La vittoria di Bristol rimescola le carte nel girone delle Zebre

Il successo degli inglesi in Francia riduce le speranze di passaggio del turno della franchigia federale

Zebre sisi 2018 2019

ph. Luca Sighinolfi

Nonostante la terza vittoria nel girone, ieri contro l’Enisei, e una posizione ragguardevole tra le seconde dei vari raggruppamenti (attualmente le Zebre sono la miglior seconda in assoluto), la corsa della franchigia di Parma verso i quarti di finale della Challenge Cup si è complicata ieri sera, quando Bristol ha espugnato il campo di La Rochelle.

I ragazzi di Pat Lam hanno archiviato una preziosissima vittoria esterna in riva all’Atlantico, sconfiggendo 13-3, a domicilio, la capolista del raggruppamento e salendo così a quota 11 in graduatoria. A meno di cataclismi, dunque, i britannici chiuderanno il girone 4 con 21 punti all’attivo, visto che disputeranno le ultime due gare contro l’Enisei, che sin qui ha concesso vittoria e bonus offensivo a tutte le avversarie.

Per le Zebre, ferme a quota 14, una lunghezza dietro La Rochelle (15), servirebbero 8 punti per terminare la prima fase della competizione davanti alla compagine inglese, oppure terminare davanti agli stessi rochelais e aspirare ad un posto come migliore seconda.

Un’impresa complessa, visto il livello dei transalpini (rivali dei ragazzi di Michael Bradley nel doppio confronto di gennaio), e le difficoltà zebrate lontano dalle mura amiche. Se, infatti, l’ipotesi di un successo, anche corredato da punto bonus, in quel di Parma (che scriverebbe la storia, perché mai nessuna compagine azzurra ha vinto quattro partite in Challenge Cup) è tutto fuorché impossibile, pensare di archiviare una vittoria in Francia, in avvio di 2019, è oggettivamente complicato.

Cosa vuol dire tutto questo? Che le Zebre potrebbero rischiare di uscire ipoteticamente anche avendo raccolto 18 o 19 punti, se dovessero raccogliere solo punti di bonus attraverso le sconfitte oppure pareggiarne una e perdere l’altra con La Rochelle. Anche senza avere delle statistiche dettagliate, si intuisce come la situazione dei ducali potrebbe diventare unica nella storia recente delle coppe europee. Se invece i ducali dovessero arrivare a pari punti con La Rochelle, le Zebre sarebbero davanti ai francesi perché avrebbero raccolto più punti in classifica negli scontri diretti. Per eliminare ogni dubbio, insomma, le Zebre dovrebbero rimanere imbattute contro i francesi, vincendo una delle due partite. Come detto, non sarà facile.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Challenge Cup: sorteggiati gli avversari di Zebre e Calvisano

Per le Zebre ci sono di nuovo i Bristol Bears, per Calvisano ci sono i Leicester Tigers

19 giugno 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: Calvisano parteciperà alla competizione nel 2019/2020

Il club lombardo si iscriverà al torneo dopo la vittoria dello spareggio playoff in Continental Shield

11 giugno 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: il Clermont batte La Rochelle 36-16 e trionfa per la terza volta

A Newcastle i jaunards sono sempre in controllo del match, soffrendo solo in parte i rochelais

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions Cup: la formazione del Leinster per la sfida ai Saracens

Tadhg Furlong taglia il traguardo dei 100 caps

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: La Rochelle prova a essere David contro il gigante Clermont

Nella finale della coppa cadetta i pronostici sono tutti per i gialloblu, ma occhio a dare per battuta la squadra di Jono Gibbes

10 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: le formazioni per la finale tutta francese

Clermont e La Rochelle si affrontano venerdì sera a St James Park: ecco i due XV

9 maggio 2019 Coppe Europee / Challenge Cup