Crowley: “Dominati nel gioco al piede, molte cose non hanno funzionato”

Il tecnico neozelandese, insieme a capitan Lamaro, analizza il match: “Dobbiamo migliorare tanto e fare esperienza”

Crowley: "Dominati nel gioco al piede, molte cose non hanno funzionato" (ph. Sebastiano Pessina)

Crowley: “Dominati nel gioco al piede, molte cose non hanno funzionato” (ph. Sebastiano Pessina)

Il 16-37 di Monigo contro l’Argentina apre un bel po’ di interrogativi. La sofferenza dell’Italia nel gioco al piede e nell’avanzamento in attacco ha fatto la differenza per i Pumas, che alla fine sono riusciti a portare a casa agevolmente il match.

In conferenza stampa, dopo aver parlato come prima cosa delle condizioni di Riccioni («Non sembrava buono, ma non abbiamo ancora molte informazioni») ha subito affrontato la chiave del match: «Abbiamo preso 3 soft tries con 3 calci da dietro e ci hanno dominati sulle palle alte e nel gioco al piede. Diamo merito all’Argentina, ma dobbiamo essere più consistenti e muovere meglio il pallone quando ne abbiamo l’occasione. Abbiamo bisogno di fare esperienza e imparare a reagire a certi momenti».

Interrogato sulla possibilità che questa sofferenza sulle palle alte sia un problema strutturale legato al fisico dei nostri ragazzi, come ad esempio la sfida Minozzi-Boffelli della prima meta, il CT risponde: «Nel Rugby Championship c’è tanto gioco aereo, come dimostra anche il Sudafrica. Non penso sia un problema fisico ma tecnico, dobbiamo migliorare non solo in questa fase ma in generale al piede, a volte calciamo troppo lontano e diventano dei palloni liberi per gli avversari».

Eppure, gli azzurri – a tratti – erano sembrati in grado di potersela giocare, anche nei momenti più difficili, così come spiega capitan Lamaro: «Abbiamo avuto l’impressione di poter riprendere la partita in ogni momento, poi ovvio che la meta presa da drive ha chiuso i giochi, ma fino a quel momento eravamo sotto il doppio break e bastava una meta per rimanere attaccati. Sull’unione dobbiamo ancora lavorare tanto, è un punto che duole perché si tratta dell’identità che vogliamo mostrare e in alcuni momenti di difficoltà non lo siamo stati. Ci sta e fa parte del gioco, dobbiamo crescere su questo e risolvere dei problemi per non trascinarceli lungo la partita».

A mancare è stato anche l’aspetto offensivo, che come con gli All Blacks non ha reso quanto doveva: «Ci sono molte cose che non hanno funzionato» – dice Crowley – « come il gioco aereo e al piede, oltre alle rimesse laterali dopo le prime 3. Dobbiamo fare una bella revisione in vista della prossima partita, perché ci sono varie cose da analizzare». Rincara la dose Lamaro: «Non siamo riusciti ad essere dominanti in molte zone d’attacco, non solo nei 22 avversari, dobbiamo diventare più efficaci. La scelta di piazzare anche se lontani nel punteggio? Nel primo tempo mancava poco alla fine e abbiamo scelto di accorciare perché altrimenti avremmo avuto una sola occasione per la meta, e siamo andati sul 17-6. Nella ripresa abbiamo piazzato perché poi con un’altra marcatura saremmo potuti andare sotto break, sul 24-16».

Francesco Palma

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia: Kieran Crowley dice la sua sul poco utilizzo degli azzurri in Inghilterra

Il commissario tecnico torna a parlare delle sue scelte verso il Sei Nazioni 2022 ormai sempre più vicino al suo inizio

17 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Toa Halafihi: “Sarebbe bello giocare con Parisse. In azzurro per andare oltre i limiti”

Il terza linea del Benetton è carico per guadagnarsi un posto nel prossimo Sei Nazioni, portando all'Italia tutta la sua fisicità

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Crowley: “Il minutaggio di Varney? Un Problema. Vogliamo fare un passo avanti”

L’head coach azzurro in conferenza stampa commenta le sue scelte verso il Sei Nazioni

14 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Eleggibili, Parisse e Zebre: Kieran Crowley racconta le sue scelte

L'head coach degli Azzurri motiva le esclusioni di Minozzi e Canna

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: i convocati per il raduno in preparazione al Sei Nazioni 2022

Kieran Crowley ha selezionato 33 atleti per l'appuntamento di Verona

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

La diretta Streaming dell’annuncio dei convocati dell’Italia per il Sei Nazioni 2022

A partire dalle ore 15 il ct Krowley renderà noti i nomi del gruppo azzurro per le prime due giornate del Six Nations

13 Gennaio 2022 Rugby Azzurro / La Nazionale