Italia, Leonardo Marin: “Mi sento un mediano d’apertura. Garbisi? Voglio giocare, ma anche in altri ruoli”

L’azzurro ha toccato diversi temi relativi al suo ruolo in nazionale

Benetton, Leonardo Marin: "Punto sul mio gioco alla mano per trovare spazio". PH FIR

Italia, Leonardo Marin: “Mi sento un apertura. Garbisi? Voglio giocare, ma anche in altri ruoli”. PH FIR

Dopo aver debuttato con la maglia degli Azzurri nel match tra Francia e Italia, valido per la prima giornata del Sei Nazioni 2022, Leonardo Marin non vuole fermarsi.

Il trequarti, intervenuto oggi in videoconferenza con la stampa, si è così espresso su diversi temi: “L’esordio mi ha fatto piacere ovviamente, c’è stata grande emozione, ma è un momento superato e non voglio vivere di ricordi lasciandomi dietro anche quel passato recente che ha contribuito a portarmi fin qui”.

Sul ruolo in campo: “Quello di mediano di apertura è il mio ruolo preferito, ma parlando con Crowley e con lo staff tecnico abbiamo visto che potrebbero esserci delle evoluzioni anche da primo centro o da estremo. In passato ho già vestito la maglia numero 15, ma devo dire che l’idea che mi stuzzica di più è quella di provare a essere un 12”.

Partendo da una panoramica sui sei mediani di apertura titolari nelle sei squadre del Sei Nazioni 2022, che hanno età e caratteristiche diverse, Onrugby ha chiesto a Marin quali fossero le caratteristiche necessarie secondo lui per l’interpretazione del ruolo: “La cosa su cui mi sto soffermando di più in questo momento è quella riguardante il gioco al piede e la precisione di esso, cosa che Biggar, Sexton e Russel svolgono in maniera quasi chirurgica, non meno importanti poi sono la solidità in difesa e la gestione del ritmo della squadra e della partita: elementi che sono richiesti per diventare una risorsa importante in questo ruolo”.

Sul dualismo con Garbisi: “E’ chiaro che possa venire fuori, anche perché il mio obiettivo è quello di giocare tanto e principalmente come apertura, ma non escludo che si possa anche giocare insieme”.

Infine sullo “scalino” relativo al livello internazionale dei match: “Anche se sono stato in campo per pochi minuti, ho capito la differenza di atmosfera e di standard fra un incontro internazionale e, senza nulla togliere, quelli di campionato. Ma sono pronto e non vedo l’ora di essere reimpiegato in campo per dare il mio contributo alla causa”.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia, Innocenti: “Mi aspetto due vittorie dai test match di novembre”

Il presidente FIR promuove a Firenze la gara con l'Australia, facendo anche il punto sull'attualità del rugby italiano

28 Settembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test Match Novembre 2022: Italia-Australia, il Franchi vuole vivere un altro pomeriggio speciale

La volontà è quella di provare a ripetere la storica vittoria contro il Sudafrica

28 Settembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Test Match Italia: la FIR valuta la sede di Verona in vista dei prossimi anni

La città veneta potrebbe tornare a ospitare un match internazionale degli Azzurri

26 Settembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Marzio Innoncenti: “A novembre ci aspettiamo due vittorie. Su Ioane…”

Il presidente federale dice la sua in vista dei Test Match autunnali

23 Settembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2023: in vendita i biglietti per le partite in trasferta dell’Italia

Due i match in agenda: contro l'Inghilterra e la Scozia

13 Settembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Nazionale italiana rugby: al via la vendita dei biglietti per le sfide a Samoa, Australia e Sudafrica

Prezzi compresi tra 10€ e 40€ per assistere ai tre test degli azzurri in calendario il 5, 12 e 19 novembre 2022

8 Settembre 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale