Sevens World Series: a Vancouver il secondo oro per Fiji

Campioni olimpici che si avvicinano al Sudafrica in classifica generale

Fiji Kenya Sevens World Series 2018 Vancouver Canada rugby

Ph. World Rugby

È targata Fiji la prima doppietta stagionale alle Sevens World Series 2018. A Vancouver, in Canada, gli isolani vincono un’inedita finale con il Kenya, conquistando il secondo posto in classifica e avvicinandosi al Sudafrica.
Per i Blitzboks, ancora leader del campionato, la consolazione del ritorno sul podio, con la medaglia di bronzo vinta a scapito degli Stati Uniti.

 

La tappa in terra canadese inizia il sabato con una combattuta fase a gironi. Nella Pool A, i padroni di casa strappano un 19-19 all’Australia, ma mancano la qualificazione per un punto: ai Quarti vanno proprio i Wallabies e gli States. Il girone B vede Inghilterra, Argentina e Samoa chiudere tutte a quota 7, ma la differenza mete sfavorisce gli oceanici. Fiji esce imbattuta dalla Pool C, davanti a un Kenya che ritroverà nella finalissima per l’oro. Passano anche All Blacks e Sudafrica; nelle retrovie successo del fanalino di coda Russia sulla Scozia (26-24).

 

Ai Quarti arrivano le principali sorprese del weekend. Tutto facile per i figiani, in ottimo stato di forma, che regolano l’Argentina con un largo 43-7 in una gara a senso unico. Avanti anche il Sudafrica, che compie invece una straordinaria rimonta sull’Australia: 19-0 il parziale a fine primo tempo per i Wallabies; 19-24 il finale. Quindi due risultati tanto netti quanto incredibili. Il VII di Perry Baker stende gli All Blacks 17-0, mentre i kenyoti si impongono 12-0 sugli inglesi.

 

A questo punto i giochi sono apertissimi, e non ci sono pronostici che tengano. Proprio il Kenya, fino a qui mai neppure avvicinatosi al podio, regola gli Stati Uniti 24-19. Apre le danze il solito, velocissimo Baker, con due mete in poco più di un minuto. Oyoo risponde con altrettante due marcature, ma Isles al 13’ pare chiudere la partita. Invece gli africani non si danno per vinti, e raggiungono il pari allo scadere. Decisiva la meta di Ouma nell’extra time.
L’altra semifinale è la sfida di vertice tra Sudafrica e Fiji. Boks in vantaggio con Snyman, ma i campioni olimpici rispondono subito con Vakurunabili. Sage riporta in avanti i sudafricani, ma in due minuti Nasoko e Nasilasila ribaltano il risultato e conquistano la finale.

 

Blitzbokke e States si ritrovano quindi a disputarsi la medaglia di bronzo. I nordamericani non hanno però in campo la superstar Baker, e i rapporti di forza cambiano rapidamente, nonostante la meta di Aljiboori in apertura. Il Sudafrica prende infatti in mano la gara e in cinque minuti, dal 4’ al 9’, marca cinque mete. Quindi ordinaria gestione del risultato, con il 29-7 che resta sul tabellone finale.

La tappa canadese si chiude con la finalissima tra Fiji e Kenya. Offload spettacolari contro velocità assoluta. Prima frazione molto equilibrata: africani due volte in vantaggio, isolani che pareggiano sempre dopo un minuto. Si va a riposo sul 12-12. Al rientro sul terreno di gioco, però, Fiji spinge sull’acceleratore. Mocenacagi, Naduva e Dranisinukula mettono a referto le mete del 31-12 finale, che vale il secondo oro di stagione per i campioni olimpici, imbattuti per tutto il weekend.

 

Quinto posto per l’Inghilterra, a raffica sull’Australia (31-14). Nel Challenge, invece, dominio della Scozia, che supera la Spagna (25-5) in finale, dopo aver battuto Canada e Galles.

Il Dream Team di Vancouver 2018 vede due figiani, Nasoko e Sau; due kenioti, Ouma e Injera; il sudafricano Sage, l’australiano Porch e l’immancabile velocista a stelle e strisce Perry Baker.

 

Fiji, grazie a questa vittoria, riesce a fare un balzo in classifica, superando la Nuova Zelanda al secondo posto e portandosi a -9 dal Sudafrica, ancora leader.
A quattro giornate dal termine della stagione, però, nulla è ancora deciso. Prossimo appuntamento, dal 6 all’8 aprile a Hong Kong, la “regina” delle tappe Sevens.

 

I risultati

Gironi
Pool A: Australia 8, Stati Uniti 7, Canada 6, Uruguay 3
Pool B: Inghilterra 7, Argentina 7, Samoa 7, Galles 3
Pool C: Fiji 9, Kenya 7, Francia 4, Spagna 4
Pool D: Nuova Zelanda 9, Sudafrica 7, Russia 5, Scozia 3

Quarti di finale
Sudafrica v Australia 24-19
Fiji v Argentina 43-7
Stati Uniti v Nuova Zelanda 17-0
Kenya v Inghilterra 12-0

Semifinali
Fiji v Sudafrica 15-12
Kenya v Stati Uniti 24-19

Finali
Challenge – Scozia v Spagna 29-5
Bronzo – Sudafrica v Stati Uniti 29-7
Oro – Fiji v Kenya 31-12

 

Classifica (dopo sei giornate): Sudafrica 109, Fiji 101, Nuova Zelanda 92, Australia 84, Argentina 77, Stati Uniti 73, Inghilterra 70.

 

di Francesco Rasero

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Gli All Blacks Sevens conquistano l’oro a Vancouver

I neozelandesi superano in finale l’Australia dopo aver vinto la sfida con il Sudafrica, principale rivale in classifica generale. Terzo il Canada in ...

item-thumbnail

Sevens World Series, nel weekend torna il circuito mondiale a sette

Sabato e domenica, 7 e 8 marzo, scendono di nuovo in campo le Nazionali maschili delle Sevens World Series, con sfida per il vertice tra All Blacks e ...

item-thumbnail

Sevens World Series: il ruggito del Sudafrica negli Stati Uniti

I Blitzboks tornano alla vittoria nelle Sevens World Series, dopo una spettacolare finale contro Fiji nella tappa di Los Angeles.

item-thumbnail

Quando Jonathan Laugel ha centrato il palo, letteralmente

Episodio curioso alle World Series 7s di Los Angeles

1 Marzo 2020 Foto e video
item-thumbnail

Sevens World Series, lo spettacolo è in programma a Los Angeles

Il 29 febbraio e 1° marzo il Dignity Health Sports Park di Los Angeles ospita la quinta tappa delle Sevens World Series 2020.

26 Febbraio 2020 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

World Seven Challenger: l’Italia chiude all’undicesimo posto in Cile

La tappa sudamericana viene vinta dalla Germania

17 Febbraio 2020 Rugby Mondiale / Sevens World Series