Speciale Rugby World Cup: le squadre – Galles

I Dragoni alla Coppa del Mondo: 1 terzo e 1 quarto posto nella prima e nell’ultima edizione

galles alla RWC

Il Galles ha partecipato a tutte le edizioni della Coppa del Mondo e si piazza al sesto posto di una virtuale “classifica generale”: nel suo palmares contiamo 1 terzo e 1 quarto posto conseguiti in occasione della prima e dell’ultima edizione.
Nel 1987 i Dragoni cedono in semifinale alla Nuova Zelanda per poi battere l’Australia 22-21 nella finalina; nel 2011, sempre nel paese dei kiwi, escono sconfitti di misura sia nella semifinale contro la Francia sia nella finalina contro i Wallabies, in un remake del match di quattordici anni prima. Il Galles ha raggiunto quattro volte la fase finale, mentre in ben tre edizioni il suo cammino si è interrotto in quella a gironi.

 

DIAMO I NUMERI: LA SQUADRA
La vittoria più larga ottenuta è l’81-7 imposto alla Namibia il 26 settembre 2011, match che rappresenta anche il record di mete segnato dal Galles in una singola partita della RWC (12); mentre la peggior sconfitta iridata è arrivata dagli All Blacks nella semifinale del 1987: 49-6 il risultato finale a favore dei tutti neri padroni di casa e poi vincitori di quella prima, storica, edizione.
Il record di mete segnate in una singola partita della Coppa del Mondo è dell’ala Iuean Evans che, in Galles-Canada del 3 giugno 1987, va in meta ben quattro volte marcando 16 dei 40 punti segnati dai Dragoni in quella sfida (al tempo la meta valeva quattro punti).
Per quanto riguarda la fase difensiva, solamente in un’occasione gli avversari di turno sono rimasti a zero punti: si tratta della partita Galles-Fiji del 2 ottobre 2011, finita 66-0. L’edizione del 2011 è anche quella in cui i Dragoni hanno segnato il maggior numero di mete, ben 29. Eccole, in un unico video.

 

RWC 2011: tutte le mete del Galles

 

 

DIAMO I NUMERI: I GIOCATORI
Il giocatore con il maggior numero di caps iridati è GD Jenkins che, tra il 2003 e il 2011, ha collezionato ben 15 presenze alla Coppa del Mondo; lo segue l’estremo Gareth Thomas fermo a 14 partecipazioni, tra il 1995 e il 2007. Il dragone più giovane a calcare il terreno in un’edizione della RWC, l’11 settembre 2011 nel match contro il Sudafrica, è stato George North all’età di 19 anni e 151 giorni, un centinaio di giorni in meno del pilone David Young, di cognome e di fatto, che l’8 giugno 1987 all’età di 19 anni e 317 giorni gioca contro l’Inghilterra.
Il record di mete segnate da un singolo giocatore gallese nella Coppa del Mondo appartiene a una leggenda del rugby gallese e in generale mondiale, Shane Williams, capace di mettere a referto 10 marcature in 11 presenze. In questo video, riviviamo alcune delle sue gesta alla Coppa del Mondo.

 

Shane Williams alla Coppa del Mondo

 

 

IL MOMENTO CHIAVE: L’ESPULSIONE DI WARBURTON NEL 2011
Il Galles della RWC 2011 è uno dei più forti dalla fine della golden era di Gareth Edwards, JPR Williams & Company. Nel girone perde di un solo punto contro il Sudafrica, batte Samoa e sommerge Namibia e Fiji. Ai quarti regola 22-10 l’Irlanda, presentandosi da favorito nella semifinale contro la Francia. Quel Galles dispone di una linea di trequarti pazzesca: Halfpenny, North, Davies, Roberts e Shane Williams (ossatura della linea veloce dei Lions targati Gatland che, due anni più tardi, trionferanno in Australia). Al ‘18 minuto la partita contro la Francia prende una brutta piega destinata a condizionare pesantemente l’intero mondiale dei Dragoni. Sam Warburton, più giovane capitano di sempre nella storia di tutta la Coppa del Mondo, si becca un cartellino rosso dall’arbitro Rolland per speare tackle su Vincent Clerc. Pur in quattordici, i gallesi combattono, non concedono mete e arrivano addirittura a marcare con il terza linea prestato alla mediana Mike Phillips. Ma non basta, la Francia la spunta 9-8. Qui sotto il video del placcaggio di Warburton.

 

RWC 2011: Francia-Galles, l’espulsione di Warburton

 

 

LA BESTIA NERA: LE SQUADRE ISOLANE
In tre occasioni il Galles è stato battuto nelle gare del girone da una squadra isolana e in ben due casi la sconfitta è costata il passaggio alle fasi finali a eliminazione diretta. Nel 1991 è Western Samoa a eliminare il Galles vincendo per 16-13. Nell’edizione del 1999 è tolto il prefisso Western dal nome della squadra, ma il risultato non cambia: i Dragoni escono sconfitti 38-31; riusciranno comunque a guadagnare la testa della pool grazie alla migliore differenza punti proprio sugli isolani. La beffa più grande è quella del 2007, quando Fiji batte 38-34 il Galles relegandolo al terzo posto del girone e di fatto eliminandolo dalla competizione. Una partita bellissima, con nove mete e continui capovolgimenti di fronte; da rivivere in questo filmato:

 

RWC 2007: Galles-Fiji, highlights primo tempo

 

RWC 2007: Galles-Fiji, highlights secondo tempo

 

Roberto Avesani

 

Scopri le altre squadre del Torneo sino ad ora pubblicate: Inghilterra – Nuova Zelanda – Italia – Argentina – Australia – Francia – Irlanda – Scozia – Sudafrica – Samoa – Fiji – Romania, Costa d’Avorio, Georgia e Giappone

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Cinque anni fa il miracolo di Brighton, quando il Giappone sconfisse il Sudafrica

La partita più incredibile nella storia dei Mondiali di rugby

19 Settembre 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Sam Burgess: “Mike Ford ha sabotato Stuart Lancaster nel 2015”

L'ex nazionale inglese, tornato al rugby league, ha raccontato la sua esplosiva versione dei fatti sulla Rugby World Cup 2015

4 Giugno 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Inghilterra v Galles, Rugby World Cup 2015

A Twickenham il delitto perfetto ad opera di Dan Biggar e soci, commento speciale di Tom Shanklin e David Flatman

29 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

OnRugby Relive: Georgia v Namibia, Rugby World Cup 2015

Rivivi l'intrigante sfida del Mondiale inglese

10 Maggio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Rugby World Cup 2015: polverizzati i numeri delle precedenti edizioni

Pubblicato il report sull'impatto economico degli ultimi Mondiali. E le cifre sono da record

24 Maggio 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015
item-thumbnail

Joubert e la fuga dopo Scozia-Australia: l’ho fatto per tutelare il contesto, non me stesso

Il fischietto sudafricano torna sulla controversa uscita dal campo al termine del quarto di finale iridato

15 Aprile 2016 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2015