Italseven verso le Challenger Series a Montevideo

I ragazzi di Andy Vilk giocheranno contro Giappone, Zimbabwe e Paraguay. Serve migliorare l’11esimo posto della prima tappa del circuito

World Rugby

Dopo il deludente esordio cileno, l’Italia del Seven vuole rifarsi nella seconda tappa delle Sevens Challenger Series a Montevideo. Tra sabato e domenica si giocherà nella capitale uruguaiana, con gli azzurri che hanno la possibilità di agganciare uno degli otto posti che permettono di giocarsi gli spareggi per le World Series, ma hanno l’obbligo di arrivare almeno in semifinale. Dopo la negativa tappa di Viña del Mar l’Italia è infatti undicesima in classifica con 6 punti, quattro lunghezze dietro l’ottavo posto della Papua Nuova Guinea, l’ultimo che garantisce il passaggio al prestigioso torneo di ripescaggio. Come detto, serve il risultato migliore possibile, per sopravanzare gli avversari e non dipendere dai risultati altrui.

Leggi anche: I convocati per le Challenger Series

Gli azzurri sono stati inseriti nella Pool C, e giocheranno col quotato Giappone, e con Zimbabwe e Paraguay, due squadre sicuramente alla portata. Per quanto visto nel primo appuntamento delle Sevens Challenger Series però di gare facili non ce ne sono, dunque servirà una prova convincente, al contrario di quanto accaduto in Cile dove sono arrivate le sconfitte con Germania, Uganda e Uruguay. Undicesimo posto grazie ottenuto grazie ai precedenti successi con Paraguay e Colombia, ma sicuramente i ragazzi di Andy Vilk vogliono puntare più in alto.

Leggi anche: Cosa sono le Challenger Series, nuovo torneo di World Rugby

Il calendario dell’Italia prevede la prima gara alle 15.47 di sabato 22 con gli africani dello Zimbabwe, quindi Giappone alle 19.15 e chiusura alle 22.09 col Paraguay (orari italiani). Al termine delle pool sarà poi disegnato il tabellone che porterà alla finale. Questi i gironi della tappa di Montevideo delle Sevens Challenger Series (22-23 febbraio):
Pool A: Germania, Papua Nuova Guinea, Uruguay, Messico
Pool B: Hong Kong, Uganda, Giamaica, Brasile
Pool C: Giappone, Zimbabwe, Italia, Paraguay
Pool D: Cile, Tonga, Portogallo, Colombia

Dopo la prima tappa di Viña del Mar la classifica dice: Germania 22, Hong Kong 19, Giappone 17, Cile 15, Tonga 13, Zimbabwe 12, Uganda 11, Papua Nuova Guinea 10, Uruguay 8, Giamaica 7, Italia 6, Portogallo 5, Colombia 4, Paraguay 3, Brasile 2, Messico 1

Per essere sempre aggiornato sulle news di Onrugby iscriviti al nostro canale  Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia under 20, Brunello: “Prestazione positiva, ma perdere così brucia”

Il selezionatore della nazionale giovanile soddisfatto nonostante la sconfitta di Bastia: "Ottimi sull'approccio alla partita e nello scontro fisico"

item-thumbnail

Elezioni presidenziali FIR 2021: intervista al candidato Giovanni Poggiali

Il 49enne romagnolo attuale il presidente del Comitato dell'Emilia Romagna ci racconta il suo programma e la visione per il rugby italiano del prossim...

17 Gennaio 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

L’Italia under 20 beffata allo scadere: un drop premia la Francia 25-24

A Bastia Azzurrini migliori in campo per 70 minuti, poi subiscono 17 punti nel finale ed escono sconfitti

item-thumbnail

Under 20: la diretta streaming di Francia-Italia

Si gioca a Bastia, kick-off alle 15

item-thumbnail

Elezioni presidenziali FIR 2021: intervista al candidato Marzio Innocenti

Il 62enne toscano, attuale presidente del comitato veneto, ci racconta il suo programma e la visione per il rugby italiano del prossimo quadriennio

16 Gennaio 2021 Rugby Azzurro / Vita federale
item-thumbnail

Italia Under 20: ecco la formazione che sfida la Francia Developpement

Azzurrini pronti al confronto con la selezione transalpina