Sei Nazioni 2021: la formazione dell’Inghilterra che fa visita al Galles

Ford all’apertura, Farrell da centro. Torna Jamie George e ci sono anche i fratelli Vunipola

Sei Nazioni 2021 formazione Inghilterra Galles

Sei Nazioni 2021: la formazione dell’Inghilterra che fa visita al Galles (Ph. Sebastiano Pessina)

I campioni in carica alla prova più attesa. Eddie Jones ha stilato la formazione dell’Inghilterra che sabato pomeriggio, dalle ore 17.45, farà visita al Galles.

Una partita di difficile lettura, visto che la Rappresentativa della Rosa arriva a questo match con un ruolino di marcia fatto di una vittoria poco convincente con l’Italia e una sconfitta maturata contro la Scozia, mentre i Dragoni, quasi inaspettatamente, hanno infilato – contro Irlanda e Scozia – due successi. Andiamo a vedere il XV inglese.

Nella line-up titolare il reparto dei trequarti vede il trio May-Daly-Watson occupare il triangolo allargato, con capitan Farrell e Slade a fare coppia al centro e il duo Youngs-Ford a presiedere la cabina di regia in mediana.

Fra gli avanti invece c’è una prima linea di assoluto livello caratterizzata dal ritorno di Jamie George e Kyle Sinckler, che faranno reparto con Mako Vunipola. Da un Vunipola all’altro: Billy sarà il numero 8 in una terza linea che lo vedrà fiancheggiato da Wilson e Curry, che fungeranno da flanker, con Itoje e Hill in seconda linea.

Da “finisher”, chiamati a dare il loro contributo a partita in corso, vi saranno 6 avanti e 2 trequarti: Cowan-Dickie, Genge, Stuart, Ewels, l’uncapped Martin e Earl, oltre a Robson e Malins.

Sei Nazioni 2021: la formazione dell’Inghilterra che fa visita al Galles
15. Elliot Daly (Saracens, 49 caps)
14. Anthony Watson (Bath Rugby, 48 caps)
13. Henry Slade (Exeter Chiefs, 36 caps)
12. Owen Farrell (Saracens, 90 caps) – capitano
11. Jonny May (Gloucester Rugby, 63 caps)
10. George Ford (Leicester Tigers, 74 caps)
9. Ben Youngs (Leicester Tigers, 106 caps)
1. Mako Vunipola (Saracens, 64 caps)
2. Jamie George (Saracens, 56 caps)
3. Kyle Sinckler (Bristol Bears, 41 caps)
4. Maro Itoje (Saracens, 45 caps)
5. Jonny Hill (Exeter Chiefs, 6 caps)
6. Mark Wilson (Newcastle Falcons, 20 caps)
7. Tom Curry (Sale Sharks, 30 caps)
8. Billy Vunipola (Saracens, 58 caps)

A disposizione
16. Luke Cowan-Dickie (Exeter Chiefs, 28 caps)
17. Ellis Genge (Leicester Tigers, 25 caps)
18. Will Stuart (Bath Rugby, 10 caps)
19. Charlie Ewels (Bath Rugby, 18 caps)
20. George Martin (Leicester Tigers, uncapped)
21. Ben Earl (Bristol Bears, 10 caps)
22. Dan Robson (Wasps, 9 caps)
23. Max Malins (Bristol Bears, 5 caps)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Un altro All Black giocherà per Tonga dalla prossima estate (e potrebbe sfidare l’Italia)

La nazionale tongana potrebbe ritrovarsi questa estate con una coppia di centri fortissima, e in estate sull'isola arriveranno anche gli Azzurri

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Antoine Dupont il numero uno al mondo? Non per Wayne Smith

Il coach di lungo corso del rugby neozelandese ha espresso la sua preferenza su un mostro sacro degli All Blacks

item-thumbnail

Autumn Nations Series: il Giappone di Eddie Jones aggiunge una nuova sfida al tour europeo

I Brave Blossoms affronteranno un 2024 ricco di impegni stimolanti

item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra