Francia, dopo la vittoria con la Scozia, ci si chiede: è merito di Galthié?

Una domanda dell’opinione pubblica a cui il presidente federale Laporte ha tenuto a rispondere

Jacques Brunel ct Francia

ph. Sebastiano Pessina

Una Francia così spettacolare, unita e concreta non la si vedeva da anni e il 32-3 rifilato alla Scozia nel Test Match di sabato scorso a Nizza ne è stata la riprova.

A poche settimane dall’inizio della World Cup, dopo un quadriennio piuttosto difficile, al pubblico transalpino sembra venuta voglia di stare più vicino ai Bleus per vivere l’avventura iridata in Giappone.

Qualcuno però vuole sempre cogliere il lato “oscuro” delle cose e così fra l’opinione pubblica e la stampa d’Oltralpe ha cominciato a circolare una domanda strana e per certi versi curiosa: dal punto di vista tecnico, di chi è figlia l’affermazione contro i “Braveheart”? Di Brunel o di Galthié, suo prossimo successore e già entrato nello staff per comprendere meglio i meccanismi della nazionale?

La formazione della Francia per il test in Scozia

Questioni a cui il presidente federale Bernard Laporte, non si è voluto sottrarre rispondendo in maniera decisa: “Chi parla con i giocatori è Brunel – ha affermato – il risultato non è frutto dell’apporto di Galthié”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Un altro All Black giocherà per Tonga dalla prossima estate (e potrebbe sfidare l’Italia)

La nazionale tongana potrebbe ritrovarsi questa estate con una coppia di centri fortissima, e in estate sull'isola arriveranno anche gli Azzurri

item-thumbnail

Antoine Dupont il numero uno al mondo? Non per Wayne Smith

Il coach di lungo corso del rugby neozelandese ha espresso la sua preferenza su un mostro sacro degli All Blacks

item-thumbnail

Autumn Nations Series: il Giappone di Eddie Jones aggiunge una nuova sfida al tour europeo

I Brave Blossoms affronteranno un 2024 ricco di impegni stimolanti

item-thumbnail

All Blacks: Scott Robertson dovrà rinunciare al suo astro nascente in mediana

Il talentuoso Cameron Roigard era il maggior indiziato per la numero 9, ma è incappato in un brutto infortunio

item-thumbnail

L’Australia di Schmidt costruisce il suo staff pescando in Nuova Zelanda

Non solo Laurie Fisher al fianco del nuovo tecnico dei Wallabies: ci sarà anche Mike Cron, leggendario tecnico della mischia ordinata degli All Blacks...