Sei Nazioni, l’Italia secondo Smith: “È dura per tutti, ma per imparare a camminare dobbiamo prima gattonare”

La conferenza stampa del CT azzurro dopo la sconfitta dell’Olimpico contro l’Irlanda

COMMENTI DEI LETTORI
  1. TheTexanProp 27 Febbraio 2021, 19:59

    Se devi imparare a camminare dopo 20 anni che gattoni, Smithino mio c’e’ qualche problema genetico.

    • Winchester 27 Febbraio 2021, 21:27

      Nel 2013 abbiamo vinto con l’Irlanda senza fare la partita della vita (e anche con la Francia). Evidentemente qualche passettino avevamo imparato a farlo.
      Mi sembra evidente che tra la seconda meta’ del mandato di Brunel e il mandato di COS c’e’ stato un regresso (in confronto alla concorrenza) enorme, purtroppo. Le cause si possono analizzare con calma, ma non mi sembra che c’entri la genetica. Tra l’altro Campese e Dallaglio non mi sembra avessero problemi con la genetica.

      • TheTexanProp 27 Febbraio 2021, 22:47

        @winchester era per parafrasare la frase detta da FS. Se devi ancora imparare a camminare dopo circa 20 anni che gettoni vuol dire che problemi ce ne sono parecchi e sono attribuibili a problemi genetici del rugby in Italia cioè da dove tutto dovrebbe cominciare = Federazione.

        Quella frase per me raccoglie tutti i problemi del nostro rugby. Stiamo gattonando e stiamo ancora gattonando dopo 20.

        • Winchester 28 Febbraio 2021, 16:19

          @TexanProp
          Volevo ribadire che non abbiamo gattonato per 20 anni. Sette anni fa si cominciava a camminare discretamente, ma poi quella squadra non ha avuto ricambio all’altezza e ci si e’ trovati a strisciare.
          Sono d’accordo con te che la Federazione ha le sue colpe (parecchie), ma anche il movimento e pubblico italiano in generale non ha mai fatto passi in avanti per chiudere il gap con le nazioni più evolute, ed e’ proprio dal movimento che (per me) tutto deve cominciare, ancora prima delle Federazione. Purtroppo li’ non ci siamo per niente. 🙁

      • Andrea B. 27 Febbraio 2021, 23:00

        Non è genetica, è la situazione generale del rugby in Italia rispetto ai paesi rugbisticamente evoluti.
        Tralasciando (anche se in fondo è tutto correlato) “cosette” come i soldi che girano e il numero di praticanti, non è un caso che i giocatori con la maglia azzurra che per motivo o per l’altro hanno imparato il rugby all’estero abbiano atletismo, tecnica individuale e capacità tattiche (leggere il gioco e prendere la decisione giusta in una frazione di secondo) generalmente più spiccate.
        A tutto questo noi abbiamo cercato di porre rimedio solo con il metro e la bilancia.

        • TheTexanProp 28 Febbraio 2021, 00:21

          @Andrea B, era una parafrasi pardon se avete frainteso. Se un bambino non riesce a camminare dopo X tempo, c’e’ con molta probabilita un problema genetico. Se un sistema rugby (il “DNA” del rugby in italia e della mia frase che non ho piu spiegato) in 20 anni non riesce a creare giocatori che riescono a camminare (FS dice questo praticamente), il sistema rugby e’ un problema enorme. Se non modifichi quello non potrai mai avere giocatori in grado di camminare. Pardon per la liberta di filosofeggiare su questo concetto ;-).

          • Andrea B. 28 Febbraio 2021, 00:57

            Si, si… avevo capito e ti do ragione.
            In effetti è il DNA del nostro rugby a creare problemi, più che altro rispondevo a Winchester che citava i Dallaglio e i Campese.
            In questo argomento mi sono sempre chiesto cosa sarebbe stato, rugbisticamente parlando, Sergio Parisse se l’azienda per cui lavorava suo padre lo avesse mandato a lavorare nella filiale in India invece che in quella in Argentina, oppure se semplicemente avesse rifiutato il trasferimento all’estero … ?

        • yes nine 1 Marzo 2021, 14:54

          ma è così e chi asserisce il contrario non conosce il rugby italiano. Ma quale genetica le squadre di Coste che si facevano temere in Europa che DNA hanno? A noi manca la cultura sportiva in generale e scolastica nello specifico. Munari non perde occasione per sottolineare questo aspetto, ho letto una intervista di Craig Green e anche lui, rispetto alle ns carenze, punta il dito sull’assenza di una seria culturale sportiva nella scuola e non dice si deve giocare a rugby ma al rugby ci arrivi …
          http://www.avantionline.it/craig-green-crescere-nel-rugby-e-una-questione-di-scuola/

  2. Rugby4ever 27 Febbraio 2021, 19:59

    Un paio di considerazioni a mente fredda sulla partita di oggi:
    – L’Irlanda con tutte le difficoltà che sta affrontando ha passeggiato contro di noi, alcuni gira leggenda che non abbiano neanche sudato
    – I nostri giovani continuano ad essere peggio dei loro giovani, ergo non vedo luce
    – I ball carrier nella nostra nazionale non esistono, semplicemente ogni pallone preso si va a terra ancora prima di andare a contatto
    – Ogni loro (per loro prendere qualsiasi nazionale del 6N) pick & go significa avanzamento, ergo nel giro di qualche break sono in meta, senza differenze sulla zona del campo dove ci troviamo
    – Smith parla di gattonare, noi al momento siamo ancora nella culla ad aspettare che qualcuno ci dia da mangiare
    – Ho visto fare di quelle giocate da mettersi le mani nei capelli
    – 30 sconfitte consecutive sono uno schiaffo morale gigantesco, e la mia paura è che non ci saranno tante difficoltà nel raggiungere i 40, visto che non vedo come possa cambiare qualcosa
    – Non si può fare niente se non subire, guardare gli altri giocare e gioire dei pochi lampi di luce che si vedono da parte di alcuni ragazzini
    – Varney, Garbisi, Ioane possiamo considerarli giocatori degni della maglia e del livello, faccio davvero tanta fatica a dire altri nomi
    Passo e chiudo.

    • mikefava 28 Febbraio 2021, 01:13

      Altri nomi sarebbero Polledri, Minozzi, Campagnaro, anche Steyn per quanto mi riguarda. Poi penso che anche Padovani, Licata e Zanon siano ottimi giocatori…però ci fermiamo qui. Se noi riuscissimo a schierare una formazione del genere: 15 Minozzi 14 Padovani 13 Campagnaro 12 Canna (Brex non è che mi abbia convinto) 11 Ioane 10 Garbisi 9 Varney 1 Lovotti 2 Bigi 3 Riccioni (anche se io Ceccarelli lo proverei) 4 Lazzaroni 5 Sisi 6 Negri 7 Polledri 8 Steyn…sarebbe già moltissimo

      • Rugby4ever 28 Febbraio 2021, 08:48

        Quello è probabilmente ad oggi quello che ti puoi permettere per perdere con gap inferiori di 35 punti. Io ovviamente parlo in vista di meritare il livello.
        Per Minozzi non ci sono dubbi, il più è ritrovarlo e rivederlo in maglia azzurra (e non ne sarei così sicuro). Polledri è buono per la panchina. Campagnaro e Steyn sono troppo discontinui, alternano partite da top player a partite da incubo e non penso sia solo questione di inferiorità della Nazionale perché anche con le rispettive squadre fanno la stessa cosa. Licata e Zanon sono giovani (o quasi) che non hanno mai fatto la differenza nelle loro squadre e non penso che qualcosa cambierà per la nazionale. Padovani no, proprio no, mi dispiace.

        • Andrea B. 28 Febbraio 2021, 09:56

          Ehmm… Polledri buono per la panchina?
          Parliamo di “quel” Polledri, titolare in Premiership con Gloucester? ?

        • Passamano 28 Febbraio 2021, 11:26

          Dire che Polledri è buono per la pachina è blasfemia dai.

          • Rugby4ever 28 Febbraio 2021, 12:12

            Si quel Polledri che gioca nel Gloucester ultimo in classifica e che ieri per il rotto della cuffia non si è scavato la fossa da solo. Ragazzi non sto mica dicendo che è un bidone, dico solo che nel mio quindi ideale per puntare a giocarcela con tutte non è lui il primo che mi viene in mente. La costanza non è certo il suo forte anche nel suo caso e speriamo che si riprenda dall’infortunio, ma per me rimane uomo da panchina in un 6 nazioni da protagonisti.

          • Rugby4ever 28 Febbraio 2021, 12:16

            nel mio quindici* ideale

        • mikefava 1 Marzo 2021, 02:23

          @Rugby4ever
          Sì ma vorrei sapere qual è il tuo 15 ideale, a questo punto…Jake Polledri è considerato, un po’ da tutti e anche all’estero, il miglior giocatore italiano. Tu lo metteresti in panchina, vabbè. Io anche non lo considero il migliore in assoluto, però che sia buono non c’è dubbio. Dai, spara ‘sti nomi, che son curioso!

          • Rugby4ever 1 Marzo 2021, 14:17

            Per il momento in grado di ricoprire quel ruolo a livello italiano per giocartela nel 6 nazioni con tutte non c’è. E’ proprio quello il punto del mio discorso, ho elencato un paio di giocatori all’altezza per il 15 che dovrebbe essere. Inutile che ti dica l’importanza di avere un signore capace di ricoprire quel ruolo, basta andare a vederti gli ultimi 15 anni chi abbiamo avuto e ti sarà tutto chiaro. E’ chiaro che quel mostro sacro sarebbe utopia riaverlo. Se poi vogliamo per forza fare un nome perché esiste qualcuno che ricopre quel ruolo e gioca all’estero facciamolo pure il nome di Polledri, per me giocatore bravo ma niente più. Serve ben altro per giocartela con tutte. Mi piacerebbe darti qualche nome in prospettiva ma non ne vedo neanche, quindi non ho risposte per quello come non ho risposte per gli altri 10 tasselli mancanti. Del resto se li avessimo non saremmo a quota 30 con vista 40 in scioltezza….

          • Rugby4ever 1 Marzo 2021, 14:19

            Se invece mi dici che Polledri è uno da 6 nazioni titolare fisso che è in grado di dare garanzie e continuità (sia fisica che mentale) a quel punto alzo le mani, parliamo due lingue diverse. Per me i giocatori che dovrebbero vestire quella maglia e soprattutto in quel ruolo sono ben altri per essere “all’altezza”.

          • Rugby4ever 1 Marzo 2021, 14:34

            Giusto per farti capire la stonatura in quel ruolo:
            Irlanda: CJ STANDER
            Galles: FALETAU
            Inghilterra: VUNIPOLA
            Francia: ALLDRITT
            Scozia: Fagerson
            Italia: Polledri
            Vogliamo guardare i singoli, bene, qui a parte Fagerson gli altri sono di un altro pianeta rispetto a Polledri. Sfido chiunque ad obiettare a questa considerazione. Vogliamo partire con un gap in questo ruolo? Vogliamo considerarlo perché ad oggi esiste un giocatore internazionale a ricoprire quel ruolo? Ok, ma allora consideriamo anche altri e ritorniamo al punto in cui siamo.

      • yes nine 1 Marzo 2021, 14:34

        capisco che siamo alla disperazione e dove ci giriamo vediamo “punti interrogativi” ma la formazione che hai elencato ( e ti dico che mi andrebbe anche bene seppur con il cambio di un paio di nomi poiché credo che al momento Bruno sia la migliore ala che abbiamo dopo Ioane) … dicevo la formazione che hai elencato o molto simile ha giocato portando a casa sconfitte. ahimè

  3. demon1981 27 Febbraio 2021, 20:06

    Sorvoliamo sulle dichiarazioni del c.t.
    Ma Bigi in quale mondo vive?
    Ma avete sentito le sue dichiarazioni?
    Non ho parole….

    • TheTexanProp 27 Febbraio 2021, 20:13

      Bigi fa la comparsa e mette la faccia e spara qualche horseshit spinnando la realta. Ne piu ne meno e non puo fare altro che quello.

      • demon1981 27 Febbraio 2021, 20:33

        Io invece penso non abbia compreso la realtà..

  4. Gremo 27 Febbraio 2021, 20:06

    Accettiamo la realtà, questo è già un 5 Nazioni, gli avversari prendono tutti, sempre, facilmente il bonus offensivo. Non solo rimaniamo a zero, ma siamo pure ininfluenti per quanto riguarda la classifica degli altri. Il nostro unico impatto sul torneo si può vedere nella differenza punti, nient’altro.

  5. Nik73 27 Febbraio 2021, 20:12

    Purtroppo mi sembra evidente che semplicemente non si sia in grado di giocare a questi livelli, senza volere criticare gratuitamente chi mette la faccia (e le ossa) in prima linea credo che questa sia la spiacevole realta’.
    Il mio timore e’ che visti i continui inutili confronti impari contro squadre totalmente fuori portata (e il prossimo tour in New Zealand e’ fuori da ogni logica) ormai sappiano solo perdere e che inizieranno a perdere anche quando incontrano le squadre meno quotate per non avere idea di come gestire situazioni di superiorita’ o almeno parita’.

    • TheTexanProp 27 Febbraio 2021, 20:18

      Ormai e’ troppo tardi purtroppo. Dovrebbero abbandonare questo evento per mancata competitivita e so che colpo sarebbe per il nostro sistema ma meglio farlo a testa alta e razionalmente piuttosto che con un calcio nel sedere. La mentalita non la cambi nemmeno se una delle due franchigie arriva ai PO. Siamo alla frutta e il nostro sistema federale ha totalmente fallito. FS parla di 8 anni da ora, parla di gattonare (nei 10/15 anni precedenti che cosa abbiamo fatto?!? non abbiamo insegnato a camminare?!), parla di tempo ma ragazzi nessuno che fa una domanda tipo “la deadline e’ il 2024, anno in cui scade il nostro contratto. Lei parla di 8 anni. E’ gia sicuro che ci rinnovino il contratto dopo 30 + x sconfitte consecutive?”

  6. eclipse 27 Febbraio 2021, 20:12

    Intanto in FIR tutto ok…

    • TheTexanProp 27 Febbraio 2021, 20:34

      Non tanto la FIR. Quello che mi preme e’ capire cosa ne pensa il CONI di questa situazione.

      • Toto 27 Febbraio 2021, 20:41

        Il CONI? Ma se abbiamo un seven praticamente inesistente e, nonostante questo, neppure uno dei candidati ne ha mai parlato, nonostante sia sport olimpico, vuol dire che puoi fare quel che vuoi, ché tanto il CONI non ci mette becco.

  7. johnny 27 Febbraio 2021, 20:17

    Ma un bel silenzio stampa, no?

  8. Ovale 27 Febbraio 2021, 20:34

    Penso che quando ogni partita prendi 40 punti, ci sia una sola considerazione, e cioè che prima di ogni altra cosa devi mettere a posto la difesa che è un colabrodo. E non vale più la scusa che i giocatori devono imparare nei club e non in nazionale: Zebre e Treviso non prendono 40 punti ogni partita.
    Prima abbassiamo i punteggi poi pensiamo al resto.
    Poi sarebbe pure ora che De Carli si prendesse le sue responsabilità e se ne andasse, ogni volta che la mischia fa un passo avanti, la partita dopo ne fa due indietro.
    Venenedo all’attacco, l’Irlanda ci ha lasciato giocare e tenere il possesso per mezz’ora ma tanto non c’era avanzamento: in un contesto del genere non è possibile non avere (senza nemmeno tentare) l’opzione del piede in attacco.

    • Matt Bry 28 Febbraio 2021, 10:29

      Ooooooh finalmente un commento che parlando rugby! Non sono così pessimista come tutti qindento, chiaro ci sono problemi si tanti ed è evidente, anzi evidentissimo che l’Italia non è a livello delle competitors. Ma questo CT è davvero davvero imbarazzante! Non ha idea di dove si trovi, fa un rugby improponibili in una nazionale con davvero pochi ball carrier dominanti. Lazzaroni era il miglior placcatore pro14 2018… Schierato 2Row ed è ombra di sé stesso. Utilizzo del calcio tattico al guadagno territoriale non lo vedovo dal 2010…. Fasi statiche imbarazzanti, imbarazzanti! Va bene l’Italia non è competitiva per vincere ok ok ma questo non è neanche rugby. Chi scommette che con Eddy Johns in panchina i sorrisini in campo quando perdi 40 a 10 non si vedono, (ciò questi sorridevano in campo capite cche c’è un problema anche di gestione!) Chi scommette che quest’irlanda con cavolo che passeggiava con Eddy Johns CT perché è un problema di movimento certo e l’ho sostenuto anche io qui con voi ma oggi è anche un problema di staff tecnico.

      • LiukMarc 28 Febbraio 2021, 13:06

        Sui giocatori fuori ruolo ci potremmo scrivere un trattato. Le terze linee in seconda di O’Shea erano un esempio (che ha funzionato una volta ogni 10), ma noi ricordo che andiamo dietro fino a flanker a mediano di mischia e centri/estremi a mediano di apertura

  9. gatsu78 27 Febbraio 2021, 20:39

    Ma anche no!in nazionale non si impara a camminare, si impara a correre la maratona e a gattonare si impara nel minirugby!ma siamo impazziti?? Trulla non deve stare là, punto. Non si impara a giocare in nazionale si impara prima e poi si va in nazionale e fare le cose a 200 km/h.

    • tinapica 28 Febbraio 2021, 08:03

      Esattamente! Per imparare a camminare il luogo deputato sono le giovanili della miriade di squadre diffuse sul territorio e se non si concede loro, per regolamento, il sogno, la prospettiva, la possibilità di poter ambire ad essere la squadra più forte d’Italia nessuna persona sana di mente investe le energie necessarie a provare a migliorarsi, considerando che per riuscirci sono necessari decenni (se ben programmati, quando bastano).

  10. narodnik 27 Febbraio 2021, 20:39

    La vittoria si avvicina?Per quale motivo?Ma almeno Smith rispetto ai predecessori qualche spiegazione prova a darla,parla degli allenamenti,della scarsa preparazione delle franchigie,del livello penoso che ha trovato.Non fosse ottimista dovrebbe dimettersi,anche alzare le mani non lo trovo corretto,sta ottenendo i peggiori risultati come coach della storia del rugby Italiano ma con i giocatori che ha a disposizione non potrebbe essere altrimenti,anche oggi il meglio si e’ visto da giocatori equiparati,dovendo giocare solo con quello prodotto dalla fir andrebbe molto peggio,gli hanno dato una Panda e corre contro le Ferrari,gia’ quello fatto vedere contro gli Inglesi l’ho trovato miracoloso,pure se qualche critica ci scappa va compatito ci vuole coraggio a allenare questa squadra.

    • Nickkkkk 27 Febbraio 2021, 21:00

      Insomma, non mi sembra ci siano in Italia giocatori più scarsi di quelli che c’erano 5-10-15 anni fa(ok manca la stella, sono inesperti, ma un Ioane l’Italia di 10 anni fa non ce l’aveva, così come un Varney o un Polledri, e di mediocri sono 20 anni che ne vediamo). Se c’è un problema di risultati di Smith, ed è evidente che c’è, non può essere solo colpa degli altri ma anche sua. Per esempio far giocare giocatori che non meritano di essere in nazionale, giocatori fuori ruolo e un capitano, scelto da lui, non all’altezza. Anche il suo staff, scelto da lui(qua mettiamo un forse) non è per nulla all’altezza del 6 nazioni, la gestione dei casi Minozzi e Odogwu, una squadra che sembra più molle di quella dei suoi predecessori per finire con scelte tattiche che più di una volta ci hanno lasciato un po’ perplessi(non è il caso di oggi). Quindi si, ci mette la faccia, è sicuramente una persona sincera e che si vede in faccia che è dispiaciuto di questa situazione, ma di responsabilità ne ha parecchie anche lui.

      • Winchester 27 Febbraio 2021, 21:20

        @Nikkkk
        Quasi 10 anni fa, nel 2013, l’Italia ha battuto l’Irlanda senza fare una partita perfetta.
        Dici che non c’erano giocatori ai livelli di Polledri, Varney e Ioane? Ecco la formazione:
        Masi (26′ st Benvenuti) – Venditti, Canale, Garcia, McLean – Orquera, Gori (35′ st Botes) – Parisse, Favaro (18′ st Derbyshire), Zanni – Furno (18′ st Minto), Geldenhuys (24′ st Pavanello) – Cittadini (35′ st De Marchi), Ghiraldini (35′ st Giazzon), Lo Cicero (24′ st Rizzo).
        Tieni conto che quella squadra era molto criticata per gli scarsi risultati.

        • Nickkkkk 28 Febbraio 2021, 04:03

          @Winchester ho solo detto che se l’Italia che tu mi hai citato avesse avuto un Ioane all’ala, hai voglia di mete che avrebbe fatto in più.. Così come Varney e Garbisi rappresentano, in prospettiva ma già ora, ben altra cosa rispetto a Gori e al buon Orquera e un giocatore come Polledri a quella nazionale sarebbe servito come il pane. Poi, siamo d’accordo, quella era una nazionale che aveva meno mediocri(ma ce n’erano anche lì) più voglia di sacrificarsi e ancora si ancorava alla mischia, ma qualche giocatore buono c’è anche ora. Benetton – Connacht, che abbiamo perso in maniera assurda e tipicamente italica, è stata, nonostante i giovani in campo e la formazione irlandese al completo, una partita, forse la più bella di un’italiana quest’anno, nella quale Benetton ha tenuto il ritmo irlandese per 80 minuti senza pagare dazio né dal punto di vista fisico né da quello tecnico, con una velocità di gioco che questa squadra si sogna. Boccheggiavano dopo 15 minuti di partita, ti pare normale? È evidente che oltre ai soliti problemi c’è anche un problema fisico

      • narodnik 27 Febbraio 2021, 21:24

        Il livello dei giocatori formati in Italia si e’ abbassato,prima andavano all’estero ora stanno nelle franchigie ambiente mediocre risultati peggio che mai.Quando dice che non gli deve insegnare lui a placcare ha detto tutto e schemi di gioco scandalosamente sbagliati non ne ho visto,non sara’ Gatland ma finalmente c’e’ uno che parla chiaro che qua serve piu’ dire le cose come stanno che altro.

        • Ovale 27 Febbraio 2021, 22:34

          Beh non gli deve insegnare lui a placcare, ma non mi sembra che Zebre e Treviso, seppure quasi sempre perdenti, prendano sempre 40 punti

          • mikefava 28 Febbraio 2021, 01:17

            Non li prendono sempre, ma il livello delle squadre del Pro14 non è quello delle nazionali dei paesi del fu Cinque Nazioni.

          • LiukMarc 28 Febbraio 2021, 13:17

            C’è anche un altro ritmo in Pro14. E i 60-70 punti dagli Ospreys io me li ricordo eccome. Detto questo, vero che in Pro14 perdiamo spesso e volentieri per mancanze nostre prima che per una superiorità netta dell’avversario come in questi casi. Forse è quella la nostra dimensione, e il 6N è stato decisamente un passo ben più lungo della gamba

  11. Toto 27 Febbraio 2021, 20:44

    Meno male che il 2o temo me lo sono risparmiato. Ho spento la tv e l’ho riaccesa per Galles-Inghilterra, passando poi a Zebre-Dragons che, grazie al Cielo e finalmente, hanno vinto.

  12. Toto 27 Febbraio 2021, 20:45
  13. aries 27 Febbraio 2021, 21:31

    Io gattono a letto che ho bevuto troppo…

  14. aries 27 Febbraio 2021, 21:40

    E comunque… gattonare non si era ancora sentita, credo che questa sia un’iniezione di nuova linfa vitale per tutti i commentatori! Coraggio che gli spunti non mancano, almeno ci facciamo quattro risate!

    • Lazzaro 27 Febbraio 2021, 21:44

      Ha detto gattonare perché dire che siamo messi a 90 gli pareva brutto… Ma oggi in FIR sventola il vessillo Ducale per l’ottimo risultato delle Zebre. Quindi avanti il prossimo e portate i bambini a nuoto che con il Rugby non abbiamo speranze…

      • aries 27 Febbraio 2021, 21:56

        ? ecco, vedi cosa intendevo? All’immagine a 90° non ci avevo proprio pensato… Un sacco di nuovi spunti di discussione!

        • Lazzaro 27 Febbraio 2021, 22:10

          Ovvio, se al posto del gatto metti la pecora il quadro è completo.

      • Toto 27 Febbraio 2021, 22:06

        Maledette Zebre, ho spruzzato birra per tutto il soggiorno, per i salti di gioia!!!! ✨???

  15. Interza 27 Febbraio 2021, 22:11

    Discorsi onesti. E ok ti diamo sostegno Franco. Il coraggio di preparare una squadra con tantissimi cambiamenti e giovani con buone prospettive almeno come singoli deve essere per forza contraccambiato con il sostegno da parte dei tifosi. Almeno il mio. Il compito più arduo è creare organizzazione in ogni settore e anche recuperare fiducia nelle proprie possibilità. Io preferisco centomilavolte un uomo che non si nasconde dietro un dito e sa che sta rischiando molto su un vero cambiamento generazionale. Cosa che il suo predecessore ha rallentato clamorosamente in tanti ruoli.

    • yes nine 1 Marzo 2021, 16:09

      Interza è proprio questa la differenza fra Smith e O’Shea profonda e sincera onestà intellettuale. Ha mostrato gli attributi e preso in mano una nazionale che portava a casa solo sconfitte e non poteva crescere ulteriormente, visto la questione anagrafica. Anche adesso non vince? Vero ma cosa poteva fare se non rimescolare con linfa nuova? Poteva prendersi una villa sul lago di Garda e parlare di tunnel e di luci ma ci ha messo la faccia (nonostante uno staff che sembra il cappotto di mio nonno ogni due anni lo rigirava e andava bene per tutte le stagioni!)

      • Interza 2 Marzo 2021, 20:56

        guarda (o garda se vuoi) ho smesso anche di nominarlo l’irlandese….il peggior tecnico di campo che abbiamo avuto. fine !

  16. roff 27 Febbraio 2021, 22:16

    Peccato peccato ma questa non è la Nazionale al completo. È la + debole dall’ultima di Brunel con Bellini e Odiete. Non puoi giocatore con Trulla e Sperandio nel Test Rugby, senza un n.8 vero e seconde linee di ruolo. Poi un ricambio x Bigi non c’è. Piloni ai limiti della sufficienza. Garbisi nella meta sembrava Carter che fa l’offload x Savea alla RWC15. È fortissimo lo dicono tutti i media stranieri. Ma non basta. Questi ragazzi sono mandati allo sbaraglio. Se Minozzi è indisponibile Hayward deve essere portato di peso nel ritiro della Nazionale per giocare. Non esiste che resti a Treviso. Gravi pecche del management FIR.

    • Ovale 27 Febbraio 2021, 22:38

      non ho niente contro Trulla che anzi porterei subito in una delle due franchigie…ma non si capisce perchè, oltre l’assenza di Hayward, sopravanzi un Biondelli che almeno gioca stabilmente in Pro14.

  17. gian 27 Febbraio 2021, 22:40

    Solo una cosa, Trulla ad parare a giocare ad alto livello e sperandio pure, poi ne riparliamo

  18. ermy 27 Febbraio 2021, 22:40

    È già ora che Smith la smetta di alimentare illusioni parlando di squadra giovane e di sicure promesse con l’effetto di “squadra che perde non si cambia”.
    Qui si deve andare alla guerra, in ogni partita! Non cambierà molto alla fine, ma inizi a convocare quelli più in forma e non quelli che lo saranno in futuro dopo un lungo percorso…
    Alla prossima convochi Giammarioli a 8 ( oggi mostruoso!) e lasci Lamaro nel suo ruolo, convochi Sarto e Padovani e lasci a casa Sperandio e Trulla.
    Ripeto: non cambierà molto, ma almeno sia chiaro che chi non gioca al massimo in nazionale non ha il posto fisso per diritto di concetto!
    Così si allarga il gruppo e si crea competizione.

    • kinky 27 Febbraio 2021, 22:49

      Posso solo che darti ragione al 100%!

    • Galeone 27 Febbraio 2021, 23:16

      Non so, ma non mi sembra che FS sia l’uomo giusto al posto giusto,( inciso : il discorso pre consegna delle maglie del club di origine bellissimo , mi sono commosso) pero’ ci sono troppe incoerenze nelle sue affermazioni: l’ultima : ” ho solo 300 minuti alla settimana per allenarli ” Ma come ? Siete in bolla , avete fatto tutto novembre nelle medesime condizioni e mi dici che vi allenate un ‘ ora e mezza al giorno ? Cavolo , ma uccidetevi di analisi video di skill, di giocate teoriche sino alla nausea che tanto non potete andare da nessuna parte. Che sia come Sacchi nel primo Milan del 1988 che ossessionava i giocatori di teoria,,,, almeno la teoria caz………
      Per non ritornare sulla paranoia dei 55 giocatori allo stesso livello : e allora lunedi’ convoca senza indugio Giammarioli, Sarto, Minozzi , Lysaght e Fuser ……

    • Lazzaro 27 Febbraio 2021, 23:22

      https://www.onrugby.it/2021/02/21/sei-nazioni-2021-trulla-vogliamo-diventare-una-squadra-vincente-bisogna-continuare-a-lavorare-duro/

      Cioè tu lasci a casa “l’estremo azzurro” ? Gli dedichi interviste, foto eccetera e poi lo lasci a casa ? Dovevi lasciarlo a casa e fargli fare 1 o 2 anni titolare fisso in Top 10, poi magari un anno tra titolare e panchina nei Ducali e poi forse un test match. Questo ormai è il titolare di Smith, punto. E il concetto che sta alla base di questo percorso pieno di scorciatoie ? Ripeto, senza timore di smentite, che a livello morfologico non sono diversi dai loro coetanei ma ricevere regali come la maglia azzurra fa del male a tutto il movimento.

    • mikefava 28 Febbraio 2021, 00:12

      Qualcosa Smith deve provare a cambiare, almeno per le ultime due partite del 6N, tanto lo sappiamo già tutti che perderemo, tanto vale sperimentare qualcosa di nuovo. Premesso che, al momento, non si può prescindere da Lovotti e Bigi…provare un Ceccarelli pilone destro? Visto che gioca con una squadra di Top14…riconvocare Padovani? Come anche Sarto e Giammarioli, comunque. A me anche Brex non ha convinto: provare Mori dall’inizio?

    • tony 28 Febbraio 2021, 07:19

      ermy hai completamente ragione , ok ricambio ma chi non è di livello si lascia a casa … e poi prima dobbiamo sistemare la difesa collettiva e individuale , c’è gente che brancola per il campo ( senza i principi basilari e aggressività ) , con una difesa buona sono già una quindicina di punti a partita in meno .

      • Winchester 28 Febbraio 2021, 16:31

        @tony
        se ne hai meno di 23 di livello che fai?

    • Winchester 28 Febbraio 2021, 16:28

      A me sembra che Smith abbia avuto coraggio di cambiare chiunque, in seguito ad una brutta partita (avendo alternative), per cui mi aspetto di vedere diversi cambi nelle convocazioni.

  19. western-province 27 Febbraio 2021, 22:51

    Io credo che se sei inferiore devi rendersene conto e giocate di conseguenza.
    Oggi sul 13-3 siamo riusciti, invece di calciare un facile calcio di punizione, a chiedere il fallo in posizione più angolata, per poter poi calciare in touche, perdere la touche per un avanti e poi prendere un calcio di punizione sulla successiva mischia.
    Questo vuol dire avere un capitano che ha smarrito il contatto con la realtà.
    Poi i due calci di punizione per totale ignoranza del regolamento ed anche di quelli che chiede l’arbitro, tra l’altro non si capisce perché non calci il mediano di mischia come in tutte le altre nazionali.
    Per finire se non abbiamo avanzamento palla in mano bisogna occupare il territorio con i calci, dopo 5-6 fasi noi dobbiamo calciare per il territorio.
    Non vinceremo ma invece di 40 punti ne prendiamo 25

    • doctorP 27 Febbraio 2021, 23:31

      In effetti oggi si è vista, in ogni situazione, la totale mancanza di esperienza e malizia. Forse questo massiccio ringiiovanimentob della squadra, per carità anche forzato dalle assenze pesanti, è da rivedere un attimo. Era stato tanto invocato anche su questo forum. Ma bisogna riconoscere che oggi se ne sono visti i limiti in quello che sembrava un test tra una Maggiore e una Under.. Sono d’accordo per esempio con Roff che ripescare Hayward (non particolarmente in forma attualmente) non sarebbe una bestemmia. L’incosistenza del povero Trulla a questi livelli fa male a tutti, soprattutto al ragazzo. Tra i disponibli non c’è molto altro da ripescare, quanto ad esperienza. Magari giusto il Fuser. Non ho capito quali siano le condizioni di Morisi. Spero che Steyn possa essere recuperato per le prossime due. Manca molto in campo.. mi auguro che lo sia amche Zanon. Ed anche Allan. Credo che la qualità (poca in verità) vada comunque messa in campo a prescindere. Mi spiace tantissimo essere anche d’accordo con chi critica il capitanato di Bigi, una cantonata di FS. Non come giicatore (per lo meno placcatore efficace) ma come leader.
      Vedo Garbisi comunque molto positivo, pur considerando qualche svarione. Ma da anni non c’era un’apertura con queste qualità. E consideriamo l’età…! Nota positiva delle ultime due giornate: Meyer. In campo aperto fa danni seri…

      • doctorP 27 Febbraio 2021, 23:41

        Aggiungo. Nonostante io stesso abbia su questo forum criticato l’atteggiamento di Minozzi (sinceramente quasi oltraggioso) bisogna anche dire che la pochezza delle alternative suggerisce che non possiamo permetterci di ripudiarlo. È forse il caso di ingoiare un rospo e ricucire col ragazzo per le prossime due partite…?
        Infine, speriamo che Varney sia recuperabile (penso di si) se no sono volatili per diabetici…

      • Winchester 28 Febbraio 2021, 16:37

        Continuo a perplimermi quando leggo commenti a proposito della supposta “inconsistenza del povero Trulla”, visto che ha giocato al livello del resto della squadra. Probabilmente la sua colpa e’ di giocare in un campionato non professionistico.

  20. Toto 27 Febbraio 2021, 23:27

    Giammarioli a 8, non capisco perché non lo convochi. Quando han fatto la scelta di andare in touche sul 13 a 3, stavo impazzendo, errore gestionale gravissimo. Con squadre più forti devi anche guardare l’economia energetica della partita. Il calcio era in posizione piuttosto accentrata, comunque abbastanza sicuro da mettere, l’incertezza e la fatica per andare a marcare la meta da touche, dove loro, non dimentichiamolo, sono fortissimi, e lo sapevamo, sono troppo elevate. Metti ‘sti benedetti 3 punti, che poi loro ti rispediscono il pallone e ce l’hai ancora tu, porca miseria!!!

  21. Lazzaro 27 Febbraio 2021, 23:32

    Giustamente non voglio essere duro nei commenti e quindi la chiudo qui. Non pretendo una nazionale vincente ma chiedo onestà e trasparenza. So che arriveranno prima le vittorie. Dalle mie parti si dice che abbiamo fatto trenta, facciamo 31…

  22. mikefava 27 Febbraio 2021, 23:42

    Però, al netto di tutto, non mi sento di dire che Franco Smith non sia onesto. Cioè, alla fine, più di cercare di avvicinare un livello che sembra inarrivabile per noi e riconoscere che non ci siamo…penso che non si possa pretendere, in quanto a onestà. Poi, certo, c’è tutto il resto.

  23. nico1968 27 Febbraio 2021, 23:44

    Purtroppo non è più tempo di gattoni sulla moquette e neanche di gente con il patello che procede lentamente dietro un irlandese che va in metà, dico lentamente, prima della fine del primo tempo. Non si può vedere. Si può perderle tutte, ancora, perché non siamo a livello e lo sappiamo ma non si può giocare così e mollare le armi senza reazione, molli. Non tutti intendiamoci ma troppi si. Sperandio e Trulla mi spiace dirlo, niente a che vedere con una competizione così, per niente pronti. In una situazione del genere deve giocare chi è minimamente presentabile, Sarto e Padovani avrebbero sicuramente fatto meglio e non hanno 40 anni. Troppa gente già sicura del posto e in giro a spasso a 20 allora. Non esiste proprio. Mischia passo indietro grossi, chi la allena si lascia a casa, troppo tempo senza un cambio radicale, così non funziona. Negri è un signor giocatore, forte maturo e con i marroni veri. Sta facendo per se e per i suoi due (veri) compagni di terza linea che, purtroppo, ci mancano come l’acqua. Altro che gattonare, stasera ce ne sono almeno una decina che dovrebbero andare a gattonare, una decina di giocatori e qualche tecnico e dirigente.

  24. MIchele88 28 Febbraio 2021, 00:14

    Lui dice che trulla sta facendo esperienze importanti..ed è ovvio. Ma io dico.. che gestione è? Biondelli e Bruno (ed ultimamante Sarto, Favretto, Fuser, Cecccarelli) sono cresciuti esponenzialmente dallo scorso autunno perchè giocano costantemente in un buon campionato(pro14/top14/premiership). Non avrebbe avuto senso far accumulare a Trulla, Stoian, Mori (se li ritieni talenti da sviluppare come sembra) 6 mesi pieni di pro 14 (almeno 10/12 partite di rugby) invece che 5 partite di nazionale in contesti perdendi (che poi l’unico che ha giocato constatemente è trulla)? Ad un certo punto devi lasciare il tempo a loro di maturare, non vedo come questo possa avvenire contro Inghilterra e Francia. Ribadisco, non puoi prendere il 6 nazioni come dei test match, perchè poi prendi imbarcate che non servono a nessuno ma solo a legittimare chi ci vuole fuori dal 6 nazioni. Prendi il meglio che hai, nei loro ruoli abituali. Bigi è un gran lavoratore, professionale, ma non è un capitano. Speriamo torni Steyn per la prossima.

    • Nickkkkk 28 Febbraio 2021, 04:14

      A me, ma non credo di sbagliarmi più di tanto, Bruno sembra ben altra cosa rispetto a Sperandio, che alla Benetton si è trovato spesso a fare la riserva di Ratuva ed Esposito(!). Non parliamo di altri, non saremo granché ma questa nazionale non rappresenta il meglio che abbiamo in Italia ma una squadra che va in giro a fare esperienza prendendo randellate senza possibilità di invertire il trend e senza miglioramenti se non per qualche individualità. Se queste scelte non sono responsabilità di Smith, di chi sono?

      • LiukMarc 28 Febbraio 2021, 13:39

        Sperandio è un ottimo attaccante all’ala (spesso e volentieri sa cosa fare meglio di altri, e lo fa bene, vedi i calcetti o come evita i difensori). Peccato che a questo livello come posizionamento e difesa sia abbastanza un pesce fuori d’acqua. Benvenuti in confronto era una saracinesca

      • narodnik 1 Marzo 2021, 09:29

        Bruno Sarto,ma anche Padovani o Biondelli,il livello e’ sempre molto inferiore agli avversari,Smith puo’ anche cambiare mezza formazione a partita e perdono comunque,non c’e’ margine per vincere.

  25. matt82 28 Febbraio 2021, 05:44

    Smith non può fare i bei discorsi sui giovani dicendo che devono fare esperienza e quindi potere anche sbagliare ok tutto giusto però questo lo devono fare nel club non in nazionale, qui arriva gente che ha giocato più partite in nazionale che nel club, questo non va bene mi viene da pensare che questi giocatori giocano perché spinti da qualcuno e non x meriti. Se si va x meriti oggi in nazionale dovrebbero giocare i vari ceccarelli, fuser, giammarioli, sarto, bruno,padovani.insomma Smith ha scambiato la nazionale x club e non va bene

  26. F.A.L 28 Febbraio 2021, 07:12

    1) In una qualsiasi altra nazionale del 6 Nazioni De Carli sarebbe già stato fatto sparire.
    2) Trulla o lo si porta in Pro14 o l’esperienza non gliela fai fare al 6N…non esiste.
    3) Sarebbe molto più utile uscire dal 6Nazioni e tornare a giocare per un pò di anni contro squadre alla nostra portata. (altro che Tour in Nuova Zelanda)

    • Winchester 28 Febbraio 2021, 16:46

      Vedrai che per il punto 4 verrai accontentato tra qualche anno (il Sudafrica prendera’ il nostro posto). Il problema e’ che, uscendo dal Sei Nazioni, perderemo anche i diritti di sponsorizzazione e televisivi del Sei Nazioni (quelli generati dagli spettatori negli altri paesi, non quelli dei quattro gatti di spettatori italiani…) e con questa perdita potremo salutare il rugby professionistico in Italia. Senza rugby professionistico non ritorneremo mai nel Sei Nazioni.

  27. F.A.L 28 Febbraio 2021, 07:19

    4) Una mancanza di leadership impressionante come non se ne è mai vista. Usciti i vari senatori il deserto. Con tutto il rispetto per il ragazzo ma Bigi come Capitano è anonimo..altro problema è che non vedo nessun’altro in grado.

    • matt82 28 Febbraio 2021, 08:19

      Vero purtroppo non vedo gente di carattere in questa squadra a parte lamaro garbisi e varney che però hanno 20 anni,

      • LiukMarc 28 Febbraio 2021, 14:29

        Se non sbaglio Bortolami è diventato capitano a 22. L’età non è certo una condizione necessaria per essere capitano. Leadership, impegno sul campo, capacità di dare l’esempio e capacità di parlare con l’arbitro. Forse Luca non le ha tutte, e magari qualcun altro nel gruppo azzurro si potrebbe trovare (nulla mi toglie dalla testa l’idea che Allan fosse il capitano designato, poi l’esplosione di Garbisi e la voglia di doppio play gli han tolto il posto)

    • narodnik 1 Marzo 2021, 09:27
  28. tony 28 Febbraio 2021, 07:41

    Dobbiamo essere onesti noi non abbiamo 30 giocatori per competere con l’Irlanda …. però non possiamo permetterci neanche di usare la nazionale per far crescere una parte di giovani , i giovani si possono anche lanciare in anticipo ma se lo devono meritare vedi Garbisi, Varney ,Fischetti, ma altri con potenziale tipo Mori, Trulla devono prima fare il loro percorso e poi meritarselo , è il grosso problema del rugby Italiano i giovani crescono in un ambiente talmente poco competitivo che al primo segnale di qualità si ritrovano titolari nel club e in nazionale senza averne i meriti . In Italia ci sono parecchi problemi , ma il più grave e quello ambientale , gli stessi stranieri ( non tutti ) quando vengono in Italia abbassano i loro standard.

  29. tinapica 28 Febbraio 2021, 07:50

    Il punto è che non di imparare per la prima volta a camminare si tratta ma di reimparare, perché circa vent’anni fa l’Italia ovale aveva già conquistata la posizione eretta.
    È pur vero che nel frattempo ci è venuto meno un importantissimo sostegno, come fosse un bastone a cui appoggiarci, di provenienza (“fabbricazione“) oriunda Argentina…
    Ma è altrettanto evidente, se non di più, che è cambiata proprio la superficie su cui imparammo a stare in piedi: è stato abolito il campionato nazionale italiano, quello in cui competano tutte le squadre italiane ad armi (potenzialmente) pari.
    Finché non si ridarà piena dignità a tutte le squadre che compongono la FIR non ci sarà quella indispensabile condizione di diffusa concorrenza interna che, sola, può essere stimolo a migliorare e, soprattutto, ad investire a lungo (trattasi di decadi) termine le energie necessarie per farlo.
    Ma questa mia opinione continua, a quanto leggo negli altri commenti, ad essere una voce nel deserto e poiché sicuramente le altre voci vengono da pulpiti ben più competenti mi limito sommessamente a far notare la coincidenza temporale tra la creazione delle due franchigie “vampire” del movimento giovanile Italiano ovale e l’inizio dello sfacelo in cui il corrispondente movimento professionistico sta, sempre più ad ogni incontro, precipitando.
    Auguri Italia Ovale: ne hai proprio bisogno.

    • mistral 28 Febbraio 2021, 08:16

      …non sei l’unica voce, ma molto spesso la voce del buon senso non trova spazio tra le voci urlanti di chi (media webistici compresi) ha interesse a mantenere in vita questo baraccone delle franchige “vampire” termine elegante per definire un assetto mentale ed economico parassitario parastatale ormai incancrenito nel DNA italiota (ci ha da pensà ‘o stato!) e credo ormai senza ritorno…

    • LiukMarc 28 Febbraio 2021, 13:46

      Diciamo che manco il vecchio Super10 bastava. Forse si è scelta la strada più comoda e veloce, ma un intervento per alzare il livello a cui squadre italiane di club giocassero era necessario, visto che gli altri stavano correndo via. Posto che secondo me si poteva fare molto meglio anche avendo 1-2 club in Pro14 e un campionato nazionale a 8-10 squadre. Ma stiamo parlando di club che manco riescono a fare una lega, cioè qui la responsabilità è davvero di tutti se non usciamo dal pantano.

      • narodnik 1 Marzo 2021, 09:36

        Il fatto e’ che i giocatori forti passavano da li’ ai campionati stranieri,dove venivano allenati molto meglio e aquisivano mentalita’ vincente,ora stanno alle franchigie col risultato che da 6 anni non vincono una partita.

    • Winchester 28 Febbraio 2021, 16:50

      Magari e’ un puro caso, ma guarda un po’ in che data e’ stata iniziata l’avventura celtica e quanti anni dopo quell’inizio abbiamo cominciato il filotto di sconfitte nel Sei Nazioni…

  30. RFC 28 Febbraio 2021, 09:27

    Sapete cosa ho detto ieri sera a mio figlio ed a un suo compagno di squadra (un vero talento, di quelli che si vedono poche volte, credetemi!)? Gli ho suggerito di cambiare sport, perché il nostro non ha futuro.
    Tra tre anni saremo certamente fuori dal 6 nazioni, finiranno i soldi ed il nostro sport diventerà qualcosa tipo le bocce o il tennis tavolo.
    Ragazzi, chi ve lo fa fare di perdere tempo in questo sport? Una volta venivano insegnati i valori, adesso neppure quello. Gli allenatori insegnano solo che bisogna vincere a tutti i costi. Non esiste più (salvo in qualche raro caso) lo spirito di appartenenza. I genitori fanno gli ultras del calcio.
    Lasciamo la barca prima che affondi (e questo lo dice uno il cui figlio fa parte della terza generazione di rugbisti in famiglia e che ha letteralmente vissuto dentro a quest’ambiente dalla nascita).
    Grazie signori che avete governato la Federazione in questi ultimi 20 anni per aver rovinato tutto.

  31. doctorP 28 Febbraio 2021, 09:58

    Bravo. Non sei l’unico a pensarlo.
    Coincidenza temporale anche con la creazione delle Accademie…..

  32. doctorP 28 Febbraio 2021, 10:02

    Scusate, ho inserito il commento nel posto sbagliato.
    Era una risposta Tinapica
    Ancor più sbagliato perché in realtà, caro RFC, non posso pensarla come te. Mi spiace ma un discorso come quello non si può accettare.

  33. doctorP 28 Febbraio 2021, 10:22

    Tornando al discorso introdotto da Tinapica, ho sempre pensato che la franchigia federale non avesse molto senso, anche perché infarcita per sua natura di politica federale.
    Benetton, club “ricco” e di tradizione, poteva ben meritare l’accesso al campionato celtico. Bene. Portando con se buoni giocatori italiani e stranieri di livello. Perché no, anche con aiuti economici federali.
    Gli altri soldi by 6N potevano esssere investiti per un Campionato Italiano con 10 squadre professionistiche competitive e con l’obbligo di creare proprie accademie, radicate quindi nel territorio di appartenenza, a gestione privata , che non divenissero parcheggi di dipendenti federali e fonte di influenze elettorali.
    Questo il mio modestissimo parere, naturalmente criticabile

    • mistral 28 Febbraio 2021, 10:57

      …riflessioni, le tue, che ricalcano il pensiero (minoritario, ben inteso) di alcuni un decennio fa… ma anzi, bisogna continuare a sognare la terza franchigia (romana) e avanti compagni fino al fallimento completo della FIR e del movimento rugbistico italiota (ital-idiota, visto che anche davanti all’evidenza gli elettori persistono nell’errore)…

    • LiukMarc 28 Febbraio 2021, 13:49

      Hai perfettamente ragione per me. Le due cose si potevano tranquillamente aggiustare, ma, come con l’ingresso nel 6N, una volta raggiunta una qualche cosa non si lavora per migliorare/mantenerla. Avendo lavorato spessissimo con l’apparato statale italiano a tutti i livelli, è una mentalità fin troppo diffusa. Non si fanno programmi e progetti. Si fa una cosa all’ultimo perchè serve, raffazzonandola un po’, e quando si è fatta ci si siede belli soddisfatti perchè “si è raggiunto un risultato”, senza lavorarci sopra per mantenerlo, o, meglio, migliorarlo.

  34. doctorP 28 Febbraio 2021, 10:24

    E se giocatori nostrani di particolare interesse fossero reclutati in campionati stranieri…Ben venga !!! Non è stato così negli anni migliori?

  35. Hrothepert 28 Febbraio 2021, 14:38

    Partendo dal presupposto che ogni opinione è degna di rispetto, mi sembra di essere alla sagra dei qualunquistici “Si stava meglio, quando si stava peggio!!” e “Piove Governo Ladro!!”
    La colpa non è delle franchigie, che sono state una necessità per cercare di restare attaccati al Rugby che conta (o forse irlandesi, gallesi e scozzesi sono tutti degli idioti e quelli che ci capiscono sono soltanto tra di noi?!?!?), qui si parla di un campionato italiano che era ormai inadeguato per il livello già 20 anni fa, la differenza è che fino ad allora, in Italia, con tutti i sistemi al limite del legale che si potevano escogitare, c’era un sistema semi(o simil)professionistico, che riusciva ad attirare gli oriundi argentini e qualche discreto straniero da equiparare, poi gli altri si sono messi a fare il professionismo vero e ci è finito il giochino e adesso ci ritroviamo ad andare avanti con il materiale umano che producono i vivai autoctoni e il disastro è palese; altro che campionato nazionale, qui bisogna mettersi in testa che ogni componente del movimento rugbystico italiano, a causa della sua autoreferenziale provincialistica, improvvisazione, non è in grado di fornire, in termini di quantità/qualità, giocatori in grado di competere con le nazioni rugbysticamente più evolute.
    Avete voglia di togliere le franchigie e di puntare sul campionato semi/parrocchiale domestico, ma se poi ci giocano giocatori cui, in fase di formazione, comunque, non sono state insegnate le skills, il risultato, nel migliore dei casi, non può che essere peggiore di quanto non sia già quello “drammatico” odierno.

    • luke10 1 Marzo 2021, 10:45

      D’accordo al 100%.
      Io porterò sempre l’esempio di genitori (che non smetterò mai di ringraziare per l’impegno) che con 2 anni di olders si mettono ad insegnare a bambini dai 5 ai 12 anni cose come portare il pallone con una mano, sotto l’ascella. Poi arrivano in U14 che non sanno passare il pallone. E uguale per i placcaggi, e per il sostegno ecc
      Ci sarebbe da fare un libro.

  36. marcybuba 28 Febbraio 2021, 18:30

    Mi sembra si cerchi in ogni modo di trovare il colpevole, la strategia sbagliata o altra motivazione per giustificare la mancanza di competitività…… pochi campi da rugby, pochi bimbi giocano a rugby ,pochi ragazzi, poco interesse per questo sport. È questo che porta ad avere poca scelta e bassa qualità , ti arrangi con quello che hai e non si potrà mai competere con nazioni dove il rugby è come da noi il calcio. Poi per quanto riguarda la direzione federale, sempre a proposito di calcio, siamo il paese del pallone con un campionato dove sono passati da sempre i migliori campioni, dovremmo vincere ogni coppa del mondo e invece…. Cosa possiamo aspettarci dal rugby? A me va bene anche non vincere mai, ci sta ma bisogna essere all’altezza anche perdendo e al momento anche se continuano a ripetercelo non si sta dando il massimo

  37. toni baruchel 28 Febbraio 2021, 19:13

    Vogliamo essere onesti con noi stessi ? Lo staff a disposizione di Franco S. non è all’ altezza delle altre Nazionali , con tutto il rispetto per il lavoro e l’onestà dei vari De Carli , Troncon e dello stesso Goosen , che troverebbero senz’ altro una maggiore e corretta allocazione nel Campionato Italiano .
    Ci vorrebbe il coraggio che ha avuto il Team manager della Benetton Enrico Pavanello e ovviamente la società nel resettare il tutto ed
    andare alla ricerca del meglio del mercato .
    Solo così si potrà , con dei tempi logici , uscire dal tunnel .
    E’ chiaro che a 20gg. dalle elezioni non ci si può aspettare questo , ma subito dopo è imperativo ! ! !

    • Hrothepert 28 Febbraio 2021, 20:24

      @toni baruchel, sono anche d’accordo con te, ma il compito di uno staff di una nazionale dovrebbe essere quello di dare delle direttive tattiche e non quello di insegnare delle skills imparate al minirugby e nelle giovanili e, infine, affinate nel percorso accademie/domestic/franchigie!!!

    • narodnik 1 Marzo 2021, 09:52

      Prima di tutto i giocatori non sono all’altezza delle altre nazionali,sempre con rispetto e onesta’,in qualsiasi ruolo.Lo staff secondo me e’ adeguato al livello dei giocatori Italiani(anche se Italiani ma con una decina di formazione straniera a fare la differenza in senso positivo)non all’altezza delle tier1.A Treviso hanno licenziato uno che due anni fa venne premiato come coach dell’anno e che aveva gia’ un gran curricululm di suo per far posto a un esordiente,per il meglio del mercato ci vogliono i soldi e per come sta agendo Treviso quei soldi dovrebbero venire da privati non dalla fir.

Lascia un commento

item-thumbnail

Italia imperfetta ma pronta: verso la Georgia con rinnovata fiducia

C'è ancora qualcosa da mettere a posto, ma la prestazione di Bucarest ha riportato fiducia ed entusiasmo

3 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

World Rugby Ranking: doppio sorpasso Italia! Superate Samoa e Georgia

Contro la Romania serviva vincere con almeno 16 punti di vantaggio: così è stato

2 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le pagelle di Romania-Italia

Nemer e Zanon i migliori. Gran ritorno di Menoncello, esordio da incorniciare per Alessandro Garbisi

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Kieran Crowley: “buona reazione dopo la scorsa settimana, ma c’erano almeno tre o quattro mete che dovevamo segnare”

Le dichiarazioni del coach azzurro e del capitano Edoardo Padovani dopo il successo con la Romania

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test Match Estivi 2022: l’Italia ruggisce, Romania battuta 45-13

Gli Azzurri segnano sette mete, doppietta per Tommaso Menoncello

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: con la Romania un’occasione per mandare un messaggio

Serve una reazione per preparare al meglio la gara contro la Georgia

1 Luglio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale