 20 Lennon Greggains, 21 Sarel Pretorius, 22 Arwel Robson, 23 Connor Edwards

Benetton: 15 Ian McKinley, 14 Luca Sperandio, 13 Tommaso Iannone, 12 Luca Morisi, 11 Monty Ioane, 10 Marty Banks, 9 Tito Tebaldi, 8 Whetu Douglas, 7 Marco Barbini, 6 Alberto Sgarbi (c), 5 Irné Hebst, 4 Marco Lazzaroni, 3 Tiziano Pasquali, 2 Tomas Baravalle, 1 Matteo Zanusso
A disposizione: 16 Hame Faiva, 17 Federico Zani, 18 Cherif Traore, 19 Marco Fuser, 20 Francesco Minto, 21 Giorgio Bronzini, 22 Marco Zanon, 23 Andrea Bronzini

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Dall’impatto alla ghirada alla vita privata: intervista a Marco Zanon

Abbiamo parlato con il giovane centro del Benetton, uno dei protagonisti della battaglia di Llanelli

20 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton: Irné Herbst è stato squalificato per due settimane

Il seconda linea sudafricano potrà tornare in campo dal 30 settembre. Salterà le sfide contro Ospreys e Edimburgo

19 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: le statistiche di gioco dopo tre giornate. Spiccano Giammarioli, Padovani e Steyn

Numerosi gli aspetti presi in esame nei primi 240' di gioco. Positiva la condotta di gioco degli azzurri. Ulster spumeggiante

19 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, un report arbitrale più duro del solito dopo gli Scarlets

La società ha criticato il metro adottato dallo scozzese Lloyd Linton durante il match: due pesi e due misure diversi

19 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton Rugby, le parole di Bortolami post Scarlets: “Siamo al livello dei migliori. A Swansea, per dire la nostra”

Fra Scarlets e Ospreys, l'allenatore degli avanti non nasconde le ambizioni della formazione veneta

18 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Benetton, un film già visto. Resta in 14, lotta ma perde contro gli Scarlets (38-29)

I biancoverdi vanno fino a +9 nonostante il cartellino rosso a Herbst nel primo tempo, ma alla lunga cedono il passo ai gallesi

15 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby