“Il Giappone dovrebbe far parte del Rugby Championship”

Il terza linea Ben Gunter non ha dubbi sul livello raggiunto dalla squadra orientale, ormai pronta per sfidare le grandi dell’Emisfero Sud

Ben Gunter: "Mi stavo per arruolare nell'esercito, ora posso sfidare i Lions"

“Il Giappone dovrebbe far parte del Rugby Championship” ph. Sebastiano Pessina

La sconfitta per 23-32 del Giappone di sabato contro l’Australia è stata solo l’ultima dimostrazione della crescita dei Brave Blossoms, che dopo un 2020 di stop totale sono tornati in campo tre volte quest’anno per sfidare i Lions (perdendo 28-10) e l’Irlanda (perdendo 39-31). Ancora una volta i nipponici hanno ben figurato contro una “grande” del rugby mondiale, seguendo un percorso di crescita che li ha visti passare anche dai quarti di finale dell’ultima Coppa del Mondo.

Leggi anche: La storia di Ben Gunter, che stava per lasciare il rugby per fare il militare

Un ulteriore passo in avanti potrebbe e dovrebbe essere l’inclusione del Rugby Championship, un po’ come successo all’Argentina con tutti i processi partiti dopo il terzo posto al Mondiale 2007. A dirlo è Ben Gunter, terza linea australiano di nascita ma qualificato giapponese per residenza: “Questa squadra sta arrivando al livello delle più forti. Nessuna avversaria si è dimostrata nettamente superiore a noi e possiamo vincere contro chiunque”. Queste le parole del giocatore ormai da diversi anni nel paese del Sol Levante, che aggiunge: “Abbiamo uno stile divertente da guardare ed efficace. Penso che dovremmo essere invitati anche noi a far parte del Championship, un torneo che consideriamo al livello giusto per il Giappone”.

Leggi anche: Vittoria sofferta dell’Australia sul Giappone a Oita

In effetti la possibilità di entrare nel Rugby Championship appare tutt’altro che remota per una squadra che è cresciuta tantissimo, grazie anche all’equiparazione di un sempre maggior numero di giocatori, e come detto sta raccogliendo risultati sempre più interessanti. Sicuramente anche il fatto di avere una Top League molto ricca che attira grandissimi campioni stranieri aiuta la crescita di tutto il movimento nazionale giapponese, che direttamente in casa si trova tanti esempi da seguire su come migliorare.
Dopo l’ingresso dell’Argentina nel 2012 e il passaggio dal Tre Nazioni al Championship arriverà presto il momento di allargare il torneo a cinque squadre? Intanto il Giappone continuerà ad avanzare la sua candidatura nei prossimi tre test match, che vedranno i Brave Blossoms di fronte a Irlanda, Portogallo e Scozia nel mese di novembre.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Calendario e date del Rugby Championship 2022

Il torneo inizierà il 6 agosto con la sua prima giornata e si concluderà il 24 settembre, con il sesto e ultimo turno

26 Aprile 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Damian de Allende “risponde” a Rassie Erasmus: “Il Sudafrica nel Sei Nazioni? Io vorrei continuare nel Rugby Championship”

Il trequarti degli Springboks ha le idee molto chiare sul futuro internazionale della sua squadra

30 Marzo 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Beauden Barrett: “Ho rischiato di finire la mia carriera dopo una concussion”

L'apertura degli All Blacks: "Mi svegliavo ma non ero riposato, come dopo una sbornia"

19 Febbraio 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Argentina, si dimette Mario Ledesma: “È la fine di un ciclo”

Il tecnico lascia i Pumas dopo quattro anni

10 Febbraio 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Springboks: il calendario dei Test Match 2022. Tanto Galles e gli All Blacks

I campioni del mondo sono pronti a vivere una stagione molto intensa

8 Febbraio 2022 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Coppe europee: verso lo 0-0 per i match annullati?

Secondo fonti francesi, EPCR vorrebbe non recuperare le gare rinviate e archiviarle come pareggi senza marcature

11 Gennaio 2022 Coppe Europee