Amaro calice di Heineken per il Benetton: a Swansea finisce 38 a 17

Gli Ospreys partono forte, allungano ma quando Treviso sembra crollare c’è la reazione. Poi i gallesi ottengono il bonus

ph. Henry Browne/Action Images

Succede che al minuto 45′ Biggar converte la meta di Dirksen e gli Ospreys si portano sul 23 a 3. Partita chiusa o quasi, verrebbe da dire. Invece Treviso dimostra di meritare tutto il rispetto che ormai la circonda in ogni angolo d’Europa e di riscattare un primo tempo molto opaco, penalizzato anche da due cartellini gialli comminati a Pavanello e Vosawai. I biancoverdi (in tenuta azzurrina stasera a Swansea) si mettono a giocare e a lottare su ogni pallone con una foga  e una determinazione che nei primi quaranta minuti si erano appena intravisti solo per brevi momenti.
E così tra il 55′ e il 57′  il XV di Franco Smith segnano due mete con Vosawai e McLean: 23 a 17 e gara apertissima. Dan Biggar allunga un po’ il gap con un piazzato, tre punti che ridanno fiato e coraggio ai gallesi che si mettono a spingere e approfittando di un altro cartellino giallo – questa volta a Favaro – segnano ancora con Dirksen la meta della tranquillità. Nei minuti finali la marcatura di Beck porta addirittura al bonus.
Partita dall’andamento molto simile alla trasferta “celtica” di Cardiff per Treviso: prima completamente o quasi lasciata in mano agli avversari, poi riacciuffata e infine persa con un punteggio troppo punitivo. Gara con luci e ombre, tutta da analizzare, ma che lascia un po’ di amaro in bocca. Onore al merito degli Ospreys comunque: se in casa loro in Heineken Cup dal 2005 a oggi hanno perso solo una volta qualcosa vorrà pur dire.

 

MARCATORI: pt 4′ , 8′ e 15′ Biggar p.; 18′ Burton p.; 20′ Walker meta tr. Biggar; st 5′ Dirksen meta tr. Biggar; 15′ Vosawai meta tr. Burton; 18′ McLean meta tr. Burton; 24′ Biggar p.; 33′ Dirksen meta; 40′ Beck meta tr. Biggar.

OSPREYS: Fussell; Dirksen, Bishop, Beck, Walker; Biggar, Fotuali’i (st 38′ Webb); Thomas, Tipuric, R. Jones; Evans, A.W. Jones (st 36′ Stowers); A. Jones (st 17′ Jarvis), Hibbard, Bevington (st 25′ D.Jones). A disp.: Dwyer, Lewis, Morgan, Isaacs. All. Tandy.

BENETTON TREVISO: McLean; Nitoglia (pt 21′ Semenzato), Benvenuti, Sgarbi (st 34′ Pratichetti), Iannone; Burton, Botes; Vosawai (st 34′ Barbieri), Derbyshire (st 1′ Minto), Favaro; Bernabò (st 34′ Maistri), Pavanello; Roux (pt 34′ Di Santo), Ghiraldini (st 6′ Ceccato), De Marchi (st 6′ Fernandez-Rouyet). All. Smith.

ARBITRO: Paterson della Federazione Scozzese.

NOTE: pt 16-3; cartellino giallo a: A. Jones (pt 26′), Pavanello (pt 26′), Vosawai (pt 34′), Favaro (st 30′); spettatori: 6000 circa; Heineken Man of the Match: (Ospreys); calciatori: Ospreys 7/8 (Biggar 7/8), Benetton Treviso 3/3 (Burton 3/3); punti in classifica: Ospreys 5, Benetton Treviso 0.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

I gironi della Champions Cup 2019/2020

Il Benetton si prende il Leinster, Lione e i Northampton Saints nel girone 1. Girone di ferro per i Saracens

19 giugno 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Leinster: quei tre momenti sui quali recriminare

La finale di Champions Cup è andata meritatamente ai Saracens, ma gli irlandesi hanno sprecato qualche occasione di troppo

13 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Gregariato saraceno: come la Champions Cup è tornata a Londra

Da Barritt a Koch, da Lozowski a Wray. Una vittoria costruita sul lavoro operaio dei volti meno noti

13 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

La festa dei Saracens, i rimpianti del Leinster

Mark McCall elogia i suoi per la reazione nel corso del match. Leo Cullen: "Bisognava sfruttare le occasioni create"

12 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Alex Goode è il giocatore dell’anno per la Champions Cup 2018/2019

È il terzo giocatore dei Saracens a vincere il premio dopo Itoje e Farrell nel 2016 e nel 2017

12 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
item-thumbnail

Champions Cup: I Saracens sono i migliori d’Europa e sono ancora campioni

Finisce 20-10, Sarries dominanti in ogni fase e che hanno saputo approfittare degli errori commessi da Leinster

11 maggio 2019 Coppe Europee / Champions Cup
  1. Rabbidaniel 12 ottobre 2012, 22:54

    Non ho visto la partita, ma dal live e dal commento di cui sopra, mi sembra di poter dire che due sono stati i fattori:
    1-troppi punti concessi all’inizio
    2-indisciplina pagata cara

  2. Leonida14 12 ottobre 2012, 22:54

    siamo sulla strada giusta, arriveremo a competere a casa loro in un paio d’anni

  3. xnebiax 12 ottobre 2012, 23:03

    Treviso non é andata per niente male, sono gli Ospreys (soprattutto gli avanti) che sono stati enormi ed immensi.

    Non ho visto i primi 30 minuti perché non partiva lo streaming, si é infortunato qualcuno? Tipo Nitoglia per caso?

    • Paolo82 12 ottobre 2012, 23:06

      si dopo la prima meta se non mi ricordo male… cmq potevano anche calciare qualche punizione nel primo tempo…

  4. franky 12 ottobre 2012, 23:06

    vincere al liberty è sempre un problema, l’arbitro non mi è piaciuto sinceramente ma i leoni ci hanno messo del loro : indisciplina, approccio alla partita, USO DEL PIEDE, scelte tattiche sbagliate … e nonostante tutto ciò sul 23 a 17 magari con una miglior giornata al piede da parte di burton e un bel cartellino ad adam jones si poteva pensare di insidiarli; evidentemente non ce lo meritavamo perché non bastano delle grandi fasi difensive anche con l’uomo in meno e un’ottima reazione all’inizio della ripresa per espugnare questo stadio

    mischia molto male ma c’era da immaginarselo, contro gli ospreys soffriamo sempre pure quando giocano citta e rizzo, poi se lasciamo quei 3 davanti con un uomo in meno a spingere dietro di loro …

    ci sono ancora molti problemi a innescare i trequarti (mi ricordo solo di un bello spunto di benvenuti verso la fine della partita ma era su gioco rotto) la squadra va molto meglio quando va dritta per dritta anche se ci sono spesso difficoltà a mantenere il pallone

    vosawai detto anche dove vai cosa fai non la passa mai sicuramente indisciplinato però quando parte è difficile fermarlo, è un giocatore da prendere così, personalmente questo tipo di ball carrier lo vorrei sempre avere in rosa

  5. lupo 12 ottobre 2012, 23:14

    ospreys devastante capacità di gestire miliardi di fasi ad una velocità sconsiderata e tanta tanta precisione, treviso più che discreta e a tratti illuminata, ma se ogni tanto burton s’imbizzarisce e calcia alla ‘ndokojo kojo senza pressione alcuna e ad ogni mischia ti dragano 20 metri e poi pigli il calcio contro diventa complicatissima la questione…eppure quando mclean ha preso quel bel corridoio in mezzo ho cacciato degli urli che erano quelli di uno che ci credeva

  6. ermy 12 ottobre 2012, 23:15

    Bees Roux : bue o… bufala? Ahi, ahi, anche Munari comincia a perder colpi…
    🙂

    • franky 12 ottobre 2012, 23:20

      si in effetti oggi il bue ha fatto male, molto male 🙂 aspettiamolo più avanti, l’altro spezzone di partita in celtic l’aveva fatto bene ora deve riprendersi però

      • ermy 12 ottobre 2012, 23:27

        Scusa Franky, riprendersi da cosa? Infortunio? Oggi mi sembrava spaesato, fuori partita completo…

        • franky 13 ottobre 2012, 13:14

          riprendersi da questa prestazione !!! certo oggi non ha fatto una buona impressione ma ha giocato in tutto neanche 80 minuti, è troppo poco per giudicare, certamente se continuerà così allora si che sarà un flop

    • ginomonza 15 ottobre 2012, 12:01

      pur piacendomi la mozzarella di bufala speriamo sia un bue

  7. speartakle 12 ottobre 2012, 23:38

    Unico commento che mi viene da fare, se ti fai arare in mischia in quella maniera c’è poco da fare…

  8. kinky 12 ottobre 2012, 23:44

    McLean: voto 6 solo per la meta fatta ma sulla prima meta subita non ha placcato, cosa che ultimamente purtroppo fa spesso. In nazionale il posto da titolare lo vede con il binocolo
    Iannone: voto5 sono un suo sostenitore ma oggi non l’ho visto bene
    Benvenuti: voto 6 senza infamia e senza lode! Comunque è un anno buono che da centro non fa nulla di eclatante. Forse all’ala da un apporto maggiore
    Sgarbi: voto 6 l’ho visto abbastanza bene in difesa
    Nitoglia: voto 6,5 il migliore dei trequarti fino a che non si fa male
    Burton: 4,5 vi ricordo solo il calcio di punizione da calciare in touche e sbagliato grossolanamente. In questo momento la terza scelta come apertura per la nazionale
    Botes: 6 fa il suo da mediano fino a che non passa all’ala dove secondo me è un po’ sprecato
    Semenzato: 6,5 parte male ma alla fine dimostra di essere in forma
    Vosawai: 7,5 prende sempre il vantaggio e in difesa è sempre presente
    Derby: voto 6 senza infamia e senza lode
    Favaro: 7 un guerriero come al solito, peccato per il giallo!
    Pavanello: 6,5 mezzo voto in meno per il giallo evitabilissimo
    Bernabò: 6,5 personalmente non mi piace ma oggi ha meritato
    Minto: 7 a me questo piace da matti!!
    Roux: 4 non commento che è meglio
    Ghiraldini: 6,5 solita sicurezza
    Demarchi: 6 senza infamia e senza lode

  9. golia 13 ottobre 2012, 01:14

    Non tutte le ciambelle vengono col buco, ma la squadra c’è …FORZA LEONI !

  10. And 13 ottobre 2012, 01:15

    ho visto solo 5 minuti in streaming sul 23-17 x gli Ospreys mi sembra, in tempo per vedere: un calcio di Burton dai 30m di Treviso finito oltre la linea di fondo, conseguente asfaltata in mischia, 3 punti di Biggar; un fallo stupido che ha ha riportato gli Ospreys vicini alla linea di meta trevigiana e portato al giallo di Favaro; poi sono uscito, cadute le tenui aspettative

  11. frank 13 ottobre 2012, 01:27

    scusate ma Burton che potrebbe calciare per i pali a inizio ripresa e invece cerca la touche, ma poi calcia in fondo e dà mischia agli Ospreys? da questo gravissimo errore la seconda meta della squadra di casa…..possibile degli errori così grossolani a questo livello???

    • mezeena10 13 ottobre 2012, 11:19

      mica l’ha deciso lui di non piazzare!

      • frank 13 ottobre 2012, 16:30

        e va bene, ma caspita, meglio 5 metri in meno guadagnati ma almeno assicurati la touche..

  12. And 13 ottobre 2012, 02:28
  13. Ma’aRhuffi 13 ottobre 2012, 08:47

    dopo McMenemy in Scozia hanno un altro fenomeno…e si sono scandalizzati di Liperini!!Arbitro a parte(imbarazzante!) da tempo non vedevo la chiusa spazzata via in questo modo e grave la prima meta presa con 4 placcaggi mancati!cmq bella la reazione ed eccessivo il punteggio finale,ultimo giallo a Favaro dato per fuorigioco?!?! Paterson patetico se paragonato al giallo non dato ad Adam Jones che valeva il rosso!!Spero di sbagliarmi ma il Bue sembra un Agnellino,Cittadini in confronto sembra Carl Hayman!

    • M. 13 ottobre 2012, 10:44

      Tre gialli sono tantissimi, la partita non l’ho vista ma ragazzi con 30 minuti di inferiorità non vai da nessuna parte…

    • ermy 13 ottobre 2012, 14:11

      Concordo con te, il bue sembra proprio una bufala! Forse qualcosa di psicologico dopo ciò che ha passato? Mah, speriamo bene per lui e anche per Treviso…

  14. ilfuma 13 ottobre 2012, 09:02

    concordo in tutto, sul non giallo ad Adam Jones, l’arbitro aveva già messo la mano in tasca, poi si è accorto che avrebbe dovuto buttarlo fuori e si è rimangiato tutto…………………
    se butta fuori Jones è tutta un altra partita.
    Comunque Burton sanguinoso sul calcio che dovev andare in touche per la maul , e lo spara oltre la llinea di pallone morto. Ma come si fa…………
    E da li la seconda meta…………

    • mezeena10 13 ottobre 2012, 11:21

      puo capitare invece..c’era vento e pioggia in abbondanza..sembrava piu sottopressione del solito burton..forse le prestazioni di di bernardo gli han tolto un po di sicurezza!

  15. maxam 13 ottobre 2012, 09:49

    Era da un bel po’ che non vedevo una mischia soffrire così tanto. Vosawai è stato il migliore dei trevigiani per spirito ed abnegazione. Ha sempre fatto la stessa cosa ma bene (con la palla ben incollata alle mani e a guadagnare metri) e in difesa ha fatto il suo. Anch’io sul 23-17 ero convinto che si sarebbero ripresi dopo un deludentissimo ed indisciplinato primo tempo. Peccato.

  16. Jeppo 13 ottobre 2012, 09:54

    Sono inglese. Capisco italiano. Il commento di ieri sera era in italiano o in gallese. Non capisco una sola parola di gallese, ma ho preferito ascoltare la partita nella versione in lingua gallese, piuttosto che subire la spazzatura totale parlate dai commentatori italiani.

    • mezeena10 13 ottobre 2012, 11:25

      veramente pesanti ieri! soprattutto pierantocci!!! le statistiche son buoni tutti a leggerle su internet, sarebbe gradita piu precisione e partecipazione nelle fasi di gioco..sinceramente se woodkock ha un gregge di 400 pecore o powell gira in kart ubriaco non me ne puo fregà de meno!!! parla della partita!!! ridicolo poi quando asserisce di esser stato un tallonatore! con quel fisichino??? la “facci ” finita, pierantocci!!! 🙂

      • mezeena10 13 ottobre 2012, 11:36

        unfortunately i’ve watched it on pc via sky-go.. couldn’t switch the commentary! 🙁

  17. mauro 13 ottobre 2012, 10:06

    purtroppo Pierantozzi è uno che è convinto che il rugby lo seguano solo i diversamente intelligenti e,quindi, li soffoca con le sue statistiche e i suoi aneddoti. Mai sentito parlare del Jersey Juggernaut? è una sua specialità.
    Però è stato meglio dell’arbitro dalla manina pudibonda.

  18. stefano nicoletti 13 ottobre 2012, 10:27

    Troppi errori dei leoni, insieme all’ennesimo arbitraggio a senso unico ha reso impossibile una partita possibile.

  19. ivanot 13 ottobre 2012, 13:41

    Avrebbero vinto lo stesso? Probabilmente si, ma non si può non dire arbitraggio vergognoso e in malafede, lo ripeto arbitro vergognoso e in malafede, una settimana di polemiche contro l’arbitro italiano ha portato a questo, a proposito di dov’è quest’arbitro? vergognati…………..

    • Ma’aRhuffi 13 ottobre 2012, 14:32

      anche secondo me l’avrebbero vinta lo stesso e non è questo il punto,ho appena rivisto la partita e abbiamo da imparare ancora molto da squadre come gli Ospreys per mestiere e furbizie varie!la chiusa loro è devastante ma prendere credo più di dieci calci contro non li ricordo da molto tempo…l’atteggiamento che ha tenuto Paterson anche per me è stato vergognoso,anche RIGHTRUGBY solitamente prudente nei giudizi arbitrali lo ha sottolineato!cmq mi è piaciuto l’atteggiamento delle squadra che nonostante tutto ha continuato a fare la sua partita!Anche nel giallo a Vosawai oltre alla touch storta e al muro successivo con due giocatori davanti al ricevitore,la maul formatasi si era staccata dai tre giocatori davanti,creando un corridoio in cui si è inserito Vosawai lateralmente!tre falli loro giallo a Manoa!cmq cè molto da lavorare anche la seconda meta loro era un due contro due con Burton e Botes che vanno sullo stesso giocatore,della prima ne ho già parlato!senza contare che abbiamo subito troppo anche nei punti d’incontro,nonostante tutto a sette minuti dalla fine eravamo sotto di nove punti prima dell’altro giallo inventato dal fenomeno!

      • ivanot 13 ottobre 2012, 15:21

        Sono d’accordo con te, non sono entrato nello specifico dei nostri innumerevoli errori, ci stanno e ti fanno imbufalire, ma un arbitraggio pessimo e ripeto in malafede come questo è difficile da vedere, neanche il “rosso” in celtic arriva a tanto, non so quante mete Ospreys siano regolari nel secondo tempo.

      • stefano nicoletti 13 ottobre 2012, 17:37

        Purtroppo e’ una questione che si e’ ripetuta troppo spesso, sia per i club che per la nazionale. Non e’ certo un caso che vittoria con la Francia sia arrivati con i calci concessi, se non ricordo male, da un’arbitro neozelandese.

  20. malpensante 13 ottobre 2012, 19:09

    Mah, le asfaltature in chiusa mica era l’arbitro che spingeva. Per dirla con Munari, la prima e spesso anche la seconda fila delle celtiche sono ancora ben distanti. Non è un giudizio negativo su Treviso, anzi: non c’è abitudine ma l’attitudine sì, non c’è continuità ma se la giocano e, soprattutto, seppur senza continuità vincono. E gli avversari lo sanno, per cui giocano al loro meglio, senza relax ed amnesie. Di Bernardo probabilmente non può giocare sempre, ma c’è un abisso in difesa e un fosso in attacco tra lui e il buon Chris. Anche questo sanno i Celtici, si vede che rispettano TV e lo hanno studiato, in difesa sui nostri centri sembrava fossero nel loro cervello e sui flanker uguale. Buon lavoro a Smith.

Lascia un commento