Sei Nazioni 2023: l’Inghilterra ha bisogno della leadership di Owen Farrell

La squadra di Borthwick cerca una reazione a Dublino aggrappandosi al proprio capitano

Sei Nazioni 2023: l’Inghilterra ha bisogno della leadership di Owen Farrell (Ph. Sebastiano Pessina)

Dopo il pesantissimo 10-53 subito, in casa, a Twickenham, contro la Francia, l’Inghilterra oltre che a leccarsi le ferite, sta pensando a voltare pagina focalizzandosi sull’ultimo match del Sei Nazioni 2023: la complicatissima trasferta di Dublino contro l’Irlanda capoclassifica del torneo.

Leggi anche, Inghilterra: Borthwick perde nomi eccellenti verso l’Irlanda, e richiama Ford

Sei Nazioni 2023: l’Inghilterra ha bisogno della leadership di Owen Farrell

La palla, se così si può dire, è tutta nelle mani del ct dei vicecampioni del mondo: quello Steve Borthwick che sta cercando di capire a che punto è la sua squadra nelle gerarchie dell’Emisfero Nord e più in generale globali.

Oltremanica i rumors rimbalzano su ogni possibile scelta di formazione, ma tutti i media non sembrano avere dubbi: Owen Farrell tornerà titolare riprendendosi la maglia numero 10 e al suo fianco avrà come centri Manu Tuilagi e Henry Slade. Una scelta di leadership in cabina di regia e una scelta di chili e muscoli per il numero 12 (Lawrence assente) e il numero 13.

Spesso criticato per il suo stile di gioco e per una serie di placcaggi al limite o oltre il regolamento, Farrell, in questo momento di ristrutturazione dell’Inghilterra, sembra aver riacquisito un’essenzialità che sembrava smarrita.

Al netto del pesantissimo ko maturato contro i Bleus infatti, Marcus Smith non ha convinto e su di lui aleggiano nuovamente le voci, a medio-lungo termine, di uno scivolamento al terzo posto nelle gerarchie da mediano d’apertura, con un George Ford che, nei prossimi mesi, vista anche la ritrovata condizione, potrebbe salire di colpi.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’inglese Henry Pollock eletto Miglior giocatore del Sei Nazioni U20

Il terza linea inglese è un giovane di grande prospettiva

item-thumbnail

Sei Nazioni femminile: Inghilterra ancora rullo compressore, l’Irlanda si rialza

Red Roses mai in difficoltà contro la Scozia malgrado un altro cartellino rosso, il Galles cade a Cork

14 Aprile 2024 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Due Azzurri nel XV ideale del Sei Nazioni 2024

Reso noto il Team of the Championship, dove l'Irlanda la fa da padrona e l'Italia ha più giocatori dell'Inghilterra

item-thumbnail

Scozia: fiducia in Gregor Townsend, nonostante tutto

Il capo allenatore rimane al suo posto, ma la federazione ha fatto intendere di non essere troppo soddisfatta dell'ultimo Sei Nazioni