Pro14: le Zebre espugnano Monigo. Benetton sconfitto 15-24

Doppietta di Luca Bigi e piede puntuale di Rizzi, per il successo multicolor

A Monigo, Benetton e Zebre aprono il loro 2021 con il primo di due derby celtici consecutivi – sabato prossimo ‘gara 2’ a Parma -, valido per la giornata 10 del Pro14 ’20/’21, andando a caccia di una vittoria preziosa, soprattutto per il morale, nella costruzione di una forza d’inerzia positiva, da riversare poi in Challenge Cup, in quello che resta ormai il vero grande obiettivo di questi primi dell’anno solare 2021 per le due franchigie azzurre. Sul fronte individuale, invece, di fronte a Franco Smith e allo staff azzurro, diversi elementi internazionali, da un lato e dall’altro, provano a salire di colpi nelle gerarchie dell’allenatore sudafricano.

La cronaca

Su terreno pesante, con palla scivolosa, le due squadre provano a giocare più di quanto non si ipotizzerebbe in tali condizioni, ma ovviamente gli errori gestuali proliferano, da un lato e dall’altro. Il primo highlight difensivo dell’incontro arriva al 6′, quando Manuel Zuliani – tra i più brillanti dei suoi nel corso di tutta la prima frazione – lavora alla grande sul breakdown, forzando un tenuto superbo. gran tenuto di Zuliani

Al 10′, il Benetton si presenta per la prima volta in zona rossa: mischia a ridosso dei 22 sull’out sinistro, possesso mantenuto e poi serie di cariche corrosive, fin verso l’out di destra. Un attacco con abbrivio non banale, vanificato, tuttavia, dall’ennesimo in avanti trevigiano.

Al 12′, le Zebre fanno suonare il primo campanello d’allarme per la difesa dei Leoni, con l’arma del maul – già decisiva la scorsa estate -, con un carrettino che riporta fuori i multicolor dai 22, e permette al team di Bradley anche di strappare un prezioso penalty, per un’entrata laterale di Pettinelli, e risalire così il campo.

La svolta della prima frazione, in favore dei ducali, tuttavia, arriva, al 16′, quando Piardi punisce con il giallo un placcaggio alto di Pettinelli su Casilio – che si stava abbassando, nell’esecuzione di un placcaggio -, all’altezza della linea mediana. La penal’touche susseguente, dentro i 22 offensivi delle Zebre è letale: possesso mantenuto, drive incontenibile e marcatura pesante con la griffe del capitano dell’Italia Luca Bigi, per il 5-0 al 17′.

Treviso si riporta subito in attacco, nonostante l’inferiorità numerica, sfruttando un penalty per un’entrata laterale di Sisi, ma portando un lungo multifase, arriva un altro pallone perso in avanti a contatto dai Leoni. Sulla mischia che si genera, poi, un calcio contro Nemer risolve i problemi delle Zebre, che poco dopo la metà del tempo allungano ulteriormente. Gran lavoro di Bruno, che scappa sull’out di destra, e poco oltre la metà di campo calcia per se stesso, portando pressione su Ioane, che prende l’ovale al volo, ma viene portato a terra, esponendosi al turnover forzato da Fischetti.

Le Zebre vanno in penal’touche e fanno male nuovamente con l’arma del maul: Mbandà cattura il possesso, il carrettino è incontenibili e Bigi fa doppietta. Canna, stavolta, trasforma, ed al 25′ è 12-0 esterno, proprio nell’istante in cui Pettinelli ritrova il campo.

Al 29′, i Leoni si riportano dentro i 22, con le Zebre costrette ad una serie di falli per contenere l’attacco locale. Al quarto penalty, tuttavia, resisi conto di non riuscire ad andare per la marcatura pesante in quel frangente, il team trevigiano sceglie i pali, e va sul 3-12 con il piede di Allan. Poco dopo arriva il giallo per Giammarioli, che lascia i suoi in inferiorità numerica al 36′, perché per la seconda volta consecutiva placca e non rotola via.

I leoni hanno un’ultima base d’attacco interessante nella prima frazione: Su un calcio da dentro i 22 di Canna, con l’ovale riportato da Laloifi, la palla esce direttamente. Così, touche biancoverde in zona rossa, ma subito gran tenuto ospite con Krumov. Nonostante possesso (53%) e territorio (60%) favorevoli per i leoni, dunque, si va alla pausa lunga con le Zebre sopra 12-3, tutto sommato con merito, per cinismo e qualità dell’arma letale maul.

Leggi anche: I migliori Azzurri del 2020 secondo Onrugby

Pronti via, nella ripresa, ed il canovaccio sembra lo stesso della fase finale della frazione d’apertura, con i Leoni che attaccano e le Zebre indisciplinate, che concedono tre calci in breve tempo: al 43′, dopo un penalty in chiusa, si genera una touche leonina sui 5 metri. Krumov prende Lazzaroni in aria, concedendo un altro penalty.

Al 45′, dopo aver mantenuto nuovamente il possesso in rimessa laterale, i locali organizzano un multifase corrosivo ed arriva la meta solo i pali di Braley, che – all’ennesima fase – legge il posizionamento della difesa e si infila nel buco sotto i pali, per l’8-12. Allan trasforma, e fissa il 10-12, al 50′, le Zebre, dopo essersi affacciate per la prima volta nella metà di campo avversaria, portano a casa il macinato dalla piazzola, con il calcio da posizione centrale di Canna, a punire l’indisciplina locale al 53′, per il 15-10.

Al 57′, cambiano le due cabine di regia, e Rizzi ha subito l’occasione di mettere punti a segno, al 60′, con un piazzato dai 35 metri sul lato destro, dopo un placcaggio alto di Seb Negri su Pierre Bruno, in contrattacco. L’ex del match non trema dalla piazzola e fissa il 18-10, riportando i suoi oltre il break. Al 63′, Ioane raccoglie il pallone in presa aerea, contrattacca verso l’out di sinistra, attivando Hayward che con belle mani premia la corsa di Brex. L’italo-argentino calcia  per la corsa di Hayward, che sembra poter arrivare sull’ovale, ma viene anticipato da Rizzi che annulla.

Al 72′, dando prova di grande pazienza, il Benetton accorcia: multifase piuttosto compassato, ma poi grande accelerazione con la seconda linea d’attacco. Garbisi allarga su Hayward, che con passaggio puntuale salta un paio di uomini ed arriva direttamente su Ioane, che vola in meta alla bandierina per il 15-18, ma nel finale doppio piazzato di Rizzi, a punire l’indisciplina biancoverde, e Zebre in controllo, per il 24-15 conclusivo, che regala 4 punti ai multicolor, al secondo successo dopo quello contro gli Ospreys, lasciando invece ancora a caccia della prima vittoria stagionale in campionato i Leoni.

Il tabellino di Benetton Rugby-Zebre, Pro14 2020/2021

Benetton: 15 Jayden Hayward, 14 Luca Sperandio, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Benvenuti, 11 Monty Ioane, 10 Tommaso Allan (c), 9 Callum Braley, 8 Marco Barbini, 7 Manuel Zuliani, 6 Giovanni Pettinelli, 5 Niccolò Cannone, 4 Marco Lazzaroni, 3 Simone Ferrari, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Ivan Nemer
A disposizione: 16 Thomas Gallo, 17 Cherif Traoré, 18 Filippo Alongi, 19 Riccardo Favretto, 20 Sebastian Negri, 21 Alberto Sgarbi, 22 Luca Petrozzi, 23 Paolo Garbisi

Marcatori Benetton
mete: Braley (46′), Ioane (72′)
trasformazioni: Allan (46′)
punizioni: Allan (33′)

Zebre: 15 Junior Laloifi, 14 Pierre Bruno, 13 Federico Mori, 12 Tommaso Boni, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Nicolò Casilio, 8 Renato Giammarioli, 7 Maxime Mbandà, 6 Jimmy Tuivaiti, 5 Leonard Krumov, 4 David Sisi (c), 3 Giosuè Zilocchi, 2 Luca Bigi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Marco Manfredi, 17 Daniele Rimpelli, 18 Eduardo Bello, 19 Mick Kearney, 20 Johan Meyer, 21 Joshua Renton, 22 Antonio Rizzi, 23 Michelangelo Biondelli

Marcatori Zebre
mete: Bigi (17′, 25′)
trasformazioni: Canna (26′)
punizioni: Canna (50′), Rizzi (60′, 77′, 80′)

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Pro14, Benetton: Crowley sconsolato, ma soddisfatto dei giovani

L'allenatore dei Leoni commenta la sfida persa nel finale contro Connacht. Per il pilone Nemer il futuro comunque può essere in crescita

27 Febbraio 2021 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: gli highlights di Benetton Rugby-Connacht

Le immagini della partita di Monigo, gara decisa a pochissimi instanti dalla sirena finale valida per la 13esima giornata del torneo celtico

27 Febbraio 2021 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: maledizione Benetton, Connacht sorpassa in extremis e vince 17-19

Non bastano dei buoni Leoni, gli irlandesi strappano il successo con il drive

26 Febbraio 2021 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: la preview di Benetton-Connacht

Connacht scende in Italia con una formazione insidiosa. Diretta ore 18:30 su DAZN

26 Febbraio 2021 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: il XV di Connacht che oggi sfida il Benetton

Aki, Marmion ma non solo: gli irlandesi arrivano a Monigo con un XV che mette insieme tanti elementi di grande interesse

26 Febbraio 2021 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Pro14: la formazione del Benetton Rugby che riceve il Connacht

Padovani schierato all'apertura, Gallo-Els-Nemer in prima linea e il ritorno di Ratuva Tavuyara

25 Febbraio 2021 Pro 14 / Benetton Rugby