Cosa c’è dietro la “rivoluzione/involuzione” del Sei Nazioni femminile

Scozia e Galles: sono questi i due “nemici” del Sei Nazioni delle ragazze così come lo conosciamo. Altro che Seven…

COMMENTI DEI LETTORI
  1. Stefo 4 Aprile 2013, 14:39

    Il Sevens potra’ anche essere un alibi ma nel contempo si sta parlando in maniera molto insistita della possibile nascita di un torneo 6N di Sevens.

  2. Hullalla 4 Aprile 2013, 21:01

    Soluzione semplice: fuori la Scozia dal Sei Nazioni femminile e dentro la Spagna (alla quale l’Italia tempo fa ha “scippato” il “posto” nel Sei Nazioni femminile senza eccessiva classe…
    Gli Scozzesi (o chiunque sia) si vergognano di ammettere il loro fallimento e vogliono mascherarlo in qualche modo? Che si vergognino pure… niente foglie di fico…

    • Stefo 4 Aprile 2013, 21:13

      Anche il Galles e’ a favore del cambiamento…fuori loro per chi?

      • vichingo 5 Aprile 2013, 07:49

        La Svezia? Hanno bastonato Italia, Galles e Scozia in passato

  3. And 4 Aprile 2013, 22:37

    nn so perchè ma il rugby femminile nn mi attirra x niente, come il calcio o il basket . L’unico sport di squadra che posso concepire a livello femminile è la pallavolo, anche se m’è capitato di vedere la pallanuoto. Punti di vista..

    • vichingo 5 Aprile 2013, 07:57

      Da allenatore di una squadra femminile posso dirti che le ragazze hanno più passione, agonismo e orgoglio di molte squadre maschili. Per certi versi incarnano lo spirito del gioco meglio di tanti divetti che si vedono in giro. Tagliare il rugby femminile è una mossa miope: significa rinunciare a un bacino potenziale di milioni di giocatrici e appassionate. Il che alla lunga toglierebbe risorse anche al rugby maschile. Piuttosto, perchè non far giocare squadre maschili e femminili nella stessa location? Per esempio, se la nazionale femminile giocasse all’Olimpico prima di quella maschile magari parte del pubblico prenderebbe in considerazione di guardarsi la partita. E forse qualche ragazza in più sarebbe tentata di provare. La cosa avrebbe oltretutto un impatto minimo sulle dirette TV (anche se, faccio notare, é praticamente impossibile trovare on-line le partite della nazionale femminile)

  4. StefanoSantaLucia 5 Aprile 2013, 08:34

    Credo sia un grosso impoverimento la divisione in due tronconi, tanto più che le motivazioni sanno tanto di foglia di fico. Apprezzo il parere di vichingo qua sopra: bisognerebbe poi guardare lo sport coniugato al femminile non pensandolo come ad una diminutio della versione al maschile. Fisici diversi (grazie a Dio!) ovviamente producono prestazioni diverse, basta accettare questo presupposto.

  5. M. 5 Aprile 2013, 09:06

    Se Galles e Scozia non hanno i soldi non si capisce perché noi dobbiamo essere spediti con loro. Ricordiamo che allo scorso 6 nazioni abbiamo battuto le francesi, battuto le scozzesi e perso di un niente (un calcio) contro le campionesse irlandesi. Dove sta il criterio meritocratico di selezione?

Lascia un commento

item-thumbnail

Sei Nazioni 2020: le convocate dell’Italia femminile

Trenta atlete chiamate da Di Giandomenico: "Un mix fra atlete giovani ed esperte"

15 Gennaio 2020 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Veronica Madia è pronta al rientro e vede il Sei Nazioni 2020

Dopo tre mesi di stop per un problema alla caviglia, l'apertura di Colorno dovrebbe tornare in campo domenica a Ferrara

9 Gennaio 2020 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia Femminile: Andrea Di Giandomenico eletto “Coach of the Year” da Scrumqueens

Al ct dell'Italia arriva questo riconoscimento dall'autorevole

31 Dicembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile: le convocate per il primo raduno del 2020

Andrea Di Giandomenico ha selezionato 28 atlete per il ritiro ducale dal 3 al 6 gennaio

19 Dicembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Italia femminile, verso un lungo 2020: intervista ad Andrea Di Giandomenico

Con il CT delle azzurre abbiamo ripercorso i Test Match di novembre, dando uno sguardo anche al prossimo anno

11 Dicembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile
item-thumbnail

Milano Rugby Week 2020: Zebre-Munster e Italia-Scozia. Il programma del fine settimana

Le partite si giocheranno nella cornice dello stadio Mari di Legnano

10 Dicembre 2019 Rugby Azzurro / Nazionale femminile