Cosa riserva il futuro a Tommaso Castello? Un po’ di rugby c’è…

Dopo il ritiro, il centro genovese ha raccontato cosa farà nel prossimo anno. Come sempre la palla ovale è in qualche modo coinvolta

Cosa riserva il futuro a Tommaso Castello? Un po' di rugby c'è... ph. Sebastiano Pessina

Cosa riserva il futuro a Tommaso Castello? Un po’ di rugby c’è… ph. Sebastiano Pessina

La fresca notizia dell’addio al rugby giocato di Tommaso Castello merita un approfondimento. Intervistato dal Secolo XIX, il centro ex (tra le altre) Zebre e azzurro ha fatto il punto su quello che gli riserverà il futuro, oltre a un veloce passaggio sul terribile infortunio del 2019, quando un placcaggio a Daly gli ha mandato in frantumi la caviglia sinistra. Le cinque operazioni chirurgiche seguite e il lunghissimo percorso di recupero non hanno portato al risultato sperato e da lì la decisione di smettere.

Leggi anche: Tommaso Castello lascia il rugby giocato, è ufficiale

Il 30enne genovese ha svelato come l’Università di Cambridge abbia accettato la sua domanda per un master in business administration, da iniziare nell’autunno 2022. Prima per lui ci sarà da completare la laurea in ingegneria meccanica, alla quale restano tre esami. Non sarà il primo giocatore proveniente da Genova ad andare nella prestigiosa università inglese, visto che circa due decadi fa era toccato a Marco Rivaro. Anche lui centro, anche lui protagonista nei primi Sei Nazioni azzurri.

Tommaso Castello ha raccontato di essere stato negli scorsi mesi ai festeggiamenti per il 150esimo anniversario del Varsity Match, dove ha potuto parlare con Rivaro e altri giocatori: “E’ stato allora che ho pensato e ho cominciato a farmi delle domande: se c’è già stato un genovese a meritare questo onore, perché non ce ne potrebbe essere un altro? E se oggi sono al settanta per cento, perché tra un anno non potrei essere al cento per cento? E’ la mia ultima sfida”.

Leggi anche: Alcune informazioni sul Varsity Match e la sua storia

Ripensando poi a quello che è stato il suo percorso da giocatore, Castello ha indicato due momenti come i più importanti della sua carriera: il debutto con l’Italia nel 2016 in Argentina e gli Scudetti vinti con Calvisano.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui per restare aggiornato sul regolamento del rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il fuorigioco nel rugby

Una regola complessa, che cambia di situazione in situazione. Eccola spiegata

21 Gennaio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Tonga: il dramma dello tsunami raccontato dai giocatori che militano in Italia

I ragazzi originari del Pacifico che militano tra Top10 e Serie A raccontano in prima persona quello che hanno vissuto in una settimana difficilissima

21 Gennaio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

Situazione grave a Tonga, Malakai Fekitoa lancia una raccolta fondi

L'ex All Black si muove in prima persona per portare aiuti al suo paese natio, travolto da uno tsunami e dalla cenere del vulcano sottomarino

18 Gennaio 2022 Terzo tempo
item-thumbnail

La Francia e quella meta che fu una fine del mondo

In certi stadi, per vincere, non basta essere grandi squadre. Bisogna inventarsi qualcosa di mai visto, forse qualcosa di un altro mondo.

16 Gennaio 2022 Terzo tempo