Olimpiadi Rio 2016, rugby Seven femminile: oro Australia

La Nuova Zelanda conquista l’argento. Bronzo storico per il Canada

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Airone valle Olona 9 Agosto 2016, 01:54

    Che bello vedere la palla Ovale alle Olimpiadi.
    Aussies che vincono meritando ma grosso rammarico per le Black per il giallo a fine primo tempo.

    • Dusty 9 Agosto 2016, 08:46

      Giallo inevitabile ma che è costato due mete.
      Comunque l’Australia è stata più squadra.

  2. try 9 Agosto 2016, 08:12

    ma quanti strafalcioni ha detto il telecronista.
    Non si è nemmeno accoro che per tutto il torneo si sono giocato 10 min per tempo, e non solo per la finale.

    • bak 9 Agosto 2016, 08:44

      sicuro? a me è sembrato proprio che fossero 7 min x tempo, meno la finale giocata sui dieci.
      Semmai continuava chiamare le atlete (anzi diceva “donne”) NZ come All Blacks invece di Black Ferns
      bak

      • xnebiax 9 Agosto 2016, 09:02

        solo in finale 10 minuti, per il resto 7 minuti per tempo.

      • try 9 Agosto 2016, 09:16

        Siete sicuri?
        Io ho guardato domenica una partita e i tempi erano di 10 min.
        Oppure avevo bevuto troppo? Mi ricordo di aver spiegato a mio figlio che solitamente si giocano 7 minuti, ma alle olimpiadi 10.

        • silvan 9 Agosto 2016, 09:23

          …..avevi bevuto troppo…

        • kinky 9 Agosto 2016, 12:13

          beh try…comunque ha detto un sacco di cazzate lo stesso.

          • kinky 9 Agosto 2016, 12:13

            intendo il telecronista

        • Grillotalpa 9 Agosto 2016, 12:33

          Tempi da 7 minuti tranne la finale dove sono 10

  3. try 9 Agosto 2016, 08:13

    Comunque il 7 dell’australia una spanna sopra a tutte.

    • amedeo 9 Agosto 2016, 09:00

      Attaccava benissimo la linea , potrebbe giocare benissimo apertura nel campionato italiano di eccellenza………. 😉

      • try 9 Agosto 2016, 09:17

        volevo scriverlo io…

        • kinky 9 Agosto 2016, 12:18

          adesso i numeri sulla schiena non me li ricordo ma a me piaceva da matti la “mediana” di mischia….quella con le doppie treccine e che ha fatto meta partendo da calcio di punizione per intenderci. ….dove io tra l’altro con il mio solito metodo di misura sul +12 e punizione per l’Australia dicevo: piazzala cazzo piazzala che andate a +15!!!

          • try 9 Agosto 2016, 17:54

            illa

    • Katmandu 9 Agosto 2016, 09:47

      Comunque LA numero 7

  4. carlo s 9 Agosto 2016, 10:30

    Australiane (ma non solo loro) brave e pure carine.

    Bello il rugby a 7, molto veloce e meno fisico del 15.
    Molto meno pericoloso. Atletico. Non ho visto giocatrici sovrappeso come si vede nel rugby a 15.
    Aspetto ora di vedere giocare le nazionali maschili.

    Complimenti all’Australia che avrebbe vinto, secondo me, anche senza quel vantaggio che gli è venuto dal cartellino giallo dato alla NZ.

    • kinky 9 Agosto 2016, 12:20

      condivido tutto

      • kinky 9 Agosto 2016, 12:20

        tranne che meno pericoloso perché anche qui sono sicuro che l’infortunio grave è sempre dietro l’angolo!

        • carlo s 9 Agosto 2016, 12:50

          Aspetto il torneo maschile per capirne un po’ di più rispetto a questo argomento.
          Comunque per certi versi mi sembra di vedere il mini rugby: niente mischie (quelle che fanno sono un’altra cosa rispetto al rugby a 15), poca attività intorno ai raggruppamenti. Tutti giocatori veloci, placcaggi mai troppo duri, molto gioco alla mano e ampio a cercare le ali.
          Non ho mai visto piazzare. Le trasformazioni sono migliori quelle del rugby a 15. Il gioco in Touche è stato praticamente inesistente.

  5. Giorgio Brera 9 Agosto 2016, 11:19

    Bella partita. Dalle semifinali si è cominciato davvero a vedere qualcosa che assomigliava al rugby. Diciamo che la specialità, almeno in campo femminile, ha ampi spazi di crescita tecnica. Si è visto quelche bel off-load e qualche grillotalpa degno di questo nome.
    La NZ è partita bene in finale, ma dopo la prima meta ha cominciato a subire terribilmente la pressione delle aussie. La crisi delle black ferns è iniziato secondo me anche prima del giallo. Stavano già soffrendo. Poi il secondo tempo è stato in discesa per le australiane che non hanno più perso il controllo e hanno fermato gli sterili tentativi neozelandesi.
    Nonostante mi pare si dessero per favorite le neozelandesi per l’oro, le aussie erano le più forti, lo si era visto anche nella WS, e lo hanno dimostrato. Più squadra e gran difesa.
    Bella anche la finalina per il bronzo con le canadesi che hanno dato una sonora asfaltata alle britanniche.
    Torneo divertente, impreziosito dalla cornice olimpica, ma purtroppo poco pubblico.
    Aspetto con curiosità il torneo maschile per vedere se qualche formazione riuscirà a elevare il livello del gioco. L’occasione è ghiotta. Anche se l’ora era tarda, è stato bello vedere un po’ di rugby sulle reti RAI. Si era mai visto rugby femminile in TV?

  6. Frederick 9 Agosto 2016, 11:21

    in tutta onestà non sono mai stato un fan del 7…ma devo dire che dopo aver visto alcune partite dei giorni eliminatori e tutte le fasi ad eliminazione diretta mi devo piacevolmente ricredere…sport molto gradevole, veloce e spettacolare, inizierò a seguire anche le world series, anche se il fascino del 15 resta comunque sempre tutt’ altra cosa…attendo il pomeriggio per gustarmi il torneo maschile

  7. ermy 9 Agosto 2016, 13:59

    Bel torneo, belle giocatrici, peccato per gli arbitraggi al femminile che non sono stati all’altezza delle giocatrici… ho visto spesso arbitre inesperte, senza occhio allenato nel gioco veloce dei break down ( per ovvia e banale inesperienza del gioco…) in sostanza falsare qualche gara dove basta un errore per perdere… voler portare l’uguaglianza in tutti gli aspetti a tutti i costi in ossequio al pensiero main stream a volte è un pò avventato… diciamo così… 😉

  8. gsp 9 Agosto 2016, 16:57

    ma infatti, perche’ non restano a casa a lavare piatti e cucinare? e magari anche a stirare lenzuola e camicie.

  9. Stefo 10 Agosto 2016, 08:05

    Una cosa interessante del team asutraliano, quai tutte vengono da sport diverso, selezionate 4-5 anni fa tramite programmi di talent ID and transfer in Australia.
    Qui il bacground delle giocatirci:
    https://au.news.yahoo.com/thewest/sport/a/32252947/the-aussie-sevens-switcheroos/#page1

    Moltissime vengono dal touch (quello vero non quello che si fa per scaldarsi ad inizio allenamento) come si puo’ notare.

Lascia un commento

item-thumbnail

Sevens World Series: si torna in campo in Sudafrica

Le Sevens World Series sbarcano questo weekend in Sudafrica. Le gare -maschili e femminili- si giocheranno da venerdì 13 a domenica 15 al Cape Town St...

11 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Le 7s World Series a Dubai incoronano Blitzboks e Black Ferns

Le World Series di Sevens ripartono da Dubai, con il Sudafrica che vince la prima tappa maschile mentre le neozelandesi tornano al successo nel femmin...

8 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Sevens World Series, in arrivo tre giorni di show a Dubai

Parte da Dubai la nuova stagione maschile delle Sevens World Series, in parallelo al secondo appuntamento femminile. Proseguono intanto le qualificazi...

3 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Sevens World Series 2019/2020, il primo oro è degli States

Le nordamericane vincono in casa a Glendale nel torneo d'esordio, battendo la Nuova Zelanda in semifinale e l'Australia in finale

7 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Sevens: partono le World Series 2019-2020, destinazione Olimpiadi

Prime sfide per le Sevens World Series 2019-2020: torneo femminile al via sabato 5 ottobre negli States.

4 Ottobre 2019 Rugby Mondiale / Sevens World Series
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: gli arbitri per le partite dell’Italia

C'è Nigel Owens per la sfida contro il Canada, che dirigerà anche la partita inaugurale. Anche un australiano e due inglesi per gli azzurri

19 Luglio 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019