Le 5 frasi che un pilone non vorrebbe mai sentirsi dire

I piloni sono animali socievoli, ma bisogna utilizzare le parole giuste…

Ben Tameifuna

Chi ha giocato in prima linea merita il paradiso, perché l’inferno lo ha già avuto in terra“. Sarà la bellezza del loro cielo o la maestosità del verde che si getta di strapiombo sul mare. O forse la birra. È certo però che gli irlandesi non sbagliano un colpo, soprattutto se si parla di rugby. Chi ha giocato in prima linea sa cosa è l’inferno, lo ha vissuto in terra. Ottanta minuti alla volta, orecchio per orecchio, collo per collo, schiena per schiena. Un ruolo vituperato da molti ma quanto mai fondamentale nel XV.

Personaggi strani i piloni. A volte burberi, grezzi, sgraziati. Altre volte nascondono una sensibilità spiccata sotto chili e chili di massa grassa e magra. Tra le tante cose che accomuna i giocatori di prima linea, ci sono sicuramente delle frasi che non vorrebbero mai sentirsi dire. Noi le abbiamo raccolte per voi.
#5 – “IN AVANTI, MISCHIA”
Attenzione. Ogni pilone probabilmente vive e sopravvive attraverso le mischie. Ma immaginatelo al minuto 76 dopo aver corso una partita intera e avendo già sopportato almeno 20 mischie. Avanti del suo compagno di squadra (quasi sempre tre quarti), mischia numero 21. È li che il pilone alza gli occhi al cielo maledicendo il giorno in cui è nato.
#4 – “IL COLLO È MESSO MALINO…”
Di solito la frase è rivolta al pilone dal proprio fisioterapista. Frase rivolta con un’innocenza sconcertante, solitamente il lunedì mattina, quando il pilone farebbe prima a svitarsi il collo e a montarsi una di quelle testoline dei Lego. Sicuramente, in quel momento, più mobile della sua.
#3 – “DEVI DIMAGRIRE”
Classica frase da visita medico sportiva. “Maddai, dottore. Dice che sono grasso? Non me ne ero accorto”, vorrebbe rispondere il pilone con sarcasmo. I piloni non sono grassi “è che li disegnano così”, sfruttando la citazione di Jessica Rabbit.

#2 – “IL TERZO TEMPO È A UN CHILOMETRO DA QUI”
“Cioè mi stai dicendo che dopo 80 minuti di fango e mischie mi devo andare a guadagnare anche il terzo tempo? Magari a piedi?”. Il pilone si incamminerà borbottando e sbuffando ma userà le ultime forze pur di riempire il proprio stomaco con del cibo e della birra.

#1 – “LA BIRRA È FINITA”
“NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHHHHH!”

Immaginatevelo un po’ alla Homer Simpson.

 

Andrea Papale

 

Leggi anche:  Le 5 frasi che un rugbista non vorrebbe mai sentirsi direI 5 drammi dell’essere ala, Le 5 cose che rendono triste una terza ala, I 5 drammi della seconda linea, I 5 tipi di mamme che puoi trovare a una partita di rugby, Le 5 cose che rendono nervoso un rugbista.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Beach Rugby, Crazy Crabs campioni d’Italia

I Crazy Cabs vincono il Master Finale della Lega Italiana Beach Rugby laureandosi Campioni d'Italia

2 Agosto 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, ultimi verdetti in attesa del Master Finale

Si è giocata l'ultima tappa del campionato italiano di beach rugby

26 Luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, resoconto della 5a tappa

Resoconto della quinta tappa della Lega Italiana Beach Rugby

19 Luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, resoconto della 4a tappa del campionato italiano

Beach rugby, resoconto della quarta tappa del campionato italiano

14 Luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, il Salento Rugby vince la Magna Grecia Cup

Il Salento Rugby si aggiudica la nona edizione della Magna Grecia Beach Rugby Cup

10 Luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, fuochi d’artificio nel terzo week end di regular season

Si è giocata la terza settimana della regular season del campionato Libr di Beach Rugby, ve la raccontiamo

6 Luglio 2017 Delinquenza ovale