Roma-Edimburgo andata/ritorno: quando il viaggio è un circolo virtuoso

“Il raduno con la Nazionale ha fatto bene e portato aria nuova”, sono le parole di coach Guidi nel dopo Murrayfield

zebre edimburgo pro12

ph. Matteo Mangiarotti

Una vittoria che per tutti ci voleva come una boccata d’aria fresca e che vale molto più dei quattro punti in classifica che hanno permesso alle Zebre di raggiungere in classifica i Dragons a quota 7, sorpassando la Benetton ora ultima. Una vittoria meritata, in trasferta e in uno stadio che un po’ di pressione la mette sempre. Ma soprattutto una vittoria matura dal punto di vista mentale prima ancora che tecnico: dopo aver chiuso il primo tempo avanti 12-0, nella ripresa Edimburgo ha trovato dopo l’ora di gioco due mete che hanno dato ai Gunners il primo vantaggio della partita e che, soprattutto, avrebbero potuto tagliare le gambe costringendo ad assistere ad un film la cui trama conosciamo fin troppo bene. Invece Biagi e compagni hanno trovato la forza a la lucidità di reagire con ordine. “Dopo la seconda meta ci siamo parlati, sotto i pali, e ci siamo detti che eravamo ancora in partita e che eravamo sereni di poterci giocare le nostre chance, eravamo tutti molto convinti”, ci ha raccontato Giulio Bisegni a fine match confermando la tenuta mentale della squadra. Nell’azione che praticamente all’ottantesimo ha portato in meta Venditti (qui gli highlights) ci sono: un tallonatore che esce dal frontale e dà avanzamento, un dieci che legge la difesa e cambia il senso di gioco, un pilone che dopo questa decisione riguadagna profondità per tornare in posizione utile e trasmettere l’ovale, una seconda/terza linea che attira due uomini e permette di liberare il canale esterno dell’ala. Non una meta per calcio stoppato, ecco. Una vittoria che non può non dare fiducia ad una squadra che anche in passato è talvolta apparsa bloccata mentalmente prima che tatticamente/atleticamente e che con la giusta carica può dare un rendimento più vicino al suo reale potenziale.

 

Ma allargando la prospettiva a tutto il movimento (leggi alto livello), il risultato di Edimburgo può e deve essere un toccasana per l’intera nazionale. “Treviso e Zebre devono iniziare a vincere, i giocatori italiani devono capire cosa serve e cosa si prova a vincere” aveva dichiarato coach O’Shea ad agosto, riconoscendo nelle troppe sconfitte un brutto tarlo che si insinua in testa condizionando le prestazioni nel club ma anche in azzurro. E proprio dei pochi giorni di ritiro di Parisse e compagni in preparazione dei Test Match autunnali ha parlato il tecnico delle Zebre Gianluca Guidi subito dopo il fischio finale di Murrayfield: “Il raduno con la Nazionale ha fatto bene, è stata una settimana intensa, ha portato un’aria nuova e stasera hanno fatto una partita piena di cose positive“. Frasi importanti e che testimoniano un clima di rinnovata fiducia reciproca. “Rispetto alla precedente gestione, c’è un cambiamento nel modo in cui ci stiamo preparando”, ha dichiarato Leonardo Ghiraldini a Gazzetta.it nel corso del ritiro in corso a Roma. Al quale, tra l’altro, sta partecipando anche da tecnico aggregato il defence coach della Benetton Marius Goosen.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Video: OnRugby Relive, la larga vittoria delle Zebre a Newport – Pro14 ’19/’20

Rivivi il brillante successo dei Multicolor contro i Dragons

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il momento di Federico Mori, tra Nazionale, popolarità ed una famiglia di campionissimi

Abbiamo parlato con il giovane azzurro, nella cui crescita c'è anche lo zampino dello zio Fabrizio, fuoriclasse dell'atletica leggera

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Paolo Pescetto: “C’è competitività nel ruolo d’apertura. Vorrei acquisire leadership e ritmo”

L'ambientamento, gli obiettivi per il futuro e gli idoli di infanzia: il trequarti parla a cuore aperto

1 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Come funziona con i Permit Player delle Zebre Rugby?

Le differenze pratiche e semantiche rispetto ai Leoni

30 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

A che punto sono gli infortunati delle Zebre?

Ne abbiamo parlato con Rocco Ferrari, responsabile medico della franchigia ducale

29 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Alessandro Fusco: “Al lavoro su velocità, capacità decisionale e comprensione del gioco”

Il mediano di mischia ha voglia di misurarsi con la realtà del Pro14

25 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby