Autumn Nations Cup, Smith: “Il sacrificio non manca, puntiamo a chiudere bene”

Le parole dell’head coach azzurro e del Capitano Bigi prima della partenza verso il Galles per la sfida ai Dragoni

Autumn Nations Cup: Franco Smith ha parlato prima del match contro il Galles che chiude il torneo. Ph. Sebastiano Pessina

Autumn Nations Cup: Franco Smith ha parlato prima del match contro il Galles che chiude il torneo. Ph. Sebastiano Pessina

L’Autumn Nations Cup è arrivata al suo ultimo atto, e sabato alle 17.45 gli azzurri di Franco Smith sfideranno il Galles nel match che vale come playoff per il quinto e sesto posto. Una sfida sicuramente importante, che chiuderà il 2020 dell’Italia, e che Bigi e compagni vogliono interpretare nella maniera migliore per togliersi la soddisfazione di battere una diretta rivale per il prossimo Sei Nazioni.

Leggi anche: Autumn Nations Cup, il programma di dirette tv e streaming dell’ultimo fine settimana

Nella conferenza stampa prima della partenza per il Galles, Franco Smith e capitan Bigi hanno risposto alle domande della stampa, che si sono aperte riguardo alla scelta di schierare a numero 9 titolare Stephen Varney, giocatore classe 2001 all’esordio dal primo minuto con la maglia azzurra: “E’ un passo importante per la sua carriera. Ha qualità diverse da quelle di Violi, che ha sicuramente più esperienza. Abbiamo sempre pensato che questo periodo sia giusto per inserire nuovi giocatori nel percorso della Nazionale, così da cercare di dare loro qualche possibilità in più nella loro crescita”.

Leggi anche: La formazione degli azzurri scelta per la partita di Llanelli

L’head coach azzurro ha risposto poi relativamente a cosa servirà migliorare per il prossimo anno della Nazionale, che per via dell’Autumn Nations Cup è rimasto in raduno a lungo, quasi come durante la preparazione di una Coppa del Mondo: “Questo periodo trascorso con la squadra è stata una fortuna. Abbiamo avuto modo di conoscerci a fondo, sia i giocatori che noi dello staff, e ora abbiamo tutti delle idee chiare. Sappiamo in quale punto siamo arrivati ora e il lavoro che bisogna fare per continuare a crescere. Al momento posso fare i complimenti alla squadra per l’impegno che è stato profuso in questo lungo raduno e per l’etica del lavoro mostrata. Dobbiamo continuare a lavorare duro in vista del futuro, siamo ancora indietro dal punto di vista della fisicità ma abbiamo già raggiunto dei buoni standard e dobbiamo continuare a puntare duro su aspetti come questo”.

Leggi anche: Come il Galles attende l’Italia per chiudere la sua Autumn Nations Cup

Il Capitano Luca Bigi ha parlato relativamente alla pressione sugli azzurri che sono senza vittorie da troppo tempo: “Ogni settimana lavoriamo con questa pressione, abbiamo lavorato per questo da tante settimane. Abbiamo bisogno di una reazione e vogliamo trovarla questo sabato contro il Galles”. Contro il Galles si preannuncia una sfida difficile, dura sotto il punto di vista fisico, è stato chiesto a Bigi in che modo la squadra si sia preparata per non ripetere gli errori commessi contro la Francia: “Ci siamo concentrati su noi stessi. Conosciamo la qualità dei loro giocatori e siamo consapevoli di affrontare una grande squadra. Vogliamo essere consistenti e lucidi per tutti gli ottanta minuti. Focus su quello che possiamo controllare: è stata una buona settimana di lavoro dove abbiamo curato molto i dettagli” .

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

La formazione del Sudafrica per il secondo test con i Lions

Tre cambi nella formazione che affronterà i Lions nel secondo match della serie, due nuovi innesti anche in panchina

item-thumbnail

Lions: tre cambi nella formazione di Warren Gatland per gara 2

Le scelte dell'ex Galles, per una sfida che può già decidere la serie

item-thumbnail

Quade Cooper si unisce al raduno dell’Australia

L'apertura si unisce al gruppo di Dave Rennie, in teoria come "training player", ma sarà comunque a disposizione in caso di necessità

item-thumbnail

Warren Gatland: “Bello vedere i ragazzi rientrare così in partita. Mi aspetto un Sudafrica più forte”

Il commento dell'head coach dei Lions dopo gara 1, nelle sue colonne sul sito dei Lions

item-thumbnail

All Blacks attesi a breve in USA, per un test match estremamente remunerativo

Potrebbe allungarsi la lista degli impegni dell'anno 2021 per i 'tuttineri'

item-thumbnail

Video: gli highlights della vittoria dei Lions in gara 1 contro il Sudafrica

Decisiva la furente rimonta nella ripresa

25 Luglio 2021 Foto e video