Si rivede Israel Folau: convocato da Steve Hansen nel World XV

L’ex nazionale australiano – ora eleggibile per Tonga – potrebbe scendere in campo a Twickenham nella sfida contro i Barbarians

Si rivede Israel Folau: convocato da Steve Hansen nel World XV ph. Sebastiano Pessina

Si rivede Israel Folau: convocato da Steve Hansen nel World XV ph. Sebastiano Pessina

Israel Folau a Twickenham? Ben più di un’ipotesi: l’ex Nazionale australiano (che potrà giocare la prossima Coppa del Mondo con la maglia di Tonga) è stato infatti convocato da Steve Hansen per giocare nella squadra del World XV, che affronterà i Barbarians il 28 maggio a Londra.

Per Folau una bella occasione di ritornare in campo in Europa. Peraltro, potrebbe farlo insieme a 3 giocatori italiani: Danilo Fischetti, Simone Ferrari e Niccolò Cannone, a loro volta convocati da Hansen per la partita del 28.

La storia di Folau ormai è celebre: fu licenziato dalla federazione australiana nel 2019 dopo la pubblicazione di alcune frasi omofobe su Twitter, e dopo aver vagato in giro per il mondo giocando a Rugby League, è tornato al Rugby a XV firmando per gli NTT Shining Arcs, club della Top League giapponese, con un contratto che prevede anche una serie di limitazioni sull’uso dei social.

Leggi anche: Fischetti, Ferrari e N. Cannone pronti a scendere in campo con il World XV che sfiderà i Barbarians

Isreal Folau: il ritorno dopo il licenziamento

Folau, nato in Australia ma di origini tongane, ha come obiettivo la conquista di un posto al Mondiale con Tonga, con la quale ha debuttato nel 2022 sfruttando la regola dei 3 anni. La norma, ufficializzata nel dicembre del 2021, prevede infatti che un giocatore possa giocare per un’altra nazionale per la quale è eleggibile (solo per nascita o discendenza familiare, non per equiparazione) se non è più sceso in campo per 3 anni consecutivi con la selezione che lo aveva “bloccato”. Dopo il licenziamento, infatti, Folau non ha più giocato con i Wallabies, e dopo 36 mesi è quindi diventato eleggibile per Tonga, scendendo in campo durante la Pacific Nations Cup 2022.

Leggi anche: Il ritorno di Israel Folau

Insieme a Folau, sono stati convocati tanti altri campioni: fra i trequarti scelti da Hansen ci sono anche Marika Koroibete, Semi Radradra, Charles Piutau, Ngani Laumape, Nick Phipps. Insomma, un reparto arretrato di altissimo livello.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Eden Park resta All Blacks, Inghilterra mai doma ma piegata per 24-17

La Nuova Zelanda, pur soffrendo, vince incontro e serie delle Summer Series 2024 sugli inglesi. Decisivo l'ingresso di Beauden Barrett nella ripresa

item-thumbnail

Summer Series: la preview del secondo test match tra Australia e Galles

Wallabies a caccia del bis, Dragoni alla ricerca della prima vittoria del 2024

item-thumbnail

Summer Series: risultati e marcatori di USA-Scozia, Canada-Romania e Samoa-Spagna

Tutto facile per gli scozzesi, mentre Canada e Samoa devono faticare maggiormente per avere ragione degli avversari

item-thumbnail

Summer Series: la preview di All Blacks-Inghilterra ad Eden Park

Nella prima sfida sono mancati i piazzati a entrambe le formazioni. La Nuova Zelanda è parsa superiore in mischia ma ha sofferto in touche: tutte le c...

item-thumbnail

Summer Series: la formazione della Francia per la sfida con i Pumas

Fabien Galthiè conferma gran parte del XV di una settimana fa e inserisce quattro possibili esordienti in panchina

item-thumbnail

Summer Series: la formazione dell’Argentina per il secondo test con la Francia

Cinque cambi per Felipe Contepomi, mentre Pablo Matera si appresta a tagliare un traguardo importante