Challenge Cup: Toulon è troppo per Treviso, in finale ci vanno Parisse e compagni

Dominio dei padroni di casa che si sbarazzano dei biancoverdi nonostante l’espulsione di Ollivon al 7′

Challenge Cup: Toulon è troppo per Treviso, in finale ci vanno Parisse e compagni.

Due squadre di livello diverso, questo si è visto in campo oggi al Felix Mayol. Tolone, forte di una maturità ed esperienza che Treviso non può avere, domina il campo, con un gioco al piede pressoché impeccabile, ottime fasi di conquista e soprattutto un’abilità superiore di leggere la partita, senza mai subire l’inferiorità numerica in cui si è ritrovata dal 7′ del primo tempo per un rosso dubbio a capitan Ollivon.
Alla Benetton il plauso di tutto il movimento italiano per aver regalato una semifinale europea ai propri tifosi, ma la strada per vincere questo tipo di partite è ancora da salire per Bortolami e i suoi. La tensione ha prevalso sui biancoverdi, che hanno faticato a ritrovarsi in campo per tutti gli 80 minuti.

Leggi anche Challenge Cup: i Glasgow Warriors battono gli Scarlets e volano in finale

Challenge Cup: Toulon è troppo per Treviso, in finale ci vanno Parisse e compagni.

La cronaca del match:

La partita comincia con Toulon che fa valere il proprio gioco al piede e si porta nella metà campo del Benetton per il primo attacco della semifinale, Biggar sceglie per il calcio passaggio verso Villiere che fa avanti in presa, la prima mischia poi la vince Treviso con Toulon che spinge prima dell’introduzione.

Il gioco al piede transalpino riporta Toulon in attacco e al 5′ c’è la prima meta del match, la sigla Paia’aua liberato in area di meta da un grubber meraviglioso di Sergio Parisse, davvero vellutato il calcio del numero 8 oggi in nero. Biggar non sbaglia la trasformazione, pur angolata. 7 a 0 per i padroni di casa.

Al 7′ episodio clamoroso: Ollivon viene espulso per un placcaggio alto su Minozzi in presa su un pallone alto. Toulon dovrà giocare tutta la gara in 14, senza il proprio capitano. Quantomeno severa la decisione di Karl Dickson.

Si scaldano gli animi, Paia’aua fa un grande break, liberato ancora splendidamente da Parisse che ricicla l’ovale dopo una ripartenza da mischia. Ma arriva Menoncello che evidenzia un gran tenuto, poi parte una discussione tra i giocatori mentre il pubblico del Felix Mayol ulula ancora contro il rosso sventolato a Ollivon.

C’è tensione in campo, un paio di tocchi in avanti di troppo per parte in avvio di gara, siamo al 12′.

Anche senza il proprio capitano Ollivon, la mischia chiusa di Toulon fa la voce grossa e guadagna un calcio di punizione piazzabile. Biggar indica i pali da 40 metri e li centra col suo destro per il 10 a 0.

Treviso è nervosa, cerca di far partire il proprio gioco multifase ma c’è sempre un intoppo in questo avvio, ora Lamaro entra lateralmente in ruck e Toulon ringrazia, risalendo il campo al piede in rimessa laterale.

Toulon è padrone del campo, dopo una serie di raccogli e vai Gigashvili schiaccia in meta alla sinistra dei pali, tutto troppo facile per i francesi, Benetton pasticciona e fallosa, sente certamente la tensione della semifinale. Siamo solo al 19′ e il punteggio è 17 a 0 dopo l’immancabile trasformazione di Biggar.

Al 22′ prima azione manovrata di Treviso che macina alcune fasi con ordine nella metà campo avversaria e poi è sfortunata, perché il buon grubber di Albornoz potrebbe finire in touche sui 5 ma all’ultimo cambia traiettoria e finisce in area di meta, dove Biggar annulla.

La Benetton riesce a portarsi con una certa continuità nella metà campo transalpina in questa fase centrale del primo tempo. Ottime cariche di Albornoz e Brex che portano i biancoverdi nei 22 ma poi c’è l’ennesimo in avanti, complice forse anche la pioggia, che vanifica l’azione offensiva. Siamo al 25′.

Calcio clamoroso di Serin dopo la mischia chiusa stabile dei suoi avanti e problema risolto per Toulon, che riporta la Benetton a ridosso dei propri 22. Il gioco al piede dei francesi, forti di ottime fasi statiche, sta facendo la differenza, Treviso è evidentemente nervosa per l’importanza della gara.

Al 28′ c’è la reazione della mischia chiusa trevigiana che guadagna un calcio di punizione a metà campo, spinta superlativa di Ferrari. Poi Albornoz calcia in touche nei 22 per una buona occasione offensiva.

Altro errore di handling di Treviso dopo alcune fasi nei 22 di Toulon, stavolta è Lamaro a perdere palla in avanti nella messa a disposizione a terra. Il calcione a liberare dei padroni di casa non si fa attendere. Mancano 10 minuti all’intervallo.

Gigashvili a metà campo non lascia il placcato e cerca di rubare palla, facendosi fischiare punizione contro, Treviso va in touche con un grande calcio di Albornoz nei 22 avversari. Dopo alcune fasi Villiere fa in avanti volontario e Treviso va in touche sui 5 metri. Importante occasione per gli uomini di Bortolami al 35′.

Grandissimo lavoro difensivo degli avanti di Toulon nel drive dopo la touche, la maul disgregata dai francesi crolla e la palla non esce per il turn over. Esultano Parisse e compagni.

Nella mischia a 5 seguente però si fa valere ancora Ferrari, calcio contro Toulon e palla in touche per i biancoverdi. Non si interrompe l’azione di attacco dei biancoverdi.

Altro avanti di Lamaro lanciato in meta all’interno da Duvenage dopo la touche vinta da Negri come primo saltatore, brutto primo tempo dell’open flanker di Treviso autore di numerosi errori.

In chiusa stavolta il calcio è contro la prima linea della Benetton che crolla sulla spinta avversaria. Finisce il primo tempo. Siamo sul 17 a 0, punteggio giusto a favore degli uomini di Mignoni.

Il secondo tempo comincia sotto una pioggia sempre più forte al Felix Mayol e con Zuliani al posto di Negri per Treviso.

Al 42′ si pareggiano per 10 minuti gli uomini in campo con il giallo a Maile per un placcaggio senza palla su Paia’aua, sempre temibile con la palla in mano. Biggar indica i pali a Dickson dai 15, sui 22 di Treviso, e li centra. Siamo 20 a 0.

Treviso commette parecchi falli e Toulon ha vita facile a risalire il campo. Non riescono a scuotersi i biancoverdi, ci prova Bortolami inserendo Garbisi al posto di capitan Duvenage al 47′.

Altro calcio piazzabile contro Treviso sulla touche per Toulon, Biggar non si fa pregare e centra i pali per il 23 a 0, siamo al 48′.

Super calcio di Serin e Watson si fa imbragare sui propri 5, maul e palla a terra, turn over e mischia a favore della squadra di casa. Il pubblico è in visibilio. Siamo al 51′, il Toulon è padrone della gara.

Treviso resiste e libera i 22, siamo sempre nella metà campo biancoverde però in questo avvio di secondo tempo. È tutto quel che serve agli uomini di Mignoni.

Ancora super calcio di Parisse che finisce in area di meta trevigiana al 56′, Watson sprinta e riesce ad annullare per un niente sventando la meta.

Treviso non riesce a uscire dalla propria metà campo, gli uomini di Tolone sono bravissimi nel gioco tattico al piede e nella conservazione dell’ovale, al 61′ dopo l’up and under di Kolbe, il subentrato Umaga fa tenuto e Toulon va in touche nei 22 di Treviso.

Palla recuperata da Zuliani e break profondo di Albornoz che poi perde ancora palla, a metà campo, sarà mischia per Toulon, sempre in attacco pur se in inferiorità numerica dal 7′ del primo tempo.

Al 67′ la migliore occasione da meta di Treviso: Brex libera Nicotera che apre per Menoncello, purtroppo il primo centro anche della nazionale sbaglia l’ultimo passaggio all’interno per Garbisi e fa in avanti. Delusione negli occhi dei biancoverdi.

Toulon a 10 minuti dalla fine della semifinale è ancora fermamente nella metà campo di Treviso e non ha nessuna intenzione di andarsene.

Al 74′ Gigashvili viene nominato Player of the match, osannato dal pubblico del Mayol.

Finisce la partita, Toulon batte Benetton Rugby 23 a 0 e va in finale contro i Glasgow Warriors.

Il tabellino:

RC Toulon: 15 Cheslin Kolbe, 14 Jiuta Wainiqolo, 13 Waisea Nayacalevu, 12 Duncan Paia’aua, 11 Gabin Villiere, 10 Dan Biggar, 9 Baptiste Serin, 8 Sergio Parisse, 7 Charles Ollivon (C), 6 Cornell du Preez, 5 Brian Alainu’uese, 4 Mathieu Tanguy, 3 Beka Gigashvili, 2 Teddy Baubigny, 1 Dany Priso.

A disposizione: 16 Christopher Tolofua, 17 Baptiste Devaux, 18 Kieran Brookes, 19 Adrien Warion, 20 Facundo Isa, 21 Benoit Paillaugue, 22 Ihaia West, 23 Jeremy Sinzelle

Mete: Paia’aua 5′, Gigashvili 18′
Trasformazioni: Biggar 6′, Biggar 19′
Punizioni: Biggar 14′, Biggar 43′, Biggar 48′.

Benetton Rugby: 15 Matteo Minozzi, 14 Rhyno Smith, 13 Ignacio Brex, 12 Tommaso Menoncello, 11 Marcus Watson, 10 Tomas Albornoz, 9 Dewaldt Duvenage (c), 8 Lorenzo Cannone, 7 Michele Lamaro, 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone, 3 Simone Ferrari, 2 Siua Maile, 1 Nahuel Tetaz

A disposizione: 16 Giacomo Nicotera, 17 Thomas Gallo, 18 Filippo Alongi, 19 Marco Lazzaroni, 20 Henry Time-Stowers, 21 Manuel Zuliani, 22 Alessandro Garbisi, 23 Jacob Umaga.

Mete:
Trasformazioni:
Punizioni:

Cartellini: rosso Ollivon 7′, giallo Maile 42′,

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

La preview della finale di Challenge Cup tra Gloucester e Sharks

I sudafricani per fare la storia, gli inglesi per tornare ad alti livelli dopo tante stagioni difficili: a Londra sarà una grande sfida

24 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la formazione degli Sharks che affronta il Gloucester

Il XV sudafricano per la finale di Londra sarà capitanato da Eben Etzebeth

23 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la formazione di Gloucester per la finale di Londra

Il XV iniziale degli inglesi che affronteranno gli Sharks al Tottenham Hotspur Stadium

23 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Champions e Challenge Cup: sede, calendario, orari e arbitri delle finali europee

Tutto il programma delle finali Gloucester-Sharks e, soprattutto, Leinster-Tolosa

21 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Challenge Cup: la corsa del Benetton Rugby finisce a Gloucester

Ai trevigiani non basta una prestazione coraggiosa, i padroni di casa vincono e conquistano la finale

4 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup
item-thumbnail

Gli Sharks sono la prima finalista di Challenge Cup: Clermont sconfitto dopo una semifinale incredibile

Al Twickenham Stoop passano i sudafricani 32-31: decidono una meta di Mapimpi a 10' dalla fine e soprattutto gli strepitosi calci di un perfetto Siya ...

4 Maggio 2024 Coppe Europee / Challenge Cup