Summer Nations Series: la preview di Argentina-Francia

A Mendoza si sfidano i Pumas del neo coach Contepomi e i Galletti in versione sperimentale

Fabien Galthiè allenerà (per una partita) in Inghilterra nel prossimo giugno. PH Sebastiano Pessina

Summer Nations Series: la preview di Argentina-Francia PH Sebastiano Pessina

A Mendoza, alle 21 ore italiane, Argentina e Francia si sfideranno per il primo dei due test match programmati in Sudamerica.

C’è molta curiosità per assistere alla prima partita di Felipe Contepomi come capo allenatore dei Pumas, mentre dall’altra parte ci sarà una squadra, quella di Fabien Galthié, sperimentale e orfana dei migliori giocatori del Top14 conclusosi soltanto una settimana fa.

Il match Argentina-Francia sarà visibile in diretta tv su Sky Sport 258 e diretta streaming su Sky Go e Now.

Leggi anche: Summer Series: la formazione super-sperimentale della Francia per la sfida all’Argentina

Summer Nations Series: una Francia rinnovata a Mendoza

Nella sfida di Mendoza i fari saranno puntati soprattutto sulla Francia che scenderà in campo con un XV rimescolato senza le prime scelte. Il capitano dei galletti sarà il mediano di mischia del Tolone Baptiste Serin, 44 presenza con i transalpini. Il numero 9 è il giocatore con maggior esperienza in questa rosa e ritrova la maglia dei Bleus dopo diversi anni di assenza causa infortuni.

Fabien Galthié ha un duplice obiettivo in queste Summer Nations Series. Da un lato preservare i migliori giocatori del Top14, che vengono da una stagione di club lunga e faticosa, dall’altro costruire una seconda linea di scelte da utilizzare in queste finestre internazionali di test match.

A lungo raggio il lavoro dell’allenatore dei transalpini è il mondiale australiano del 2027, come lui stesso ha dichiarato in una recente intervista a Rugbyrama.fr.

Per questo motivo il XV titolare in Sudamerica vedra 6 esordienti, divisi equamente fra trequarti e avanti: il 19enne Theò Attissogbe di Pau, Lester Etien dello Stade Francais e Antoine Frisch del Tolone. Fra gli avanti il terza linea de La Rochelle Oscar Jegou, Jordan Joseph del Racing 92 e Hugo Aradou di Pau.

In mediana, accanto a Baptiste Serin, giocherà come numero 10 Antoine Hastoy che non aveva convinto lo staff tecnico dei Bleus nel recente Sei Nazioni.

La profondità e la qualità delle scelte della Francia consente a Fabien Galthié di portare in Sudamerica un gruppo misto composto da giocatori esperti, vedi Sebastian Taofifenua e Demba Bamba, ed elementi giovani come Mikael Guillard (Lou Rugby) e Lenni Nouchi (Montpellier).

Leggi anche: Summer Series 2024: la formazione dell’Argentina che attende la Francia

Summer Nations Series: la prima di Contempomi con l’Argentina

Il nuovo corso dei Pumas guidato da Felipe Contepomi inizia a Mendoza con la partita con la Francia. Dopo il quarto posto al recente mondiale del 2023, in cui l’Argentina non ha lasciato tracce significative di un un risultato comunque positivo, la nazionale albiceleste riparte da quello che è stato per anni l’assistano coach di Michael Cheika.

Le scelte dell’ex giocatore del Leinster hanno portato a un XV iniziale composto da giocatori esperti come il capitano Julien Montoya e elementi di spicco come Pablo Matera (98 caps), Mario Kremer (64 caps) e Matias Alemanno (94 caps).

L’obiettivo di Contepomi è quello di ripartire da basi solide per costruire una squadra migliore e magari vincente. Per questo l’head coach dei Pumas ha selezionato giocatori di spessore internazionale, vedi il mediano d’apertura Santiago Carreras o il primo centro Jeronico De la Fuente, e nomi nuovi come l’estremo Martin Bogado (Highlanders) o il numero 8 Joaquin Oviedo, 22enne del Perpignan.

Nella rosa argentina c’è anche un pò di “Italia”: titolari le prime linee Thomas Gallo del Benetton e Eduardo Bello delle Zebre. In panchina Lautaro Bazan Velez e Tomas Albornoz.

Summer Nations Series: i XV di Argentins e Francia

Argentina: 15 Bogado Martín, 14 Delguy Bautista 13 Moroni Matías 12 De La Fuente Jerónimo 11 Carreras Mateo, 10 Carreras Santiago, 9 Bertranou Gonzalo, 8.Oviedo Joaquín, 7 Kremer Marcos, 6 Matera Pablo, 5 Paulos Lucas, 4 Alemanno Matías, 3 Bello Eduardo, 2 Montoya Julián (c) 1 Gallo Thomas
A disposizione: 16. Ruiz Ignacio, 17 Vivas Mayco, 18 Sordoni Lucio, 19 Molina Franco, 20 Pedemonte Bautista, 21 Bazan Velez Lautaro, 22 Albornoz Tomás, 23 Orlando Matías

Francia: 15 Léo Barré, 14 Théo Attissogbé, 13 Émilien Gailleton, 12 Antoine Frisch, 11 Lester Etien, 10 Antoine Hastoy, 9 Baptiste Serin (c), 8 Jordan Joseph, 7 Oscar Jegou, 6 Judicael Cancoriet, 5 Baptiste Pesenti, 4 Hugo Auradou, 3 Georgs-Henri Colombe, 2 Gaetan Barlot, 1 Jean-Baptiste Gros
A disposizione: 16 Teddy Baubigny, 17 Sebastián Taofifenua, 18 Demba Bamba, 19 Posolo Tuilagi, 20 Mikael Guillard, 21 Lenni Nouchi, 22 Baptiste Couilloud, 23 Melvyn Jaminet

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Ben 3 italiani nel XV della settimana di Planet Rugby

La prestazione degli Azzurri ha avuto importanti riscontri anche all'estero: altri 3 Azzurri, inoltre, sono stati citati pur non essendo inseriti in f...

item-thumbnail

A Chicago sarà ancora All Blacks-Irlanda: la rivincita del 2016

Al Soldier Field dovrebbe andare in scena il remake della storica vittoria degli Irish sui Tuttineri

item-thumbnail

Eddie Jones fa i complimenti all’Italia e chiede tempo per il suo Giappone

Il tecnico elogia Lamaro e compagni "rimandando" i suoi giocatori alle prossime sfide internazionali

item-thumbnail

Summer Series: l’estate della Scozia prosegue in scioltezza, Cile battuto 11-52

La squadra di Gregor Townsend ci mette 30' per iniziare a ingranare, ma poi non si ferma più

item-thumbnail

Italia, come sta Paolo Garbisi?

Il mediano di apertura azzurro è uscito al 67', durante il test match col Giappone, per un forte impatto alla testa contro l'anca di un avversario. Ag...

item-thumbnail

L’Italia chiude le Summer Series nel modo migliore, bel successo sul Giappone di Eddie Jones

Azzurri che partono e chiudono forte con un netto 14-42, soltanto un po' troppa indisciplina ha tenuto a galla i nipponici a cavallo dell'intervallo