URC: Zebre, la formazione che riceve Ulster

Cinque cambi nel XV titolare: è arrivato il momento del figiano Asaeli Tuivuaka

URC: Zebre, la formazione che riceve Ulster

URC: Zebre, la formazione che riceve Ulster (Ph. Luca Sighinolfi)

Per Michael Bradley i giochi sono fatti. L’allenatore delle Zebre ha scelto infatti la formazione che sabato 2 ottobre, alle ore 18:15 al Lanfranchi di Parma, con diretta tv su Mediaset 20, riceverà e sfiderà gli irlandesi di Ulster. Sarà una gara particolare per le Zebre, una gara preceduta da un minuto di silenzio che verrà osservato in memoria di Leonardo Mussini, responsabile dell’area comunicazione e marketing scomparso mercoledì.

Leggi anche: Il ricordo della redazione di OnRugby per Leonardo Mussini

Oltre ad osservare un minuto di silenzio prima dell’inizio della sfida con l’Ulster Rugby, il suo ricordo verrà omaggiato nella giornata di sabato, con un momento di ritrovo collettivo allo Stadio Lanfranchi di Parma. Saranno previsti diversi interventi di amici, familiari e colleghi che si succederanno dalle 11:00 alle 12:30. A poche ore dal calcio d’inizio della partita con gli irlandesi, chiunque potrà presenziare alla cerimonia e accomodarsi sugli spalti dell’impianto sportivo della Cittadella del Rugby di Parma (per partecipare sarà necessario esibire il green pass all’ingresso).

URC: Zebre, la formazione che riceve Ulster

Nel XV guidato coi gradi da capitano dal solito Giulio Bisegni, che al centro farà coppia con Tommaso Boni, la novità assoluta, fra i trequarti e non solo, è quella di schierare nel triangolo allargato l’esordiente figiano – campione olimpico di rugby a 7 con la sua nazionale – Asaeli Tuivuaka, che all’ala sarà protagonista assieme a Gabriele di Giulio e all’estremo Junior Laloifi, mentre in mediana la cabina di regia sarà affidata alla coppia Alessandro Fusco-Carlo Canna.

Fra gli avanti invece la combinazione in prima linea verrà composta da Danilo Fischietti-Luca Bigi-Matteo Nocera, con David Sisi e Leonard Krumov in “sala macchine” e i  flanker Maxime Mbandà e Potu Junior Leavasa a far reparto in terza linea con Giovanni Licata, che ricoprirà il ruolo da numero 8.

A disposizione, pronti a dare il loro contributo a partita in corso, vi saranno 5 avanti e 3 trequarti: Fabiani, Lovotti, Neculai, Zambonin e Giammarioli, oltre a Palazzani, Rizzi e Trulla

URC: Zebre, la formazione che riceve Ulster

15. Junior Laloifi (19)

14. Gabriele Di Giulio (47)

13. Giulio Bisegni (108) (Cap)

12. Tommaso Boni (103)

11. Asaeli Tuivuaka (0)

10. Carlo Canna (105)

9. Alessandro Fusco (4)

8. Giovanni Licata (42)

7. Potu Junior Leavasa (11)

6. Maxime Mbandà (64)

5. Leonard Krumov (65)

4. David Sisi (65)

3. Matteo Nocera (17)

2. Luca Bigi (19)

1.Danilo Fischetti (28)

A disposizione:

16. Oliviero Fabiani (131)

17. Andrea Lovotti (107)

18. Ion Neculai (1)

19. Andrea Zambonin (1)

20. Renato Giammarioli (62)

21. Guglielmo Palazzani (147)

22. Antonio Rizzi (22)

23. Jacopo Trulla (6)

Leggi anche, Danilo Fischetti a OnRugby: «Siamo giovani ma maturi, ora bisogna vincere»

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Due avanti e tre trequarti lasciano le Zebre risolvendo il loro contratto

Novità importanti in casa ducale con le uscite di quattro giocatori stranieri e un senatore

item-thumbnail

Zebre: dal mercato arrivano Joey Caputo e Franco Smith Jr

Gli emiliani aggiungono due trequarti alla loro rosa, in vista della prossima stagione

item-thumbnail

Zebre: rinnovo per Chris Cook

A Parma almeno per un altro anno

item-thumbnail

Zebre: per la mediana ecco l’inglese Tiff Eden da Bristol

Il 27enne britannico arriva dopo aver maturato esperienze tra Premiership e Challenge Cup nelle ultime stagioni

item-thumbnail

Zebre: colpo in mediana con l’arrivo del Pumas Gonzalo Garcia

Il 23enne passa dal Valorugby alla formazione ducale ed è pronto per il debutto nel prossimo URC. Prima però un'estate argentina