Sei Nazioni 2020, Italia: gli Azzurri verso la conferma

Infermeria vuota, lavoro duro agli ordini dello staff, fiducia e consapevolezza: ecco gli ingredienti della settimana azzurra

ph. Sebastiano Pessina

L’Italia di Franco Smith si sta preparando a ranghi completi da lunedì mattina alla gara più importante del Sei Nazioni 2020. E non soltanto perché, come retorica vuole, la partita più importante è sempre la prossima, ma perché quella con la Scozia è la gara da mettere nel mirino per arrivare a un successo che manca da oramai 4 edizioni del Torneo. Il clima, nel ritiro domani degli Azzurri, è positivo, con dosi massicce di lavoro quotidiano, a cui martedì si è aggiunto un allenamento insieme alle Fiamme Oro. L’infermeria è vuota: tutti i 31 giocatori sono recuperati e disponibili agli ordini di Smith. Tuttavia, non ci si aspettano cambiamenti di spessore in formazione rispetto alla gara di Parigi.

Leggi anche: I numeri dell’Italia dopo Galles e Francia

Carlo Canna dovrebbe con ogni probabilità essere ancora confermato con la maglia numero 12, mentre sembra più lontana l’eventualità di un Federico Ruzza coinvolto dal primo minuto. Nonostante l’infortunio alla caviglia sia ormai dimenticato, al seconda linea del Benetton manca qualche minuto nelle gambe, non essendo sceso in campo nell’ultimo mese.

Un altro che non sarà della partita, dunque, è Sergio Parisse. Il numero 8 di Tolone, ex capitano azzurro, aveva parlato di un suo più probabile coinvolgimento contro l’Inghilterra, ma senza chiudere la porta ad una presenza contro la Scozia che, però, a questo punto non ci sarà. Amarcord che, se non ci saranno accadimenti eclatanti, è comunque solo rimandato al prossimo 14 marzo.

Leggi anche: Italia, Masi: “Con la Scozia ce la possiamo giocare. Minozzi è un talento unico”

Sabato gli Azzurri giocheranno in uno stadio Olimpico che dovrebbe vedere circa 50.000 spettatori: un risultato discreto, che però lascerà ampie macchie di vuoto fra i posti a sedere dell’arena della Capitale. Contro l’Inghilterra, d’altro canto, le vendite dovrebbero avvicinarsi al sold out.  Franco Smith annuncerà la formazione ufficiale per la partita contro la Scozia giovedì, mentre Gregor Townsend la renderà nota alle 14:00 di mercoledì.

Italia-Scozia sarà trasmessa in streaming gratuito su OnRugby. La diretta inizierà circa 15 minuti prima del calcio d’inizio dell’incontro.

Per essere sempre aggiornato sulle news di Onrugby iscriviti al nostro canale  Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia: Pete Atkinson lascerà la FIR alla fine del mese di maggio

Il Responsabile delle Performance Umane saluta dopo tre anni di lavoro. Per lui una nuova avventura in Inghilterra

9 Aprile 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Storia di una grande carriera. Alessandro Zanni si racconta a Onrugby

Una lunga chiacchierata che ripercorre quindici anni di uno dei talenti più fulgidi del rugby italiano

9 Aprile 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: come eravamo è come vogliamo essere

Tornare a quello che era l'Italia del 2013 è l'obiettivo a breve termine degli Azzurri di oggi

5 Aprile 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Bigi: “Siamo alla ricerca di una decisione condivisa sugli stipendi”

Il capitano azzurro sottolinea i temi caldi del momento: il possibile proseguimento della stagione professionistica e la questione compensi dei giocat...

30 Marzo 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Le migliori giocate di Jake Polledri

Tra Nazionale e Gloucester: tutta l'esplosività del flanker azzurro

21 Marzo 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2020: Italia-Inghilterra rinviata

E' ufficiale: la gara conclusiva del Sei Nazioni degli Azzurri è rimandata a data da destinarsi

5 Marzo 2020 Rugby Azzurro / La Nazionale