I ritiri azzurri del 2020

I giocatori con almeno un Cap che hanno deciso di smettere

Ritiri azzurri, Dean Budd rugby

Ritiri azzurri, Dean Budd rugby – ph. Sebastiano Pessina

L’ultimo in ordine cronologico è stato quello di Enrico Bacchin, giovane centro classe ’92 di San Donà, che ha annunciato l’addio al rugby giocato proprio nella giornata di ieri.

Nel corso di questa estate strana, particolare, inedita, sospesa tra l’incredibile voglia di tornare in campo ed il timore per l’eventuale arrivo di seconde ondate, sono stati, almeno sino ad ora, ben 7 gli ex azzurri che hanno deciso di chiudere la carriera da giocatori.

Per conoscere meglio tutti gli azzurri, entra nella pagina dedicata alle loro schede biografiche. Ci sono anche azzurrini e Italdonne.

Nel complesso, dunque, hanno salutato 7 atleti da 266 Caps, con 10 mete complessive e 53 punti in maglia azzurra. Un bottino statistico piuttosto importante, corroborato in modo pesante soprattutto dall’addio di un pilastro degli ultimi tre lustri di nazionale come Alessandro Zanni, ma impreziosito da tutti i componenti di questa lista.

Ritiri Azzurri dell’estate 2020

Michele Rizzo – classe ’82, pilone sinistro (23 Caps – 1 meta)

Il pilone sinistro ex Benetton Rugby, Edimburgo e Petrarca, dopo le ultime due stagioni con la maglia dei ‘neri’, si dedicherà interamente alla carriera di allenatore – in questo momento a livello giovanile -, facendo parte dello staff della Verona Rugby Academy, a partire dal ’20/’21.

Lorenzo Cittadini – classe ’82, pilone destro (58 Caps – 3 mete)

Chiusa quest’anno la carriera a Calvisano, dove tutto – almeno per quanto concerne l’alto livello – era iniziato, il pilone destro ex Wasps, Stade Francais e Benetton Rugby resterà tra le fila dei gialloneri, affiancando il nuovo coach Gianluca Guidi, come assistente per quanto concerne gli avanti.

Enrico Bacchin – classe ’92, trequarti centro (5 Caps)

Chiusa l’esperienza da giocatore Pro, dopo gli ultimi anni spesi a San Donà, l’ex centro del Benetton Rugby ha già avviato un’attività proprio a San Donà di Piave, dove ha aperto il locale ‘Vecchie Maniere’.

George Biagi – classe ’85, seconda linea (23 Caps)

Il seconda linea bandiera delle Zebre Rugby, con cui ha disputato le ultime sette stagioni da protagonista, resterà nei quadri societari dei multicolor, ruolo di Rugby Operations Manager, una figura che fungerà da punto d’incontro tra società ed area tecnico-sportiva.

Dean Budd – classe ’86, seconda linea (29 Caps – 2 mete)

Ha avuto anche l’onore ed onere di indossare i panni del capitano dell’Italia. Dopo otto anni super intensi in Veneto, Dean Budd rientrerà nella sua Nuova Zelanda, dove valuterà che fare nel proprio futuro.

Alessandro Zanni – classe ’84, seconda/terza linea (119 Caps – 4 mete)

Il pilastro friulano di Azzurri e Leoni, proseguirà il rapporto professionale con il Benetton Rugby – che perdura ormai da oltre un decennio (arrivò in Ghirada nel 2009) -, entrando a far parte dello staff dei preparatori della franchigia con sede a Treviso.

Ian McKinley – classe ’89, mediano d’apertura (9 Caps – 3 punti)

Dopo aver regalato al rugby italiano – e mondiale – una storia straordinaria di perseveranza, fiducia nei propri mezzi e grande passione per il rugby, se dovesse seguire i consigli di Conor O’Shea, potrebbe intraprendere una brillante carriera di allenatore.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news. Dai uno sguardo anche alla nostra pagina Instagram, sempre ricca di spunti

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia Emergenti: convocati e tipo di lavoro per il raduno di domani a Treviso

Si apre in Veneto (con seconda tappa a Parma) una due-giorni importante per il lancio del gruppo Emergenti

9 Agosto 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Il 2020 di Maxime Mbanda

Il terza linea delle Zebre e della Nazionale ha raccontato il suo anno particolare, con uno sguardo su una novità in arrivo

5 Agosto 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Il calendario azzurro dell’autunno prende sempre più forma: “8 Nazioni” in vista

Quasi certa - anche se per l'ufficializzazione bisognerà attendere - la possibilità di un torneo novembrino ad 8 squadre al posto dei Test Match

27 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Andrea Lovotti: analisi e autocritica di quel brutto fallo su Vermeulen

Il pilone azzurro racconta quel momento e tutto quello che ne è conseguito dopo

22 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale italiana rugby: quali i nomi per novembre? – triangolo allargato

Uno sguardo alla linea arretrata, ed in particolari ad ali ed estremi per Franco Smith

22 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale italiana rugby: quali i nomi per novembre? – centri

Uno sguardo al reparto azzurro che dispone di alternative variegate

21 Luglio 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale