Cartellino rosso: ecco cosa cambia nel Super Rugby Aotearoa

Il torneo, che inizierà il prossimo 13 giugno, prevede una sanzione diversa rispetto al solito

Super Rugby Aotearoa (ph. Sebastiano Pessina)

Il Super Rugby Aotearoa riaccenderà, tra poco più di dieci giorni (kick-off previsto sabato 13 giugno), i riflettori sul rugby giocato, a distanza di tre mesi dallo stop forzato di tutte le competizioni in giro per Ovalia. Lo farà in modo leggermente diverso rispetto a come si è abituati, tra partite a porte chiuse (che caratterizzeranno verosimilmente tutto il mondo sportivo nei prossimi mesi) ed un paio di regole diverse, particolari.

“Vogliamo che questa competizione appaia diversa. Abbiamo avuto un grande supporto in tal senso da parte degli allenatori, dei giocatori e degli arbitri per rendere il Super Rugby Aotearoa un torneo più veloce, sicuro ed emozionante che mai”, ha spiegato, al NZ Herald, Chris Lendrum, head of rugby pro in Nuova Zelanda, chiarendo come questo torneo inedito possa indossare i panni di un laboratorio di novità.

Leggi anche: Nigel Owens si dice a favore del cartellino arancione

Ci sarà il Golden Point, per provare ad evitare i pareggi (ne abbiamo parlato diffusamente qui), ma anche e soprattutto una diversa sanzione per quanto concerne i cartellini rossi. Un giocatore espulso, infatti, dovrà abbandonare il campo, lasciando così la sua squadra in inferiorità numerica, ma solamente per 20 minuti. Dopo questo lasso di tempo, infatti, il capo allenatore di un team potrà sostituire l’atleta sanzionato – che non potrà più rientrare in prima persona -, con un elemento dalla panchina, ristabilendo così il 15 v 15.

“Il singolo che commette un fallo grave deve essere sanzionato, ma a volte i cartellini rossi possono avere un impatto eccessivo su una squadra e conseguentemente sull’esito di una partita. Chi ne paga le conseguenze, per un rosso, sono i tifosi, i giocatori e gli allenatori, che vogliono vedere una gara ‘reale’, il cui valore non viene scalfito dal peso di un’inferiorità o superiorità numerica. Sostituire un giocatore espulso dopo 20 minuti rappresenta una soluzione equilibrata, di buon senso”, ha chiarito Lendrum.

E’ attivo il canale Telegram di OnRugby. Iscriviti per essere sempre aggiornato sulle nostre news.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Super Rugby Unlocked: highlights e commento della terza giornata

Due sole partite giocate, ma un diluvio di mete e spettacolo in Sudafrica. Grande rimonta Stormers, solido successo dei Bulls

27 Ottobre 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby Unlocked: classifica, risultati, calendario e diretta tv

Tutto quello che serve sapere sul torneo sudafricano: per gli appassionati italiani ci sarà la possibilità di seguire un match a settimana in diretta...

5 Ottobre 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Nuova Zelanda: il Super Rugby Aotearoa ci sarà anche nel 2021

Continuità e un progetto a lungo termine che possa coinvolgere anche l'Australia e le altre realtà dell'Asia e del Pacifico

1 Ottobre 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Lanciato ufficialmente il Super Rugby Unlocked in salsa sudafricana

Sette squadre, girone unico dal 9 ottobre al 21 novembre, tanti Campioni del Mondo: il domestic sudafricano si preannuncia spettacolare

30 Settembre 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby AU: i Brumbies sconfiggono i Reds e vincono il titolo

Il team di Canberra si impone 28-23 e torna a vincere un titolo dopo 16 anni

19 Settembre 2020 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Super Rugby AU: le formazioni della finale Brumbies-Reds

Ultimo atto del torneo tutto australiano: sfida ad alta tensione a Canberra. Tanti temi d'interesse e tanti futuri Wallabies in campo

17 Settembre 2020 Emisfero Sud / Super Rugby